Cerca nel sito
HOME  / gusto
amaretti di mombaruzzo piemonte prodotti tipici itinerari gastronomici

Asti: cosa hanno di speciale gli amaretti di Mombaruzzo

I gustosi Amaretti tipici della località della provincia astigiana vantano una storia lunga quasi tre secoli ed un gusto delizioso conferito dall'aggiunta delle armelline. La ricetta.

amaretti biscotti dolci saronno dolcetti
©Iryna Melnyk/iStock
Amaretti
Situato nella zona più orientale della provincia astigiana, Mombaruzzo è un Comune piemontese immerso nel verde che regala profumi e sapori unici. Alle piacevoli note dolci-amare dei suoi tradizionali amaretti, si unisce l'inebriante gusto dei suoi vini e delle sue grappe che testimoniano la radicata vocazione vitivinicola di questa zona della regione.

LA TRADIZIONE
Si narra che i prelibati Amaretti di Mombaruzzo videro per la prima volta la luce grazie ad un economo di casa Savoia nel corso del XVIII secolo. Il suo nome era Francesco Moriondo e pare che all'epoca dello svolgimento delle sue mansioni a corte, si innamorò di una giovane di origine siciliana, anch'ella di servizio presso la casa reale come pasticcera. La specialità della fanciulla era un dolce a base di mandorle del quale portò la ricetta a Mombaruzzo quando la coppia, lasciata casa Savoia, si stabilì nel paese piemontese dove aprì un piccolo laboratorio di pasticceria dove i biscotti alla mandorla vennero perfezionati e la loro ricetta si arricchì dell'aggiunta delle armelline che donavano una piacevole nota amarognola al prodotto. I nuovi Amaretti, ben presto, attirarono l'attenzione di altri pasticceri che iniziarono a loro volta a produrli trasformandoli in una vera tipicità locale.

LA DENOMINAZIONE
Gli amaretti, così chiamati proprio per il loro gusto amaro che li distingue dagli altri dolci, in Piemonte sono considerati una specialità tipica, tanto da essere stati inseriti nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

LE CARATTERISTICHE
Gli amaretti di Mombaruzzo sono deliziosi biscotti preparati con prodotti semplici e genuini. Il loro impasto, che non prevede l'utilizzo di farina, è realizzato con soli albumi, mandorle, zucchero ed armelline che si estraggono dai noccioli delle albicocche e che permettono di ottenere quel piacevole sentore amaro che contraddistingue la ricetta.

LA PRODUZIONE
I veri Amaretti di Mombaruzzo vengono oggi preparati secondo tecniche tradizionali, rigorosamente manuali, che permettono di ottenere e mantenere inalterato il loro gusto. Purtroppo, soltanto poche pasticcerie li producono seguendo la ricetta tradizionale, tra cui, naturalmente, la storica Pasticceria di Moriondo Carlo, fondata dal figlio di Francesco e della sua compagna, che li serve anche presso la sua caffetteria.

LA CULTURA
La prova del successo di questi biscotti nel corso del tempo sono i numerosi riconoscimenti ottenuti durante prestigiose manifestazioni gastronomiche. I gustosi biscotti di Mombaruzzo vennero, infatti, premiati con la medaglia d'oro alle esposizioni di Napoli nel 1882, di Milano e Torino nel 1884 e di Roma nel 1895.

IN CUCINA
Grazie all'assenza di farina nella ricetta degli Amaretti di Mombaruzzo, i gustosi biscotti piemontesi possono essere consumati anche da chi soffre di intolleranze al frumento. Il loro sapore dolce-amaro consente gli abbinamenti più svariati tra cui quello delizioso con la grappa.

La ricetta: Amaretti di Mombaruzzo. Ingredienti: mandorle, armelline, albumi, zucchero. Per preparare i tipici biscotti locali le mandorle e le armelline vengono passate nella raffinatrice per poi essere trasferite nell'impastatrice ed essere unite allo zucchero e all'albume fresco. L'impasto viene lavorato rigorosamente manualmente e modellato con la classica forma degli amaretti. I biscotti vengono, quindi, posti sulle teglie, cotti in forno e, una volta raffreddati, confezionati singolarmente all'interno delle tipiche cartine che ne preservano la morbidezza.

Altre ricette:
Gelo di Mellone palermitano
Panna cotta alle amarene sciroppate di Cantiano
Troccoli alla Burrata di Andria e Pomodori secchi

IL TERRITORIO Placidamente adagiato tra due verdeggianti colline della provincia astigiana, Mombaruzzo è una pittoresca località piemontese che offre una vista mozzafiato e sprigiona atmosfere d'altri tempi. In un suggestivo susseguirsi di antichi edifici dai portoni rinascimentali, di strette e ripide strade, il centro storico regala scorci estremamente caratteristici, a cominciare da quello della piazzetta del cimitero vecchio antistante la chiesa di S. Maria Maddalena, di orgine romanica ma più volte rimaneggiata, e quello offerto dalla Torre Civica che svetta solitaria dominando il nucleo più antico del paese.

Leggi anche:
WiMu: a Barolo il più innovativo Museo del Vino
Barbera, eccellenza al femminile in Piemonte
La Granfondo della Nocciola Alta Langa
Bagna Caoda: il ritule piemontese più gustoso

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100