Cerca nel sito
emilia romagna tradizioni artigianato itinerari

Faenza, 4 cose da sapere sul Museo Internazionale della Ceramica

La cittadina può essere considerata una vera e propria capitale della ceramica 

Ceramiche di Faenza
Nella città della ceramica per eccellenza è possibile ripercorrere tutta la storia, gli stili e le tradizioni dell'arte ceramica visitando il MIC Museo Internazionale della Ceramica.

LA TRADIZIONE
Se Faenza può essere definita capitale italiana della ceramica non è soltanto per la lunghissima tradizione legata alla lavorazione del l'argilla che affonda le proprie radici nel I secolo A.C., epoca a cui risalgono i primi manufatti realizzati. E nemmeno soltanto per lo sviluppo di una tecnica estremamente caratteristica di lavorazione che, non a caso, a dato vita ad uno stile ceramico che porta il nome della cittá stessa. Se Faenza è la capitale italiana della ceramica è anche per l'estrema attenzione che la cittá mostra da sempre nei confronti di questa arte antica e per il profondo legame che ha instaurato con essa diventando punto di incontro di tecniche, tradizioni e stili differenti provenienti da ogni parte del mondo. Prova tangibile di tale profondo legame è la nascita del Museo Internazionale della Ceramica, un vero e proprio punto di riferimento dell'arte ceramica in ogni sua forma e declinazione, tanto da essere dichiarato dall'UNESCO "Monumento testimone di una cultura di pace".

LE CARATTERISTICHE
Il MIC Museo Internazionale della Ceramica, nasce nel 1908 all'interno di un antico monastero. Se ha potuto ritagliarsi un ruolo di estremo spicco nel settore è per la ricchezza delle collezioni che custodisce tra le sue sale. Al suo interno si possono ammirare opere di elevato valore artistico di ogni stile e provenienza dall’Estremo Oriente, così come dalla Siria, dall’Iran, dall’Egitto, dalla Turchia, dal Sud America. Ospita incomparabili capolavori italiani del Rinascimento, opere di Picasso, Matisse, Chagall, Leger, Burri, Fontana e altri innumerevoli esempi di eccellenza. Il MIC è un vero polo culturale ceramico, ospita una Biblioteca Storica, aperta al pubblico, contenente oltre 60.000 testi sulla ceramica, un Laboratorio di Restauro, Archivi fotografici e documentari e pubblica dal 1913 la rivista specialistica di ceramica Faenza.

IL TERRITORIO
Ma la profonda vocazione di Faenza per l'arte ceramica è testimoniata anche dalla frequenza con la quale la cittadina ospita eventi e rinomate rassegne di richiamo internazionale dedicate alla ceramica e ai suoi artisti, ed alla presenza in cittá di un elevato numero di botteghe artigiane, di mostre ed esposizioni tematiche, oltre che di prestigiose scuole dedicate alla preparazione degli artisti dediti alla lavorazione dell'amato materiale come l'Istituto Statale d’Arte per la Ceramica “G. Ballardini”. Di elevata rinomanza è, infine, il Museo Museo Carlo Zauli dedicato alla produzione del grande artista ed ospitato presso i locali a lui cari.

GLI INDIRIZZI
L'appuntamento con le opere d'arte del MIC Muso Internazionale della Ceramica è nelle sue sale espositive presso viale Beccarini 19 dove i visitatori avranno anche la preziosa opportunitá di prendere parte a numerosi laboratori, eventi, attivitá e corsi per tutte le etá che si svolgono in ogni periodo dell'anno e permettono di avvicinarsi a questa arte affascinante ed antica in maniera ancora piú interessante e coinvolegente.

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100