Cerca nel sito
Italia musei tradizioni lana

Il museo che non ti aspetti, 5 indirizzi "anti-noia"

Dalla lana alla Semoranda: quando la cultura lascia spazio alla creatività

Esperimento flash
pixabay CC0 Creative Commons
Esperimento flash
1. IL MUSEO DI TUTTI SMEMORANDA A MILANO
Chi non ha mai usato una Smemoranda tra i banchi di scuola? Il celebre diario ha scandito le giornate di innumerevoli studenti. Dato il successo (non a caso l’Enciclopedia Treccani l’ha inserita tra i 90 oggetti di design più significativi del Novecento) è divenuta protagonista di un polo museale, il Museo di Tutti Smemoranda di Milano. Al suo interno, attraverso una piattaforma virtuale, è possibile fare un salto indietro nel tempo e ripercorrere i 40 anni di storia della popolare agenda. VAI ALL’ITINERARIO

 
2. LA GALLERIA. COLLEZIONE E ARCHIVIO STORICO DI BPER BANCA A MODENA
Non il solito museo. A Modena, attraverso il progetto culturale “La Galleria. Collezione e Archivio Storico”, si racconta la storia della BPER Banca e della sua città d’origine in cui è stata fondata nel 1867. Al suo interno custodisce opere d’arte e documenti d’archivio presentati al pubblico con l’obbiettivo di assicurare una gestione più responsabile del patrimonio collezionistico ed archivistico, offrendo un segnale di continuità con il passato e di apertura al futuro. VAI ALL’ITINERARIO

 
3. IL MUSEO DELL’ARTE DELLA LANA DI STIA
Al Museo dell'Arte della Lana di Stia è possibile fare il pieno di morbidezza. E non solo. Proprio qui, all'interno dei vecchi edifici del lanificio, si può ripercorrere la storia della lana e del suo profondo legame con il territorio e la gente di questo angolo della Toscana oltre, ovviamente, ad ammirare il famoso "Panno Casentino", uno dei protagonisti assoluti di questo polo museale. VAI ALL’ITINERARIO

 
4. LA STORIA DELL'OCCHIALE SI RACCONTA ALLA GALLERIA GUGLIELMO TABACCHI DI PADOVA
Gli occhiali sono belli da vedere e pratici da indossare. Presso la Galleria Guglielmo Tabacchi, ospitata nella sede della Safilo di Padova, è possibile concedersi un vero e proprio viaggio nel tempo alla scoperta della storia dell’occhialeria. I modelli di punta? Si spazia dalle lorgnette dell’Ottocento all’Optical Art degli anni ’60 per poi proseguire con il modello UFO e tanti altri. VAI ALL’ITINERARIO

 
5. IL MUSEO INTERNAZIONALE DELLA CERAMICA DI FAENZA
A Faenza, nota anche come la capitale italiana della ceramica, è possibile ripercorrere la storia, gli stili e le tradizioni dell'arte ceramica. Dove? Facendo tappa al Museo Internazionale della Ceramica (Mic) dichiarato dall'UNESCO "Monumento testimone di una cultura di pace". VAI ALL’ITINERARIO
 
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100