Cerca nel sito
pasqua pasquetta escursioni parco naturale regionale di portofino

Liguria: Pasquetta panoramica sul Sentiero dei Tubi

Nel Parco Naturale Regionale di Portofino si ripercorre l'antico tracciato dell'acquedotto di Camogli tra tunnel, passaggi a strapiombo e scenari mozzafiato

golfo paradiso portofino sentiero tubi camogli mare natura
Courtesy of ©Archivio Ente Parco Portofino - Parks.it
Il Golfo Paradiso visto dal Sentiero dei Tubi
La parola d'ordine per eccellenza del giorno di Pasquetta è “gita fuoriporta”. Ma non è detto che per trascorrere il Lunedì dell'Angelo all'aria aperta si debba necessariamente organizzare un pic nic con con annessa la consueta “abbuffata” in compagnia. Anzi, si potrebbe, ad esempio, decidere di intraprendere una piacevole escursione in mezzo alla natura e cogliere l'occasione per tenersi in forma e smaltire la mangiata del giorno di Pasqua camminando tra magnifici paesaggi, magari come quelli del Parco Naturale di Portofino che, per il giorno di Pasquetta, ha pensato ad un'iniziativa molto speciale che metterà alla prova la resistenza e le doti atletiche dei visitatori più allenati.

PASQUETTA ALLA SCOPERTA DEI PIU' BEI PARCHI VISITABILI

Si tratta di un itinerario tanto impegnativo quanto affascinante che consentirà di ripercorrere l'antico tracciato dell'acquedotto che riforniva la città di Camogli. Le grandi finestre panoramiche ed il passaggio attraverso le buie gallerie scavate nel conglomerato hanno reso il Sentiero dei Tubi uno dei più particolari e suggestivi del Monte di Portofino che offrirà ai partecipanti una versione di sé ancora più speciale. Il percorso, che potrà essere seguito soltanto con l'accompagnamento di una guida del Parco, riserva scorci pittoreschi e paesaggi mozzafiato da ammirare attraversando tunnel, scalette e passaggi a strapiombo che richiedono una certa pratica ed una buona forma fisica, ma che certamente non deluderanno gli escursionisti più esigenti.

FOTO: I PARCHI NAZIONALI D'ITALIA

E non potrebbe essere altrimenti, perchè il Parco Naturale Regionale di Portofino è un autentico concentrato di tutti gli scenari che rendono la Liguria così affascinante. In un'area protetta di circa 1.200 ettari ed in una zona di cornice di circa 3.400, si scopre una sintesi perfetta dell'intera costa ligure, sia dal punto di vista naturalistico che da quello storico-antropologico. Paesaggi selvaggi si alternano a caratteristici insediamenti rurali e borghi marinari, mostrando l'interessante fusione tra natura e attività umana che da secoli caratterizza questi territori che rappresentano il punto di confluenza di tre differenti “civiltà”: quella del castagno, quella dell'ulivo e quella marinara.

CINQUE AGRITURISMI PERFETTI PER GODERSI LA PRIMAVERA

E se il settore settentrionale si distingue per i suoi boschi mesofili, in quello meridionale si possono osservare la fitta macchia mediterranea, le pinete, le foreste di leccio, le garighe e le praterie di felci aquiline e ampelodesma. Nelle zone rurali si estendono, invece, rigogliosi uliveti. Le falesie a picco sul mare, le rupi e i muri a secco vantano, a loro volta, peculiari sistemi biologici, mentre a ridosso degli insediamenti, racchiusi tra la macchia e la foresta, si possono osservare magnifici castagni, filari di pini domestici, piccoli orti, e profumati agrumeti e frutteti. Non c'è da meravigliarsi, dunque, se il Parco, con le sue 700 specie spontanee, vanta una delle più elevate concentrazioni floristiche del Mediterrnaeo alla quale si accompagna una fauna estremamente ricca e variegata che, tra gli invertebrati, conta ben 20 endemismi liguri.

L'appuntamento è dunque per il giorno di Pasquetta alle nove di mattina a Camogli, presso la chiesa di San Rocco, per partire alla scoperta del Sentiero dei Tubi che offrirà interessanti spunti per scoprire un territorio che merita di essere esplorato ed ammirato in ogni suo scenario. E, al termine della passeggiata, l'occasione sarà ottima per decidere di continuare a visitare altri suggestivi angoli del Parco, proseguire per San Fruttuoso, oppure tornare a casa, stanchi ma contenti di aver trascorso una giornata all'insegna delle bellezze naturalistiche del nostro Paese.

SAN FRUTTUOSO: TREKKING A PICCO SUL MARE

Leggi anche:
Liguria: farina di castagne del Beigua
Trekking in rosa al Parco del Beigua
Liguria: Visioni celestiali nel Parco dell'Antola

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Black Friday
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati