Cerca nel sito
San Gimignano cosa fare

San Gimignano, cosa visitare (e assaporare) nella città delle torri

La splendida città toscana offre scorci romantici, musei particolari e una gastronomia con un protagonista eccellente

Centro di San Gimignano
istockphotos
Centro di San Gimignano
Il fatto che il suo centro storico sia Patrimonio Unesco la dice lunga sulla sua bellezza e sul suo valore storico-artistico. In effetti San Gimignano è una delle perle più preziose della Toscana: il borgo dallo skyline iconico, non certo per i grattacieli, ma per le 14 torri che svettano, è una destinazione imperdibile per chi è in visita nella zona. La sua struttura medievale, rimasta pressoché intatta, offre al visitatore un’atmosfera unica, mentre il meraviglioso paesaggio circostante (ci troviamo nella splendida Val d’Elsa) crea una cornice da cartolina. Tra piazzette, strade acciottolate, palazzi antichi, pozzi, monumenti, sono custoditi capolavori dell’arte e dell’architettura italiana del XIV e XV secolo. Essendo un sito culturale protetto, ogni intervento urbano si attiene al principio della conservazione, per preservare e non snaturare un tale gioiello. Se vi è venuta voglia si conoscere meglio San Gimignano, ecco 5 visite ed esperienze da fare nella cittadina toscana. Alcune sono iconiche, altre più curiose.

IL CENTRO STORICO
Il centro storico della ‘città turrita’ è composto di edifici storici di grande bellezza. Una passeggiata tra i pittoreschi vicoli può dare un’idea di come l’impianto medievale sia rimasto immutato nei secoli, e di quanto all’epoca San Gimignano fosse florida e abitata da famiglie nobiliari: sono molti i palazzi che meritano una visita, ma anche semplicemente ammirarli dall’esterno è un’esperienza entusiasmante. Fra l’altro, pochi borghi in Italia si posono dire tanto romantici: ecco cosa non perdere in un tour del centro storico.



TORRE E CASA CAMPATELLI
Se siete indecisi tra quali edifici storici visitare dall’interno, segnatevi questo nome: Torre e Casa Campatelli. Un bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano, che racchiude un edificio settecentesco e una delle celebri torri. Una visita nella splendida dimora offre la possibilità di conoscere da vicino la vita di una famiglia altolocata dell’800-900 (gli arredi risalgono principalmente a quest’epoca) ma anche di ripercorrere a ritroso la storia del borgo toscano grazie ad installazioni tecnologiche che la rendono un vero e proprio museo. Scopri di più su questa dimora storica.

IL MUSEO DELLA TORTURA
Non tutto il retaggio storico di San Gimignano è pittoresco e romantico: c’è anche un aspetto più macabro che viene rappresentato all’interno del Museo della Tortura e della Pena di Morte. All’interno di un edificio medievale, sono esposte decine di macchine e invenzioni impiegati (in particolare dalla Santa Inquisizione) per torturare e uccidere. Un macabro excursus nella crudeltà umana, che comprende pezzi eccezionalmente rari. Scopri di più sul museo.



IL MUSEO DI ORNITOLOGIA
Non solo musei macabri: a San Gimignano numerose gallerie ospitano mostre temporanee, ma c’è anche un museo particolare per gli amanti della natura. Si tratta del Museo di Ornitologia, la cui sede è una piccola chiesa del ‘700, la cui collezione di aviofauna (imbalsamata) proviene dalla passione di una marchesa locale. Se vi interessa un piccolo museo delle scienze naturali questo è il posto giusto: scopri di più.

LO ZAFFERANO
Non che in Toscana manchino le specialità gastronomiche, ma se volete assaggiare qualcosa di veramente speciale a San Gimignano puntate sullo zafferano: qui si produce da secoli una preziosa specie di fiore da cui si ricava la saporita spezia, la cui eccellenza è confermata dalla Denominazione di Origine Protetta. Protagonista in cucina oggi come un tempo, lo zafferano vanta una storia antica e leggendaria: scoprite di più (inclusa una golosa ricetta).

Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Toscana
  • Sovana e il suo tesoro
    ©iStockphoto

    Sovana e il suo tesoro

    Il borgo in provincia di Grosseto tra storia e leggenda, cosa sapere sul paese natale di Papa Gregorio VII
  • La Toscana che profuma di olio
    istockphoto.com

    La Toscana che profuma di olio

    L'olio Toscano IGP è un'eccellenza che vanta una tradizione secolare ed un gusto inconfondibile
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati