Cerca nel sito
HOME  / cuore
liguria riviera ligure borghi itinerari romantici

Liguria, bellezza e romanticismo a Portofino

Il magnifico borgo della Riviera di Levante è una meta perfetta per ogni coppia in cerca di romanticismo

Portofino
istockphoto.com
Portofino
Come splendide perle infilate in una preziosa collana, i variopinti borghi marinari della Riviera Ligure che, uno dopo l'altro si affacciano su un mare limpido e dalle sfumature sorprendenti, regalano un susseguirsi di bellezze paesaggistiche e tesori di estrema rilevanza storica ed architettonica incastonati in una cornice dal fascino irresistibile. Non si più desiderare di più per concedersi una romantica fuga di coppia con la propria dolce metà. Le località della Rivera si rivelano, infatti, una meta perfetta per godere di un mare meraviglioso in ogni stagione, tanto in estate, quando si può godere dell'opportunità di immergersi e rinfrescarsi in acque cristalline ed azzurrissime, tanto in inverno, quando i paesaggi marinari regalano suggestioni tutte speciali che invitano alla contemplazione ed alla meditazione. Portofino non fa eccezione ed, anzi, questa splendida gemma della Riviera di Levante offre tutto ciò che serve ad ogni coppia di innamorati per staccare la spina dalla quotidianità e ritagliarsi un momento di condivisione carico di emozioni.



Sono tanti gli artisti e gli scrittori che, nel corso della storia, si sono lasciati incantare dal fascino senza tempo di Portofino, con le sue case colorate che si specchiano nel mare e la natura lussureggiante del Parco Naturale Regionale che avvolge il borgo come in un verde abbraccio. Guy de Maupassant, ad esempio, descrisse la località come “un piccolo villaggio che si allarga come un arco di luna attorno a questo calmo bacino”. Le parole cariche di suggestione dello scrittore francese sarebbero già sufficienti a risvegliare la curiosità di ammirare dal vivo questa piccola perla colorata posata al confine tra il Golfo del Tigullio e il Golfo Paradiso. Ma quando si scopre che Portofino, tra i suoi scorci incantevoli e la natura mozzafiato custodisce autentici tesori di elevato valore storico, culturale e naturalistico, diventa davvero difficile resistere alla tentazione di raggiungere il borgo e perdersi tra le sue bellezze in dolce compagnia. Incastonati tra il Parco Naturale Regionale di Portofino e l'Area Marina Protetta di Portofino si scopriranno siti di grande fascino che sarà ancora più piacevole ammirare assieme ad una persona speciale.

Per portare immediatamente il romanticismo al massimo livello possibile, vale la pena concedersi una piacevole passeggiata alla scoperta della graziosa “piazzetta” dalle atmosfere esclusive, tanto amata dal jet set con i suoi eleganti negozi e le viuzze suggestive, e del delizioso porticciolo che, con le sue tipiche case colorate, rievoca la lunga storia marinara del borgo i cui abitanti erano definiti “delfini” da greci e romani, tanto erano abili nella navigazione. Se il richiamo del mare dovesse risultare davvero irresistibile, vale la pena proseguire la propria passeggiata sino al faro di Punta del Capo (Punta Portofino) dal quale si può ammirare uno dei panorami più spettacolari del promontorio che domina l'intera baia facendo percepire tutta la bellezza e la potenza del mare.



Quando si visitano queste località ricche di storia, però, non si può tralasciare di intraprendere un itinerario alla scoperta dei loro siti più rappresentativi. Portofino ne custodisce alcuni di grande fascino. Prima su tutti l'antica chiesa intitolata al patrono San Giorgio. La sua edificazione risale al XII secolo e al suo interno sono custodite le reliquie portate dai marinai di ritorno dalle Crociate. Soffermandosi sul suo sagrato, invece, si potrà godere di uno splendido panorama da cartolina tutto da immortalare. Tra gli edifici religiosi merita, inoltre, una visita, l'interessante Oratorio della Confraternita dell’Assunta, in stile gotico. Non lontano dalla chiesa di San Giorgio, invece, il cinquecentesco Castello Brown emerge da un magnifico giardino pensile ricco di fiori, roseti e pergolati, regalando l'opportunità di ammirare splendidi bassorilievi ed arredi architettonici in marmo o ardesia. Questa antica fortezza, dalla quale si potrà raggiungere Punta del Capo ed il suo faro, fu la dimora Sir. Montague Yeats Brown e tra le sue mura la scrittrice Elisabeth von Armin scrisse il romanzo "Un incantevole Aprile".

