Cerca nel sito
Musei delle Marche viaggio virtuale

Un viaggio virtuale tra i tesori delle Marche

L'iniziativa digitale che svela il patrimonio artistico e culturale marchigiano

Panorama di Urbino di sera
©iStockphoto
Urbino, veduta notturna
Non un ‘semplice’ museo virtuale, ma un circuito vero e proprio, che ne comprende ben 30. Questa è l’idea della Regione Marche e la Fondazione Marche Cultura per valorizzare le proprie istituzioni culturali temporaneamente chiuse al pubblico. Assieme a ICOM Marche è nato un percorso digitale che tocca decine di enti dedicati all’arte e alla cultura, che si racchiude sotto il cappello del Viaggio straordinario fra i musei delle Marche.

L’idea è quella di rappresentare il vasto patrimonio della regione attraverso delle clip video, che vengono condivise sui canali social di Marche Tourism (qui la pagina Facebook) e sul blog DestinazioneMarche. Sono oltre 60 i brevi video prodotti dai musei, dai comuni e dagli enti culturali della regione, di circa due minuti l’uno, e sono funzionali al Grand Tour Musei edizione 2020, in programma dal 18 al 24 maggio, che si svolgerà sempre nello spazio digitale. “La Regione Marche” sottolinea l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni “propone un’opportunità alternativa di ‘uso’ dei musei e delle collezioni delle Marche, un utilizzo in digitale e virtuale... L’obiettivo è anche quello di ‘approfittare’ di questo momento per sperimentare una forma di comunicazione e promozione museale nuova e che troverà sempre più spazio in un prossimo futuro”.



Le 60 clip video di Viaggio straordinario fra i musei delle Marche sono molto diverse tra loro. Raccontano aneddoti della storia culturale marchigiana, approfondiscono opere, artisti, figure o vicende legati ad un contesto storico particolare. Alcuni sono dedicati ai bambini, altri sono divertenti tutorial o narrazioni semiserie.  

D’altronde il patrimonio storico, artistico ed architettonico delle Marche è immenso. (Non a caso Lonely Planet ha inserito questa regione tra le mete imperdibili nel 2020: ecco perché). Tra le istituzioni che partecipano al progetto del ‘Viaggio straordinario’ c’è la Casa di Raffaello di Urbino, museo che offre anche un tour virtuale tra le stanze che hanno ospitato il grande artista durante i primi anni della sua formazione. La visita virtuale permette di ‘muoversi’ a 360 gradi tra i vari ambienti: potete accedervi da qui.

Partecipa la Pinacoteca Civica di Fabriano, del cui percorso espositivo vi abbiamo parlato in questo articolo. Le Sale Museali di Palazzo Bisaccioni (Jesi) aprono una finestra sulla splendida collezione di arte marchigiana dall’antico al contemporaneo: scoprite di più in questo articolo.Tra i musei ‘sui generis’, si aggiunge alla lunga lista dei partecipanti all’iniziativa social il Museo Statale Tattile Omero di Ancona, le cui opere si possono toccare: ve ne abbiamo parlato qui.


Museo di Palazzo Bisaccioni (Jesi)

Gli altri musei che aderiscono al progetto digitale sono i seguenti: Palazzo Piacentini e Museo del Mare di San Benedetto del Tronto, l’Ecomuseo delle Case di terra di Villa Ficana (Macerata), il Museo Archeologico-Pinacoteca Civica-Chiesa San Filippo - Quadreria Cesarini, Palazzo Pianetti Lotto nelle Marche, Museo Premio Ermanno Casoli, il Museo Archeologico di San Severino Marche, il Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano, Museo Civico della città di Mondolfo. Ancora, il Museo Nazionale Rossini, Musei Civici di Palazzo Mosca, Centro Arti Visive di Pesaro, la Pescheria Acqualagna Museo del Tartufo, il Polo Museale dell’Università di Camerino, la Pinacoteca civica di Ascoli Piceno, il Castello di Gradara, il Museo del Palazzo Malatestiano di Fano, il Museo della scuola "Paolo e Ornella Ricca"- Università di Macerata, Pinacoteca e Musei Civici di Sarnano, Museo Archeologico Nazionale delle Marche di Ancona, Musei di Macerata –Helvia Recina, Macerata Musei di Macerata –Palazzo Buonaccorsi, Museo della Carrozza, Sferisterio, Fabriano Museo Guelfo Bianchini. Per concludere, il Progetto Oculus Al Museo di Ancona, di Arcevia, di Fermo, di Acquaviva Picena, di Offagna, e Museo Nori De'Nobili di Trecastelli.


Ascoli Piceno

Se volete conoscere meglio questa splendida regione, non potete perdervi Urbino e i suoi tesori rinascimentali (approfondite qui). Ma ci sono anche tantissimi motivi per visitare Ascoli Piceno: ve li abbiamo elencati qui.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Marche
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati