Cerca nel sito
HOME  / cuore
San Gimignano attrazioni e ristoranti

Toscana: l’amore sboccia tra le torri di San Gimignano

La suggestiva località in provincia di Siena, con il suo inconfondibile profilo riconoscibile anche da lontano, è pervasa da una coinvolgente atmosfera storica e romantica 

Panorama notturno di San Gimignano
©Italia.it
San Gimignano veduta notturna
A metà strada tra Firenze e Siena la piccola città fortificata di San Gimignano è celebre nel mondo per la sua architettura particolare e le torri medievali che ne contraddistinguono il profilo. Nel suo periodo più florido le ricche famiglie nobiliari arrivarono a costruire ben 72 torri come simbolo di benessere e potere: di queste se ne ammirano oggi 14 che donano alla località toscana un’atmosfera ancora più affascinante, contribuendo a renderla destinazione perfetta anche per chi viaggia in coppia. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, San Gimignano si offre agli occhi del visitatore adagiata su di un colle dominante la Val d’Elsa, con le sue piazze principali che sono Piazza della Cisterna cinta da case e torri medievali e Piazza del Duomo dove si svolgeva la vita pubblica.

Dalle Torri dei Becci e dei Cugnanesi si possono scrutare le case più importanti come Palazzo Razzi, Palazzo Tortoli e Casa Silvestrini che ospitava anticamente l’ospedale. Ci sono poi la famosa Torre del Diavolo ed il Palazzo dei Cortesi, la Loggia del Comune, le Torri Gemelle, degli Ardinenghi e la torre di Pellari. Piazza del Duomo colpisce per la ricchezza degli edifici circostanti che permettono un vero e proprio viaggio indietro nel tempo. Al centro dominante la piazza dall’alto di una scalinata, la Collegiata, ovvero il Duomo del 1100, in stile romanico toscano, di fronte al Palazzo Vecchio del Podestà, alla Torre Rognosa e alla Torre Chigi. Al suo interno opere pregevoli ad affresco dei maggiori artisti toscani dell’epoca come Benozzo Gozzoli, il Ghirlandaio o Jacopo della Quercia. Caratteristica del Palazzo Vecchio del Podestà è la facciata dal grande arco che termina con merli in stile guelfo. La torre si chiama Rognosa poichè il palazzo dopo il trasloco del podestà divenne carcere: alta oltre 50 metri è seconda solo alla Torre Grossa, alta 54. Raggiungibile solo a piedi è la vicina Piazza Pecori, pavimentata con cotto a spina di pesce, sul cui lato si apre la Loggia del Battistero e davanti il Palazzo della Propositura sede dell’archivio dell’Opera. Risale alla fine del Duecento il Palazzo Comunale, con il suo caratteristico Arrengo, un balcone da cui si accede attraverso delle scalinate dal quale il podestà era solito parlare alla popolazione.

Racchiusa da file di case che la rendono luogo tranquillo con una cisterna al centro e due chiese ai lati è Piazza Sant’Agostino, la cui chiesa omonima, dopo il Duomo, è la più importante di San Gimignano e conserva capolavori di scultura e pittura di artisti di epoca medioevale e del Rinascimento. A conclusione di una passeggiata romantica che porta alla scoperta degli scorci più suggestivi di San Gimignano non può mancare una sosta culinaria in un luogo carico d’atmosfera come il Perucà (Via Capassi 16), ricavato dalle vecchie cantine di uno dei più antichi palazzi della città e composto di due salette con pareti in pietra e soffitto di mattoni, dove vengono proposti piatti semplici rivisitati in chiave moderna. Il ristorante Bel Soggiorno (Via San Giovanni 91), è dotato di una bellissima terrazza panoramica e con i pavimenti in cotto e soffitti con travi a vista garantisce un ambiente elegante per una cena intima.

Leggi anche: L'ORO GIALLO DELLA CITTA' TURRITA
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione Toscana
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100