Cerca nel sito
HOME  / cuore
palermo attrazioni monumenti itinerari romantici

Palermo, paradiso per innamorati tra terra e mare

Il capoluogo siciliano offre innumerevoli spunti per piacevoli passeggiate romantiche

Veduta di Palermo
©iStockphoto
Panorama di Palermo
Chi ha già visitato Palermo conosce bene le sensazioni che questa perla siciliana è in grado di suscitare quando si passeggia alla scoperta delle sue strade caratteristiche e delle innumerevoli testimonianze lasciate nel corso del tempo dalle diverse civiltà succedutesi sul suo territorio. Crocevia di genti e culture, Palermo è il cuore geografico del Mediterraneo. Tra terra e mare regala scorci meravigliosi in cui spiccano bellezze storiche e architettoniche che, dal neocalissico, al barocco, all'arabo, risalgono sino al paleolitico. E' impossibile non innamorarsi di questa città, dei suoi quartieri storici, delle chiese dagli stili più disparati, dei pittorechi mercati, della magnifica cattedrale, della monumentale Fontana della Vergogna (ve ne abbiamo parlato qui). Ma anche chi ha già avuto la fortuna di ammirare questi capolavori, nel bel capoluogo siciliano troverà sempre nuovi spunti per concedersi una vacanza indimenticabile, specialmente se in dolce compagnia. Esplorando la città, infatti, si scopriranno tantissimi luoghi perfetti per una passeggiata romantica in ogni stagione dell'anno. Luoghi dalle atmosfere magiche che offrono una cornice perfetta per scambiarsi dolci baci. Ecco, dunque, dove sorprendere la dolce metà durante una fuga di coppia a Palermo.

Ci sono luoghi che entrano nel cuore senza mai uscirne. Palermo è uno di questi. Ogni passeggiata regala grandi emozioni, ma per chi cerca una vera esplosione di romanticismo ci sono alcune tappe in grado di far sciogliere i cuori più duri. Si potrebbe cominciare, ad esempio, con lo splendido Castello della Zisa. Splendido di nome e di fatto perchè il nome di questa incantevole costruzione risalente al XIII secolo deriva dalla lingua araba e significa proprio "la splendida". Il suo fascino è seducente ed il giardino che lo circonda, di recente restauro, è un trionfo di giochi d'acqua e grandi vasche che creano una cornice perfetta per una passeggiata mano nella mano. Era la dimora estiva dei re e rappresenta un matrimonio perfetto tra lo stile normanno ed arabo, tanto da essere dichiarato Patrimonio dell'Umanità UNESCO nell'ambito Itinerario Arabo-Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale. Al suo interno è possibile visitare l'interessante Museo d'Arte Islamica. Leggi qui per scoprire di più sul Castello della Zisa



Per chi preferisce, invece, i panorami da cartolina, il Monte Pellegrino, che chiude a nord il Golfo di Palermo e a sud quello di Mondello, offre la cornice ideale per un romantico bacio con la Conca d'Oro ai propri piedi. La montagna calcarea sulla quale sorge il Santuario della patrona Santa Rosalia, è stata, non a caso, definita "Il promontorio più bello del mondo da Goethe". E quando ci si affaccia per ammirare la splendida vista della città, dei suoi dintorni e del suo mare magnifico, sembra davvero difficile contraddirlo. Ogni momento è buono per raggiungere la vetta tanto cara allo scrittore tedesco ma al momento del tramonto, quando il sole con i suoi mille colori si tuffa al di là dell'orizzonte, lascerà un segno indelebile sul cuore di chi avrà la fortuna di trovarsi sulla sua cima.

Ma per portare la serata ad elevati livelli di romanticismo, una volta ammirato il tramonto sul Monte Pellegrino, vale la pena concedersi una bella passeggiata sotto le stelle discendendo dal promontorio lungo il Sentiero della Rufuliata. Tra un tornante e l'altro è impossibile non buttare l'occhio sugli splendidi panorami che cambiano di continuo offrendo prospettive sempre nuove per scambiarsi un romantico bacio. E per chi non ne avesse mai abbastanza di romantiche passeggiate panoramiche mano nella mano, la Scala Vecchia offrirà un affascinante percorso alternativo per salire e scendere dal "promontorio più bello del mondo".



Ai piedi del Monte Pellegrino c'è un altro luogo in grado di rendere ogni passeggiata un vero e proprio trionfo di romanticismo. Si tratta del Parco della Favorita, polmone verde della città commissionato da Ferdinando IV di Borbone, particolarmente amato da chi desidera concedersi un momento di tranquillità con la propria dolce metà tra un monumento e l'altro. Lungo i viali di Ercole e di Diana si potranno ammirare eleganti giardinetti e fontane incastonati tra fiori e fichi d'india. Da non perdere, inoltre, una sosta al cospetto della graziosa Palazzina Cinese, dall'originale architettura, con le sue elegantissime sale tutte da esplorare poste su quattro livelli. Ve ne abbiamo parlato qui.



Gli amanti della natura e delle architetture non potranno resistere neanche ad una piacevole passeggiata alla scoperta dell'Orto Botanico e di Villa Giulia. Basterà raggiungere via Lincoln per scoprire oltre 10.000 specie botaniche differenti disseminate in un giardino incantevole che si estende per circa 10 ettari. Dal verde rigoglioso, fanno capolino magnifiche installazioni che spaziano dal colonnato in stile neoclassico all'ingresso principale, sino alle finte rovine e alla vicina fontana raffigurante, probabilmente, il busto di una divinità. La passeggiata è un piacevole susseguirsi di placidi laghetti ed eleganti aiuole che conducono sino alla splendida Villa Giulia con i suoi eleganti vialetti, le fontane e le sculture tra le quali le più rappresentative sono la Fontana del Genio di Palermo e l'Orologio del Dodecaedro che rappresenta un giovane accovacciato che porta sulla schiena un dodecaedro in marmo che, su ogni faccia, reca un orologio solare. Vi abbiamo parlato qui del magnifico Orto Botanico di Palermo



E' difficile immaginare un luogo più romantico di un'antica chiesa con il solo cielo a fare da soffitto. Ma Santa Maria dello Spasimo, cinquecentesca chiesa benedettina dalla storia travagliata, è questo e ancora di più. Oggi, infatti, l'edificio non sfoggia soltanto le vestigia di una splendida chiesa il cui tetto della navata centrale, anche dopo le opere di riqualificazione, è stato lasciato scoperto come un grande lucernario sul bel cielo di Palermo, ma rappresenta anche un vero e proprio teatro a cielo aperto, dove assistere ad interessanti eventi musicali, teatrali e culturali in una cornice più unica che rara. Si trova nel quartiere della Kalsa, uno dei più antichi e caratteristici della città, dove si potrà continuare la serata passeggiando per le vie pittoresche o fermandosi in uno dei numerosi locali.



Chi ama passeggiare non potrà tralasciare di raggiungere uno dei luoghi più emblematici del nucleo antico della città. E' noto come i Quattro Canti e si trova all'intersezione dei due principali assi viari del centro storico. Là dove via Maqueda ed il Cassaro (oggi via Vittorio Emanuele) si incontrano, si crea una piazza dalle atmosfere magiche incorniciata da veri e propri capolavori architettonici. Piazza Villena, questo il suo nome, viene chiamata i Quattro Canti in omaggio alle quattro costruzioni seicentesche riccamente decorate che la incorniciano, formando un perfetto ottagono interrotto soltanto dagli sbocchi viari che si alternano gli edifici. Proprio, probabilmente, per la forma della sua pianta, un tempo era nota anche come Ottangolo ma è conosciuta anche, più romanticamente, come Teatro del Sole perchè, ad ogni ora della giornata, c'è sempre il sole ad illuminare almeno una delle quinte architettoniche.



Il mare, si sa, esercita sempre un irresistibile romanticismo, in qualunque stagione lo si ammiri. E a Palermo il mare è protagonista incontrastato. Le splendide acque che lambiscono la città e i suoi dintorni offrono innumerevoli spunti per una passeggiata mano nella mano. La Cala, il grazioso porticciolo turistico incastonato in un'insenatura a forma di "U" ed il Foro Umberto I, più noto come Foro Italico, ad esempio, offrono una cornice perfetta per una serata a passeggio con la propria dolce metà, tra eleganti arredi urbani, imbarcazioni, luci soffuse e locali di tendenza. Il tutto con l'irresistibile suono del mare a fare da sottofondo.

Proprio in parallelo al Foro Italico, le mura delle Cattive offrono un'altra magnifica opportunità per concedersi una piacevole passeggiata in dolce compagnia. Da questa splendida terrazza che si affaccia sul Foro Italico, infatti, si gode di uno dei panorami più affascinanti di Palermo circondati da palazzi storici e da una vegetazione rigogliosa. Il loro nome deriva dal termine "captivae", che letteralmente significa "prigioniere", e fa riferimento alle vedove che, prigioniere del proprio dolore e del lutto che portavano, erano solite raggiungere questa terrazza non potendo frequentare il Foro Italico.



Ma per chi il mare non si accontenta di ammirarlo da lontano, l'appuntamento è sulle due spiagge più emblematiche di Palermo: Mondello e l'Addaura. La sabbia di Mondello lambita dal limpido mare siciliano è il luogo perfetto per gustare uno dei deliziosi dolci siciliani o un buon gelato, ammirando, magari, i colori del tramonto che tingono il cielo e l'acqua. Ma i selvaggi scogli dell'Addaura, da raggiungere in un susseguirsi di tornanti e viottoli immersi nella vegetazione, sapranno scalfire l'animo dei viaggiatori più esigenti regalando, in ogni stagione, panorami da sogno e fondali perfetti per gli amanti dello snorkeling.


Leggi anche:
Sicilia: 5 itinerari seguendo l'arte più bella dell'isola
Weekend in Sicilia: itinerario in 5 tappe tra i sapori dell'isola


CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati