Cerca nel sito
HOME  / gusto
veneto prodotti tipici ricette itinerari gastronomici

Veneto, a Lusia l'unica lattuga IGP d'Europa

L'insalata di Lusia è una dei protagonisti della campagna europea di promozione della frutta e della verdura DOP  e IGP

ortaggio tipico Lusia - Veneto<br>
inslatalusia.it
Insalata Cappuccia
L'insalata di Lusia IGP, unica varietà di lattuga ad essere stata insignita dell'Indicazione Geografica Tipica, è uno dei prodotti coinvolti nella campagna europea di comunicazione e promozione della frutta e della verdura DOP e IGP che reca come messaggio “L’Europa Firma i prodotti dei suoi territori”.

LA TRADIZIONE
Inizia quasi due secoli fa la tradizione legata alla produzione della Lattuga Cappuccia nella zona di Lusia, in provincia di Rovigo. Sin dalla prima metà del XIX secolo, infatti, i terreni fertili e leggeri e la disponibilità illimitata di acqua in questa zona hanno fornito le condizioni ideali per consentire lo sviluppo di una fiorente orticoltura ed in particolare della coltivazione dell'insalata. In alcuni documenti risalenti agli anni '30 dello scorso secolo sono stati, infatti, rinvenuti riferimenti alla coltivazione di “latuga” o “salata”, entrambi termini che, all'epoca, identificavano la Lattuga Cappuccia. Ed è, infatti, proprio nel corso del XX secolo che l'attività agricola inizialmente intrapresa per la produzione di alimenti destinati al consumo familiare, si trasformò in una importante fonte di reddito per i produttori.

LA DENOMINAZIONE
L'eccellenza dell'insalata di Lusia è letteralmente certificata oltre ad essere protagonista di un prestigioso primato. Si tratta, infatti, dell'unica varietà di lattuga in tutta Europa a fregiarsi del marchio IGP riconosciutole dalla UE nel 2009.

LE CARATTERISTICHE
L'insalata di Lusia viene prodotta in due varietà, la Cappuccia (o Capitata) e la Crispa (o Gentile). La foglia si presenta compatta ed ondulata e di un bel colore verde medio brillante nella varietà Cappuccia, e bollosa, frastagliata e di colore verde chiaro brillante nella varietà Crispa. E' particolarmente apprezzata per il gusto fresco, la sapidità, la consistenza croccante e l'elevato apporto di sali minerali, potassio e calcio.

LA PRODUZIONE
Come prescritto dal disciplinare, la zona di produzione in cui è ammessa la coltivazione dell'insalata di Lusia comprende esclusivamente una parte del territorio delle province di Rovigo e Padova ed in particolare i comuni di Lusia, Badia Polesine, Lendinara, Costa di Rovigo, Fratta Polesine, Villanova del Ghebbo e Rovigo, nella provincia di Rovigo, ed i comuni di Barbona, Vescovana e Sant’Urbano in quella di Padova. Qui i terreni si presentano sciolti e di medio impasto con una “tessitura” grossolana e da una buona permeabilità che favorisce lo sgrondo dell’acqua piovana. Grazie ad un sistema di canali artificiali che alimentano la falda superficiale di Lusia mantenendola costantemente irrigata, la disponibilità di acqua, e quindi del prodotto, è garantita per tutto l'anno.

LA CULTURA
L'insalata di Lusia è protagonista della campagna europea di comunicazione e promozione della frutta e della verdura DOP e IGP assieme all’asparago Verde d’Altedo IGP, alla ciliegia di Vignola IGP, alla Pesca e la Nettarina di Romagna IGP, alla Pera dell’Emilia Romagna IGP, al Radicchio Rosso di Treviso IGP, al Variegato di Castelfranco IGP e al Radicchio di Chioggia IGP. Proprio per questo, dal 15 al 30 novembre, sono state organizzate numerose attività dedicate al prodotto presso i punti vendita Unes.

IN CUCINA
Questa insalata si sposa alla perfezione tanto con secondi di carne, quanto con piatti a base di pesce. E' ottima sia cotta che cruda e l'elevato contenuto di sali minerali delle acque che irrigano i terreni della zona di produzione la rende talmente sapida da poter essere consumata anche senza aggiunta di sale.

La ricetta: Risotto con insalata di Lusia. Ingredienti (per 5 persone): 400 gr riso, 100 g di insalata di Lusia, 60 g di cipolla, 1 bicchiere di vino bianco secco, 1,5 litri di brodo vegetale o di carne, 10 g di olio d’oliva, 40 g di burro.
Fare appassire nell’olio la cipolla affettata finemente, aggiungere l’insalata sminuzzata, aggiungere il riso e lasciar tostare un po’ nel soffritto. Irrorare con il vino e far evaporare a fiamma alta. Mescolare spesso aggiungendo il brodo, un mestolo per volta, fino a fine cottura. Mantecare con il grana e un pezzetto di burro. Abbinamento vini: Soave Inama classico. (polesineterratraduefiumi.it)

PRODOTTI TIPICI E RICETTE DAL GUSTO ITALIANO

IL TERRITORIO
Capoluogo dell'omonima provincia veneta, Rovigo si estende tra il fiume Adige a nord e il Po e il Canal grande a sud. La città di origine romana, nonostante oggi si presenti dall'aspetto prevalentemente moderno, è costellata da antiche torri e imponenti campanili; grazie alla descrizione fatta da Ludovico Ariosto nell'Orlando furioso è passata alla storia come "la città delle rose" e la rosa è tuttora simbolo di Rovigo.

DA VEDERE A ROVIGO: VAI ALLA GUIDA

Leggi anche:
Delta del Po: gli eventi imperdibili della Primavera
Delta del Po, passeggiate nella natura
Delta del Po. Fascino lagunare

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati