Cerca nel sito
HOME  / gusto
Prodotti DeCo Calabria ricetta con Annona di Reggio

“U nonu”: il frutto esotico della Calabria

L’Annona di Reggio DeCo è dolce e cremosa. Ottima per il tortino con ricotta

frutto esotico coltivato in Calabria
iStock
Annona
Raccolta da fine agosto fino a dicembre, l’Annona (detta anche “Nona” o in dialetto “Nonu”) è un frutto di grandissimo pregio organolettico. L’Annona Cherimola è una specie originaria degli altipiani andini di Ecuador, Bolivia, Colombia e Perù, introdotta in Europa dagli spagnoli nel XVI secolo, anche se le prime coltivazioni a Granada e Malaga risalgono al XIX secolo. Nella terra d'origine è chiamato "chirimuya”, dal nome della cherimola, la pianta che produce i frutti. Con il termine "Annona di Reggio" si intendono le specifiche varietà coltivate e diffuse nel territorio comunale di Reggio Calabria.
 
LA TRADIZIONE L’Annona (Annona cherimola) è una pianta originaria degli altipiani andini di Perù, Ecuador, Colombia e Bolivia, oggi diffusa anche in Cile, California, Florida, Africa del sud e in vari paesi del Mediterraneo. Essa viene coltivata da sempre in alcune aree rurali della città calabrese (la prima piantagione risale al 1797) ed in aree vocate dello ionio reggino sia con la varietà Fino de Jete sia nelle varietà locali, ottenute da selezioni spontanee o effettuate dagli agricoltori nei decenni scorsi
 
LA DENOMINAZIONE L’Annona di Reggio ha ottenuto la certificazione DeCo.
 
LE CARATTERISTICHE La cherimola è un albero piccolo, eretto a chioma aperta. Il frutto è della grandezza di una mela, dalle sembianze simili a una pigna o una grossa fragola con la buccia verde vellutata. All'interno la polpa è biancastra, cerulea, cremosa, fondente con semi molto duri di colore nero, simili a quelli dell'anguria e non commestibili. Il frutto è dolce con un sapore che si può associare a un misto tra banana e ananas. Quando maturo e morbido la buccia può essere macchiata e scura. 
 
 
LA PRODUZIONE L'annona, a seconda della varietà, comincia la fase di fioritura in maggio e prosegue ad agosto ed in alcuni casi fino ad ottobre, a cui segue scalarmente la fase di allegagione e di inizio maturazione tra fine agosto e settembre e termina a dicembre. I migliori frutti  (peso, contenuto zuccherino, forma) sono quelli provenienti dalla prima parte del calendario di fioritura ed allegagione (luglio). Il frutto della varietà spagnola appare di colore verde brillante anche a maturazione e di forma omogenea cordiforme o conica, con buccia sottilissima ed areole omogenee e mediamente depresse. Il frutto delle varietà locali è spesso con buccia più liscia, di colore tendenzialmente verde-giallo con macchie e venature marroni e di forma irregolare e spesso deforme. Il peso medio è di 210 g (ma può arrivare anche a 500 g), polpa morbida di colore bianco-crema (con una resa dell’80% circa del frutto), poco succosa e ricca di semi (incidenza media pari all’8-10% in peso del frutto ed in numero da 20 a 40 mediamente).
 
LA CULTURA Il frutto matura in pochi giorni dopo la raccolta ed è di difficile conservazione. Presenta un’elevata concentrazione zuccherina (variabile da 16 a 25 ° Brix) e per questo è da sempre amato per le preparazioni dolciarie. Tra le bellezze naturali della costa di Reggio Calabria, il paesaggio che si ammira durante il periodo della fioritura degli alberi di Annona.
 
IN CUCINA Oltre a essere saporita, l’annona è molto nutriente, per via dell’altro contenuto di zuccheri e proteine, ma anche di buone dosi di vitamina C, calcio e potassio. Il frutto si gusta meglio freddo e quando raggiunge la giusta maturazione. Per poterlo assaporare occorre tagliarlo a metà e utilizzare un cucchiaino, oppure tagliarlo in spicchi. Le pasticcerie Reggine impiegano "u nonu" per dolci, gelati, marmellate e macedonie, ma anche distillati e liquori. 
 
 
LA RICETTA Tortino di ricotta e annona: montare delle uova con una quantità di zucchero pari al loro peso con il guscio, fino a che il composto non avrà raggiunto un colore chiaro e una consistenza spumosa. Poi si aggiunge la stessa quantità di ricotta e di farina setacciata con del lievito. A questo punto si unisce la polpa dell’annona, precedentemente separata dalla buccia e dai semi, e il succo avanzato con il quale si diluirà tanto latte quanto ne basta per rendere l’impasto cremoso, ma non liquido. Una volta trasferito il composto in stampini imburrati, si potrà infornare per circa 40 minuti a 150°. (orsomarsoblues.it)
 

Altre ricette
 
IL TERRITORIO Terra di incantesimi e sortilegi, cantata da D'Annunzio e celebrata dai viaggiatori inglesi dell'Ottocento, Reggio Calabria e tutta la sua la provincia sono degne di attenzione per la varietà di opere artistiche da vedere e di itinerari da seguire. Secondo porto d'Italia per il numero di passeggeri, la città è anche sede universitaria e importante centro balneare. Reggio viene anche definita "Città della Fata Morgana" per via dell'effetto ottico che da la sensazione dell'estrema vicinanza della costa siciliana permettendo di distinguerne in modo nitido le case. VISITA REGGIO CALABRIA: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche:
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100