Cerca nel sito
Ferrara 

Ferrara magica anche tra i fantasmi

La bella città emiliana non manca di offrire perfette suggestioni per Halloween, tra fantasmi ed esperienze extra sensoriali

Nebbia sul Castello Estense
©iStockphoto
Il Castello Estense avvolto nella nebbia
Ferrara si presenta come una città a misura d’uomo, dove tutti vanno in bicicletta e dove le bellezze rinascimentali sono di tale valore che l’intero centro storico è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Con la sua atmosfera rilassata, le poche auto nel centro e gli spazi vivibili che la caratterizzano, sprigiona atmosfere che riportano il visitatore al tempo della famiglia d’Este, celebre per essere stata una delle casate più importanti d’Europa e per la sua particolare predilezione per l’arte e la bellezza. Bellezza che si riflette in ogni angolo della città, ad incominciare dal suo monumento simbolo, il Castello Estense, ma anche nell’arte del mangiare bene, come dimostrano i diversi appuntamenti autunnali molti dei quali legati alla zucca.

IL CASTELLO ESTENSE
Sede delle milizie estensi con scuderie, armerie, magazzini, poi residenza nobiliare dove si svolgeva la vita della corte Estense, il Castello venne eretto nel 1385 come strumento di controllo politico e militare. I rappresentanti della famiglia Este alloggiavano sempre nella parte alta del palazzo, lasciando ai piani bassi la funzione difensiva del castello. Chi lo visita può scoprire gli appartamenti, le cucine, le le prigioni, il giardino, la cappella e capire molto della vita quotidiana al tempo degli Este. Scopri di più sul simbolo della città.

Leggi anche: Ferrara, il manicomio dei misteri

I FANTASMI DEL CASTELLO 
Il magnifico Castello Estense è anche il luogo dove si intrecciano storie d’amore e di fantasmi. Parisina Malatesta ed Ugo, figliastro di suo marito Niccolò III d’Este, sono infatti i protagonisti di una travagliata storia d’amore e i loro spettri inconsolabili sembra che ancora oggi vaghino tra le sale del castello e nella Torre dei Leoni, dove vennero rinchiusi. Scopri di più su questa storia romantica.

PALAZZINA DI MARFISA D’ESTE
Sempre di fantasmi si parla anche quando si scopre la Palazzina di Marfisa d’Este, un edificio storico edificato dal 1559 per volere del Marchese Francesco e di Lucrezia Borgia. Abitato dalla figlia Marfisa, è dotato di numerosi e bellissimi saloni. La tradizione vuole che la bella nobildonna, particolarmente colta ed attraente, avesse numerosi amanti che assassinava nei modi più disparati. Tra le mura del palazzo e in giro per la città si aggira ancora il suo fantasma, al seguito dei suoi tanti amanti. Scopri di più su questa vicenda.

LA CAMERA ANECOICA ACUSTICA
Per vivere un’ulteriore esperienza particolarmente suggestiva Ferrara offre un’attrazione da non perdere, la Camera Anecoica Acustica che si trova dento l’Università, nel Dipartimento di Ingegneria. Si tratta di una stanza del silenzio assoluto, una delle più grandi d’Europa nel suo genere: qui il suono è impossibile da propagare e nessuno riesce a resistervi più di tanto. Scopri di più su questa incredibile esperienza.

I CAPPELLACCI DI ZUCCA
Non si può visitare Ferrara in autunno senza assaporare uno dei piatti locali, i Cappellacci Igp, preparati con la zucca violina tipica della pianura ferrarese. Divenuto ormai un simbolo cittadino, i cappellacci hanno origini che risalgono al Rinascimento, alla corte del Duca Alfonso II d’Este. Scopri di più su questo piatto tipico di Ferrara. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati