Cerca nel sito
HOME  / sport
alpinismo mete italia itinerari 

Alpinismo: 5 modi per avvicinarsi all'Alta Montagna

Dalla Svizzera alla Valle d'Aosta, ecco 5 mete dove è possibile vivere sicure esperienze alpinistiche 

Trekking sui ghiacci
istockphoto.com
Trekking sui ghiacci
TUTTI IN ALTA QUOTA
Non occorre essere professionisti dell'alta montagna per salire in alta quota: grazie alle funivie del Monte Bianco e del Plateau Rosà, capolavori di ingegneria, è possibile raggiungere velocemente quote oltre i 3.000 metri per ammirare da vicino la vetta del Monte Bianco, il Cervino ed i panorami alpini circostanti. La Skyway Monte Bianco, infatti, permette di raggiungere con cabine che ruotano a 360 gradi, la celebre Punta Helbronner a 3466 metri di quota. Invece, dall'arrivo della funivia del Plateau Rosà è possibile ammirare tutti i 4.000 delle Alpi. Maggiori informazioni

 
A SPASSO SUI GHIACCIAI
A poco più di un'ora dal Brennero o dal passo Resia s'incontra una valle che è la porta d'ingresso a un paradiso di montagna poco noto agli italiani. Siamo a Pitzal, una delle valli più tradizionali, autentiche e incontaminate del Tirolo dove i numeri parlano chiaro: oltre 50 vette sopra i 3000 metri e 46 ghiacciai per un totale di 35 kmq di nevi perenni. Per la fuga dal caldo estivo, dunque, il riparo è assicurato da una natura preziosa, tutelata dal Kaunergrat Naturpark che si estende su 58.920 ettari tra Pitztal e la parallela vallata Kaunertal. Assicurati sono anche numerosi itinerari escursionistici ad alta quota. Maggiori informazioni

 
INTORNO AL MONTE BIANCO
L'estate può essere il momento migliore per avventurarsi sulla vetta più alta d'Europa. La traversata del Monte Bianco è uno dei viaggi più emozionanti d'Italia. Innanzi tutto bisogna raggiungere la località di La Palud e qui si può prendere la Funivia del Monte Bianco. Da qui si può arrivare fino ai piedi dei ghiacciai in tutta sicurezza grazie all'attrezzata rete di sentieri, sempre che non si preferisca un po' di relax nella terrazza solarium. Se, invece, ci si ferma al Colle del Gigante, la seconda stazione della funivia situata 3375 metri di quota, si potrà far una sosta al rifugio Torino, proprietà del Cai e punto di partenza dei principali percorsi alpinistici diretti al Monte Bianco. Maggiori informazioni

 
IN EGADINA PER LE FERRATE
A soli 20 minuti dalla stazione a monte del Diavolezza è possibile dilettarsi su due distinte vie ferrate. Entrambi i percorsi partono da 2850 metri di altitudine, e raggiungono i 3146 m del colosso di pietra del Piz Trovat. La prima, meglio nota per l'appunto come Piz Trovat, è una via ferrata di media difficoltà ed è accessibile anche ai "non-scalatori" ed alle famiglie. La seconda, invece, è chiamata Piz Trovat II e richiede, come premessa, ottime capacità alpinistiche, per poter superare tratti sospesi lunghi fino a 30 metri. Detto questo, uno scenario mozzafiato fatto di ghiaccio e roccia accompagnerà gli scalatori su entrambi i percorsi, ricompensandoli per le fatiche spese. Maggiori informazioni

 
CON LE GUIDE SUL GHIACCIAIO
Da sempre i grandi ghiacciai affascinano anche chi non è propriamente amante della montagna. Tuttavia, per chi abbia voglia di lasciarsi ammaliare dai giganti di ghiaccio la destinazione giusta è in Svizzera, più precisamente in Alta Engadina. Durante i mesi estivi, sia sui ghiacciai congiunti del Pers e del Morteratsch che sul ghiacciaio Vadret del Corvatsch vengono organizzate regolarmente delle escursioni in compagnia di guide alpine esperte.Maggiori informazioni

 
 
Saperne di più su SPORT
Correlati per Paese Svizzera
Seguici su:
Natale
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati