Cerca nel sito
Sanremo 2015 Festival della Musica Liguria

Sanremo: la città dei fiori si mette in musica

Cantanti, ospiti, red carpet ed eventi paralleli: ecco come la località ligure si prepara al grande evento mediatico

Sanremo
Courtesy of ©Wikipedia.it
Sanremo
PERCHE' SE NE PARLA Ha tutte le carte in mano per essere un buon festival: quello di Sanremo (anche se sarebbe più corretto chiamarlo San Remo), condotto quest'anno da Carlo Conti con le vallette d'eccezione Emma Marrone, Arisa e Rocio Morales, potrebbe davvero conquistare per il suo livello qualitativo. Innanzitutto la novità principale sono i cantanti, che passano da 16 a 20. Ricco anche il menu musicale: in gara Marco Masini, Gianluca Grignani, Nek, Alex Britti, Raf, Anna Tatangelo, Irene Grandi, Malika Ayane, Annalisa, Chiara, Nina Zilli, Dear Jack, Moreno, Bianca Atzel, Lara Fabian, Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi, I Soliti Idioti, Nesli, Lorenzo Fragola e Il Volo. Lunga anche la carrellata di ospiti: la PFM, Biagio Antonacci mercoledì, Giovanni Allevi venerdì, Pino Donaggio, Gianna Nannini per sabato. Tra le star in arrivo a Sanremo anche Imagine Dragons, Charlize Theron e Conchita Wurst. Ci sarà anche Will Smith, nella serata finale insieme all'attrice Margotte Robbie. E ancora, sul fronte internazionale, i Saint Motel, ospiti giovedì oltre a Ed Sheeran. Tra gli italiani, Tiziano Ferro, Jovanotti e Al Bano e Romina.

E se è ormai iniziato il countdown per il festival musicale, è stato già inaugurato invece Casa Sanremo Lancôme, l'hospitality del Festival della Canzone Italiana. Nelle "stanze" della Casa, l'omaggio a Pino Daniele e Mango, l'attenzione al progetto sociale "Guardami oltre", il red carpet di Gruppo Eventi, lo spazio di relax per cantanti, artisti, giornalisti, addetti ai lavoro, ma anche spazio per benessere, cooking show e dirette radiofoniche.

Leggi anche: SANREMO, IL FESTIVAL ISPIRA LA CUCINA
 
PERCHE' ANDARCI Dal romanico al barocco, dal neoclassico al liberty: questa combinazione armonica di stili architettonici racconta la travagliata storia di questa città. Il vostro tour turistico deve cominciare dal Casinò, opera dell'architetto francese Eugène Ferret, inaugurato il 12 gennaio 1905. E non deve ovviamente tralasciare il primo cinematografo di Sanremo, antenato del famosissimo Teatro Ariston, venne realizzato nei locali dell'Eden Concert e inaugurato il 20 maggio 1906.

Leggi anche: GLI ALBERGHI STORICI DI SANREMO
 
DA NON PERDERE Tra i locali più famosi da visitare qui, il Ristorante da Vittorio in piazza Bresca e il Ristorante Trattoria Da Nico' ospitano spesso cene dello staff e degli ospiti. Per gli hotel i più presi di mira da vip e cantanti sono quelli più vicini al Teatro Ariston.
 
PERCHE' NON ANDARCI La città di Sanremo riesce a far parlare di sé non solo per il suo Festival. Oltre a essere location per il Premio Tenco, della gara ciclistica Milano-Sanremo, ospita la "Sanremoinfiore", tradizionale sfilata di carri fioriti.
 
COSA NON COMPRARE Non avendo particolari architetture che possano ergersi a simboli per gadget e souvenir, qui non troverete tantissimo di caratteristico tra i negozietti del centro. La tradizione, allora, scopritela a tavola: da non perdere il tradizionale pesto, la Torta Verde, il Coniglio alla Sanremese" e la "Sardenaira".

Leggi anche:
 
*****AVVISO AI LETTORI****** 
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
 
 

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Liguria
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati