Cerca nel sito
HOME  / gusto
Prodotti Igp Calabria ricetta con patata della Sila

Patati da' a Sila, la Calabria in un tubero

Iscritta nell'albo dei prodotti di montagna, la patata viene coltivata sull'altopiano della Sila da oltre due secoli. Per tradizione accompagna i peperoni nei "pipi e patati"

tuberi
iStock
Patate appena raccolte
La caratteristica principale della "Patata della Sila" è quella di possedere una percentuale di amido superiore alla media. Ciò rende il tubero calabrese più nutriente e soprattutto più saporito delle altre patate italiane. A conferirle questa caratteristiche è l'areale di produzione situato sopra i 1000 metri di altezza dal livello del mare. È una patata di alta qualità con forti connotazioni organolettiche, caratteristiche date dall'essere l'unico prodotto di alta montagna coltivato nel centro del Mediterraneo.
 
LA TRADIZIONE I primi riferimenti alla coltivazione della patata della Sila si trovano nella Statistica del Regno di Napoli del 1811. Certo è che la coltivazione della patata sull'altopiano silano è da sempre un'attività tradizionale e ha un ruolo importante nell'economia locale. A metà degli anni ‘50, per porre un certo ordine nella coltivazione del tubero, venne fondato il "Centro silano di moltiplicazione e selezione delle patate da seme" (CE.MO.PA.) che si occupa principalmente di diffondere semi certificati.
 
LA DENOMINAZIONE Dal 30 aprile 1998 fino al 9 ottobre 2010 ha fatto parte dell'albo dei prodotti agroalimentari tradizionali calabresi. Con Regolamento UE n. 898/2010 della Commissione dell’8 ottobre 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, è stato sancito il riconoscimento IGP per laPatata della Sila che si associa alle altre quattro DOP/IGP di patate riconosciute in Europa. Dal 2011 il territorio si è arricchito della presenza del Consorzio di Tutela della Patata della Sila IGP, riconosciuto dal MIPAAF, che svolge un’importantissima funzione di difesa e promozione del marchio.
 
 
LE CARATTERISTICHE Le semine avvengono nel mese di maggio e le raccolta nei mesi di settembre, ottobre e novembre. Questo fa si che il prodotto venga raccolto in condizioni ottimali di temperatura (10-15 °C) e non c’è il pericolo di germogliatura precoce. La patata della Sila, infatti, si caratterizza per l’ottima capacità di conservazione favorita anche dalle condizioni climatiche invernali molto rigide che consentono di mantenere i magazzini sempre tra i 6 e gli 8 °C e di conservare il prodotto senza l’ausilio di prodotti chimici antigermoglio. Il particolare clima e le caratteristiche dei suoli della Sila conferiscono al tubero un aspetto della buccia più consistente, con un colore di maggiore intensità cromatica e di tonalità più tendente al giallo, rispetto al colore giallo-aranciato tipico. Dal punto di vista organolettico si rileva un gusto tipico di patata più accentuato rispetto alle altre provenienze.
 
LA PRODUZIONE La zona di produzione comprende 13 comuni nella provincia di Cosenza e 13 comuni in provincia di Catanzaro. E’ solo dagli anni 50 che attorno alla patata è nato un sistema economico forte e sostenibile. Attualmente sono circa 200 le aziende agricole tra piccole medie e grandi che producono patate sull’Altopiano Silano. Le più rappresentative sono aggregate in strutture Cooperative, Consorzi e Organizzazioni di Produttori.
 
LA CULTURA A Camigliatello Silano, dal 1978, nel mese di ottobre si tiene la "Sagra della patata della Sila", mentre a Parenti, dal 1980, l'ultima domenica di agosto di tiene una manifestazione folkloristico-culinaria incentrata sulla patata della Sila. Il legame culturale è sottolineato anche dal largo impiego della patata in numerose ricette tipiche della tradizione gastronomica locale, come “pasta, patate e uova”, “pasta e patate al forno”, “pasta, patate e zucchine”, “pasta patate finocchio selvatico e carne”.
 
IN CUCINA E’ utilizzata per contorni accompagnata da verdure, stufati, pesce al forno e primi piatti come zuppe o paste. Le sue caratteristiche la rendono un prodotto ottimo per la frittura.
 
 
LA RICETTA Pipi e patati. Ingredienti per 4 persone: peperoni calabresi tondi piccanti e dolci 1 kg; patate della Sila Igp 1 kg; sale; olio evo. Lavare e tagliare i peperoni a fettine dopo averli privati dei semi al loro interno. Sbucciare le patate, tagliarle a fettine spesse qualche millimetro e sciacquarle sotto l’acqua corrente. Sacaldare quattro cinque cucchiai d’olio in padella fino a quando sarà tiepido e aggiungere prima le patate, e dopo qualche minuto i peperoni. Far cucocere a fuoco vivace girando di tanto in tanto per evitare che si attacchino aul fondo della padella. Quando la patata sarà ben cotta, ma non eccessivamente spappolata, salare e servire il piatto caldo.
 
Altre ricette
 
IL TERRITORIO L'Altopiano della Sila è uno dei luoghi più belli e suggestivi d'Italia. Si trova nel cuore della Calabria a cavallo di tre province: Cosenza, Catanzaro e Crotone. La Sila si estende per 1.700 Km. quadrati. E' un altipiano con una altitudine media superiore ai 1.300 metri slm. Presente una corona di monti la cui cima più alta, il Monte Botte Donato, raggiunge i 1.928 metri. La Sila è ricoperta da una grandissima foresta costituita in gran parte da faggi e conifere. Il territorio viene comunemente suddiviso in Sila Grande, Sila Greca e Sila Piccola. VISITA LA SILA: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche:
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100