Cerca nel sito
Castro Salento Otranto Puglia Minerva Enea Leuca

Salento: ritrovata la leggendaria "Minerva" di Enea

Databile al IV secolo a.C. si tratta della statua che indicava il luogo sacro in cui il progenitore di Roma sbarcò in terra italica...

Castro, mare, scogliere, salento
Courtesy of©www.castropromozione.it
Castro
PERCHE' SE NE PARLA A Castro, nel Salento, è stata ritrovata una statua di grandi dimensioni databile al IV secolo a.C. Si tratta probabilmente della Minerva del leggendario tempio che indicava il luogo "sacro" in cui, secondo l'Eneide di Virgilio, l'eroe Enea, progenitore di Roma, sbarcò in terra italica durante la fuga dalla città di Troia. La campagna di scavo guidata dall'archeologo Amedeo Galati ha individuato i resti di strutture murarie riconducibili alla "rocca con il Tempio di Minerva": la statua, mutilata, si trovava a oltre tre metri di profondità. In realtà potrebbe anche non essere lei la dea raffigurata: la tipologia della sua veste, che dovrebbe essere un gonnellino, rimanderebbe anche alla figura di Artemide. Durante lo scavo gli archeologi hanno rinvenuto anche la falange di un dito e un braccio. "A questo punto speriamo di poter trovare nei prossimi giorni anche gli altri elementi mancanti della statua", ha commentato Galati. La statua, se ricomposta, potrebbe raggiungere i 4 metri.
 
PERCHE' ANDARCI Castro, perla del Salento, luogo di mare incantato, dai bellissimi panorami e dalle acque cristalline, è una delle località più belle del Salento. Questa località è divisa in due parti ben distinte: da una parte Castro Marina, dove sorge anche il porto, dall'altra Castro Superiore, borgo di antiche origini in posizione panoramica sul mare, dove troviamo anche il Castello, eretto nella seconda metà del Cinquecento sulle rovine di un altro ancor più antico, e la Cattedrale, originaria del XII secolo.

Leggi anche: Dieci buoni motivi per scoprire il Salento
 
DA NON PERDERE Castro sorge al centro di un arco di costa stupenda che va da Otranto a S. Maria di Leuca. Esattamente a 15 km da Otranto, 45 da Lecce, 50 da Gallipoli e 25 da Leuca: quattro altre perle di grande bellezza per storia, tradizione e architettura. Otranto offre un grande mare e un centro storico delizioso, Gallipoli divertimento e stabilimenti balneari attrezzati, Lecce cultura, eventi e tanta bellezza ovunque, Leuca bei paesaggi e il caratteristico incontro delle correnti provenienti dal Golfo di Taranto e dal Canale d'Otranto (e non quello, come si dice comunemente, tra le acque dello Jonio e dell'Adriatico).

PERCHE' NON ANDARCI La meta di Castro, per quanto riguarda la balneazione, non è consigliata a chi non ama la scogliera e per le famiglie con bambini. Qui le acque diventano subito alte, e non ci sono spiagge, ma solo scogliere.

COSA NON COMPRARE Tra i souvenir del Salento, spiccano quelli alla lavorazione della terracotta e della cartapesta, ma anche della pietra leccese, in tutte le forme e colori. Molto belli anche i tamburelli per suonare la pizzica. Bocciate le palle con la neve: nel Salento ci sono bambini che non l'hanno ancora vista. Se cercate qualche prelibatezza low cost da portare ai vostri cari: i pasticciotti, tradizionali dolci locali, le frise, una sorta di pane biscottato, i rustici, ripieni di pomodoro e besciamella, e i tarallini. 

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati