Cerca nel sito
Campania prodotti tipici costiera amalfitana 

A Sorrento per gustare il Limoncello

Il celebre liquore della costa campana ha conquistato i palati di tutto il mondo

limoncello
©MurzikNata/iStock
Limoncello
Ottenuto mediante l'infusione della scorza dei limoni di Sorrento, re degli agrumi sorrentini (leggi qui per saperne di più anche sulle arance), il limoncello è una delle eccellenze che hanno reso il “Made in Italy” un sinonimo di qualità nel mondo. Se sul suo gusto inebriante ed aromatico non vi sono dubbi, sulle sue origini vi sono molte meno certezze, al punto da essere contese tra ben tre delle più illustri località della regione: Capri, Sorrento e Amalfi. A Capri, infatti, si narra di come il Limoncello vide la luce agli inizi dello scorso secolo, in una piccola pensione locale; a Sorrento sostengono, invece, che in quello stesso periodo ogni grande famiglia della città offrisse il liquore di limoni ai propri ospiti illustri; ad Amalfi, infine, si asserisce che le origini del Limoncello siano antiche più o meno quanto quelle degli stessi limoni. Storie e aneddoti sulla nascita del prelibato digestivo nel corso del tempo si sono moltiplicati. Alcuni di essi, ad esempio, collocherebbero l'invenzione del liquore in un convento monastico, per rinfrancare i frati tra una sessione di preghiera ed un altra, mentre altri attribuirebbero la paternità del liquore a pescatori e contadini che cominciarono a consumarlo al mattino all'epoca delle incursioni saracene per fronteggiare le giornate più fredde. Con ogni probabilità, sarà difficile ricostruire fedelmente la storia di questa antica specialità dal profumo inconfondibile, ma qualunque sia la sua origine, oggi il limoncello è diventato tutti gli effetti uno degli emblemi della tradizione enogastronomica campana a prescindere dal luogo in cui per la prima volta ha visto la luce.

Limoncello
 
Il vero Limoncello si fa con i Limoni di Sorrento

Oggi sono numerosi i Paesi in cui il delizioso digestivo campano viene commercializzato, a dimostrazione del suo apprezzamento su scala planetaria. Ma come accade per tutte le eccellenze enogastronomiche vendute nel mondo, è importante fare molta attenzione all'autenticità del prodotto acquistato. Le imitazioni sono davvero tantissime e la maggior parte di esse non rende giustizia al prodotto originale che per regalare al palato quel gusto fresco ed intenso di agrumi baciati dal sole della Campania deve essere rigorosamente preparato con la scorza dei limoni “ovali” di Sorrento, coltivati e raccolti soltanto nei comuni che ricadono nel territorio compreso tra Vico Equense a Massa Lubrense e sull'isola di Capri. La loro buccia, infatti, è particolarmente ricca di oli essenziali e sprigiona un aroma estremamente deciso in grado di conferire al liquore le note peculiari note gustative ed olfattive che lo contraddistinguono. Anche il procedimento di produzione deve rispettare le indicazioni della ricetta tradizionale che consente di ottenere un prodotto di qualità entro un periodo di circa 80 giorni. Si deve cominciare con la selezione dei limoni migliori e con il loro lavaggio in acqua calda. Si prosegue spazzolandoli e immergendo la scorza che se ne ricava nell'alcol dove dovrà essere lasciata a lungo in infusione, dapprima a temperatura ambiente, e poi nel congelatore. Al termine della macerazione, il liquore è pronto per la commercializzazione o il consumo in caso di preparazione casalinga.

Preparazione del limoncello
 
Oggi il profumato liquore campano ha già conquistato i mercati d'oltreoceano e sta riscuotendo un certo successo anche su quelli asiatici. Nonostante la massiccia diffusione su scala planetaria, però, il legame del Limoncello con la sua terra di origine è tuttora profondo e indissolubile. In Campania la tradizione legata al suo consumo a inizio o fine pasto si è radicata sempre più saldamente nella cultura locale tanto da assumere i connotati di una sorta di rituale sociale simile addirittura a quello del caffè, un'altra delle bevande che hanno reso l'Italia, e Napoli in particolare, famosa in tutto il mondo (leggi qui per scoprire come si preparava l'autentico caffè napoletano). Sebbene in molti ritengano che dia il meglio di sé quando viene consumato freddo come delizioso digestivo, non mancano, però, gli estimatori del consumo del limoncello a temperatura ambiente, specialmente come ingrediente per arricchire acqua tonica o champagne di una inebriante nota profumata. Oltre ad essere protagonista di alcune delle più gustose ricette locali, specialmente di dolci e di dessert, risulta sempre più frequente anche il suo utilizzo per la preparazione di gelati e macedonie ai quali dona tutto l'aroma ed il sapore dei prelibati limoni di Sorrento.

Limoni di Sorrento
 
Nella terra del Limoncello

Concedersi un viaggio alla scoperta delle località che ancora oggi si contendono la paternità della ricetta non fornirà di certo le risposte necessarie per individuare, finalmente, la vera patria del liquore, ma si rivelerà certamente un'ottima scusa per testarne tutte le versioni e provare a scovare tutte quelle piccole sfumature che rendono differenti le une dalle altre. Di certo non si rivelerà un grosso sacrificio perchè, lungo il percorso, si avrà l'opportunità di scoprire, o riscoprire, una delle coste italiane più affascinanti e ricche di bellezze storiche e paesaggistiche. Tra spiagge assolate, profumati agrumeti, verdeggianti pianure e morbide colline, la Penisola Sorrentina è un trionfo di magnifiche località tutte da scoprire, tra cui Meta, Piano di Sorrento, o ancora il magnifico affaccio panoramico di Sant'Agnello. Ma per scoprire il vero cuore pulsante del vivace litorale sorrentino l'appuntamento non può che essere a Sorrento, con le sue atmosfere cosmopolite ma cariche di tradizione, con le sue marine e il suo ricchissimo centro storico, con i profumati giardini di agrumi e i suoi scorci indimenticabili. Proprio a largo della splendida penisola, invece, emerge la meravigliosa Capri, con le sue atmosfere esclusive e gli scenari da cartolina. E' impossibile non innamorarsi della Grotta Azzurra, dei Faraglioni e dei magnifici panorami che si godono dai Giardini di Augusto o dalla cima del Monte Solaro, facilmente raggiungibile con le seggiovie che partono da Anacapri. Tra l'altro è stata proprio l'isola a dare al liquore il nome di “limoncello”. A registrarlo nel 1988 fu un discendente di Vincenza Casale, proprietaria della famosa pensione Caprese dove veniva servito il liquore di limoni all'inizio del XX secolo. Da non perdere, infine, al di là della Penisola di Sorrento, un itinerario alla scoperta della Costiera Amalfitana che pporta il nome della terza località che si contende la paternità del digestivo. Amalfi, con il suo incantevole borgo, non delude mai. In un suggestivo trionfo di torri, campanili e basiliche dalle atmosfere uniche, seduce i viaggiatori più esigenti, specialmente quando si trovano al cospetto del suo magnifico Duomo e del Chiostro.

Sulla Penisola Sorrentina anche le noci sono speciali. Leggi qui per saperne di più sulle gustose Noci di Sorrento

Penisola Sorrentina
 
Nell'attesa di poter sorseggiare il liquore ammirando la bellezza del litorale campano e delle sue isole, è sempre possibile concedersi un buon limoncello tra le mura di casa propria, da soli o in compagnia, assaporando tutto il gusto dei profumati limoni di Sorrento. Trovare in giro un buon limoncello si rivelerà abbastanza facile e per chi desidera approfittare della comodità di riceverlo direttamente a casa, è possibile acquistarlo anche online con la certezza di poter scegliere un prodotto autentico e di qualità. Eccone alcuni.

Il Limoncello Villa Massa viene prodotto a Piano di Sorrento con i profumati limoni locali. E' il coronamento perfetto per ogni pasto, oltre che un ottimo ingrediente per insaporire dolci, macedonie e sorbetti

Questa speciale confezione di Limoncello di Sorrento Piemme propone una bottiglia del delizioso liquore ottenuto da Limoni di Sorrento IGP assieme a due graziosi bicchierini in ceramica per gustarlo proprio come si fa nella sua terra di origine

Il Limoncello di Sorrento Strega offre la doppia garanzia di qualità di un liquore prodotto esclusivamente con Limoni di Sorrento IGP e di un marchio leader nella produzione e commercializzazione di bevande alcoliche

Distribuito da Molinari, il Limoncello di Capri è l'originale liquore caprese a base di Limoni di Sorrento IGP prodotto secondo l'antica ricetta tradizionale di Vincenza Casale. I suoi discendenti hanno fondato l'azienda che lo produce portando avanti l'antica tradizione artigianale di famiglia

Turismo.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Turismo.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE






Saperne di più su SHOPPING
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati