Cerca nel sito
Italia artigianato artistico mobili

Arredo e tradizione, 5 indirizzi da non perdere

Dalle sedie ai tappeti, ecco i capolavori artigianali per arredare la propria casa

Tappeto sardo
Courtesy of©gianluigibec77/iStock
Tappeto sardo
1. A VERONA IL DISTRETTO DEL MOBILE
Al confine tra Mantova e Rovigo si scopre il "distretto del mobile". Le origini rimandano alla figura di Giuseppe Merlin che iniziò a riprodurre mobili antichi in stile veneziano. Fu un successo tanto che, a seguire, furono tanti gli artigiani che aprirono botteghe pronti a dare nuova vita a vecchi obili. A Bovolone sorge la Scuola di Ebanisteria "Centro di formazione professionale regionale per l'artigianato" dove si studiano falegnameria, ebanisteria, intaglio, lucidatura, laccatura, doratura e restauro. VAI ALL’ITINERARIO

 
2. MUSEO DEL FALEGNAME TINO SANA A ALMENNO SAN BARTOLOMEO
Parlando di mobili, come non parlare del legno? Ad Almenno San Bartolomeo, in provincia di Bergamo, si trova il Museo del Falegname Tino Sana là dove, in 3.500 mq di esposizione, si scopre uno dei mestieri più antichi del mondo tra attrezzi del mestiere, iniziative e incontri. VAI ALL’ITINERARIO

 
3. LE SEDIE DI CHIAVARI
Non c’è casa senza sedie. Dove scoprire la produzione? A Chiavari da oltre due secoli sono uno dei manufatti più caratteristici dell’artigianato locale. Sono in legno di faggio, ciliegio selvatico, frassino o acero con seduta in salice palustre intrecciata a mano direttamente sul telaio della sedia e annodata in maniera robusta. VAI ALL’ITINERARIO
 
4. LE MAIOLICHE DI CASTELLI
Alzi la mano chi non ha in casa delle maioliche. Non tutte sono uguali. Le più famose sono quelle prodotte a Castelli, borgo alle pendici del Gran Sasso che vanta una lunga e fiorente tradizione ceramica. La sua storia si può ripercorrere facendo visita al Museo delle Ceramiche, allestito presso il Palazzo Municipale dell’Artigianato. VAI ALL’ITINERARIO

 
5. I TAPPETI DI SARULE
Si chiama “sa burra” ed è l’antico, prezioso e colorato tappeto realizzato con il telaio verticale. Questo prodotto, estremamente pregiato, è un manufatto della tradizione di Sarule, ma anche degli altri due Comuni barbaricini di Gadoni e Orani. Da non perdere una visita al Museo della Tessitura Eugenio Tavolara. VAI ALL’ITINERARIO 

 
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100