Proprio il mese di aprile potrebbe rivelarsi un ottimo periodo per pianificare una fuga romantica alla scoperta di Portofino e delle sue meraviglie. Oltre a godere del gradevole clima primaverile, infatti, a fine mese, il 23, si potrà prendere parte ai suggestivi festeggiamenti dedicati al patrono San Giorgio celebrato con la tradizionale processione ed un romantico falò che illumina la piazza. La stagione primaverile è, inoltre, un ottimo momento per concedersi piacevoli gite ed escursioni alla scoperta di alcuni siti di grande fascino. Da non perdere, ad esempio, una gita in barca alla scoperta del Golfo del Tigullio. Raggiungendo Rapallo, ad esempio, si potranno ammirare le magnifiche creazioni in merletto realizzate con la tecnica del Tombolo dalle donne del posto che tramandano, di generazione in generazione, un mestiere antico che richiede grande maestria. Magnifici merletti in filo di Fiandra potranno essere acquistate anche presso le numerose botteghe artigiane di Portofino.

Vi abbiamo parlato qui degli splendidi merletti di Rapallo, di dove ammirarli e di dove acquistarli



Durante la bella stagione, inoltre, ed in particolare dal mese di marzo al mese di ottobre, La Cervara, Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino, ogni prima e terza domenica del mese, e in occasione della domenica di Pasqua, apre le proprie porte ai visitatori che avranno l'opportunità di ammirare i suoi splendidi giardini monumentali all'italiana, gli unici di tutta la Liguria. Situata in una magnifica posizione panoramica a picco sul mare tra Santa Margherita Ligure e Portofino, l'antica abbazia trecentesca è stata oggetto di una imponente opera di restauro che l'ha trasformata in un'ambita location per eventi e cerimonie dotata persino di stanze in cui soggiornare in una cornice di estremo fascino. Durante la visita si potranno ammirare gli splendidi giardini che si sviluppano su terrazze poste su due livelli collegati con una rete di pergole e gradini di raccordo che valorizzano la ricca vegetazione ed in particolare il monumentale glicine viola plurisecolare al quale è stato dedicato un incantevole pergolato che rappresenta il luogo più significativo e suggestivo dell'intero complesso. Abbiamo parlato qui di La Cervara e del suo magnifico giardino.



Le coppie che amano sperimentare il contatto con la natura non resteranno, certamente, deluse anche dalle numerose escursioni che si possono intraprendere all'interno del Parco Naturale Regionale (ve ne abbiamo parlato qui). Con i suoi 1.200 ettari di superficie ed una zona di cornice di circa 3.400, l'area protetta si offre come una sintesi perfetta dell'intera costa ligure. Sul suo territorio si potranno, infatti ammirare paesaggi dalla natura selvaggia che si alternano a graziosi insediamenti rurali e borghi marinari, boschi mesofili e macchia mediterranea, rupi e falesie a picco sul mare e pittoreschi muretti a secco, folti boschi di castagni che si alternano a filari di pini domestici, frutteti, agrumeti e piccoli orti. Basti pensare che il Parco con le sue 700 specie spontanee, vanta una delle più elevate concentrazioni floristiche del Mediterraneo oltre ad una fauna estremamente ricca e variegata che, tra gli invertebrati, annovera ben 20 endemismi liguri.



Ma chi raggiunge Portofino non può certamente rinunciare ad ammirare quello che viene considerato uno dei luoghi più spettacolari di tutta la Riviera di Levante. Incastonata in una insenatura del litorale ligure, tra gli scogli e l'Area Marina Protetta di Portofino, l'Abbazia di San Fruttuoso è un autentico capolavoro architettonico che si integra alla perfezione con lo splendido paesaggio circostante. Un luogo dal fascino antico e dalle atmosfere idilliache, isolato dal mondo e dal caos, che può essere, infatti, raggiunto soltanto via mare o percorrendo, a piedi, uno dei pittoreschi sentieri immersi nella natura. Le sue origini sono incerte ma, secondo la leggenda, a creare questa autentica opera d'arte furono cinque monaci spagnoli in fuga da Terragona invasa dagli arabi, che, al termine di un lungo e faticoso viaggio, scelsero questo luogo incantato per custodire le reliquie del Vescovo Fruttuoso. Abbiamo parlato qui della splendida Abbazia di San Fruttuoso.



Leggi anche:
Liguria: farina di castagne del Beigua
Idee weekend: 5 trekking vista mare in Liguria

CONSIGLI PER IL WEEKEND
dI PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE



Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati