Cerca nel sito
Sassonia Lutherweg, Torgau attrazioni

Torgau, la Sassonia di Lutero in 48 ore

Viaggio sulle tracce della Riforma Protestante che porta a scoprire un altro volto della Sassonia

Castello di Torgau<br>
Courtesy of Sassonia Turismo © Andrea Schmidt
Castello di Hartenfels a Torgau
Si chiama Lutherweg e gli appassionati di storia e religione ben sanno che si tratta di un itinerario sulle tracce di Martin Lutero, alla scoperta dei luoghi dove è nata la Riforma protestante. Ma non solo, perché percorrere il Lutherweg significa anche andare alla scoperta di località affascinanti della Sassonia dove non solamente Desda e Lipsia meritano di essere visitate. Ecco come Torgau è pronta ad accogliere tutti i visitatori con una mostra dal titolo “Lutero e i Principi”, in programma dal 25 maggio al 31 ottobre 2015, ideata per conoscere genesi, conflitti e conseguenze della Riforma Luterana, anche in previsione dei 500 anni della religione protestante che verranno festeggiati con un importante giubileo nel 2017.

Leggi anche: NOVITA' DALLA SASSONIA

Torgau, ad una cinquantina di chilometri da Lipsia, è stato il vero e proprio centro politico della Riforma, dove Martin Lutero nel 1544 consacrò la prima chiesa protestante della Germania. L’itinerario continua con Lipsia, la città della disputa che portò nel 1519 alla rottura con Roma, il villaggio di Grimma, dove visse la moglie di Lutero come suora carmelitana, Zwickau e il Castello di Rochlitz. Il centro storico di Torgau risplende di tesori preziosi, che si può iniziare a scoprire dalla mattinata con l’imponente Municipio rinascimentale dalla preziosa finestra a loggia sporgente, attrazione della vivace Piazza del Mercato. Altrettanto sorprendente è il rinascimentale Schloss Hartenfels, sede della mostra, realizzato nella seconda metà del Quattrocento, dove si trova la cosi detta scala impossibile, ovvero il Grosser Wendelstein, una tromba di scala a chioccola dalla straordinaria architettura, e la prima chiesa protestante costruita ex novo nel mondo, al centro della quale si trova il pulpito per le prediche dove Martin Lutero diede il via alla Riforma. Altra chiesa interessante è quella tardo gotica di Santa Maria, che ospita la lapide della moglie di Lutero nonché la pala d’altare dei Quattordici Santi Ausiliatri di Lucas Cranach il Vecchio.

Leggi anche: LA FIRENZE DELLA SASSONIA

Durante il pomeriggio è bello scoprire le chicche legate alla città, come ad esempio l’Ufficio della Vecchia Soprintendenza, il più antico di questo genere in Germania, la più antica farmacia della Sassonia, la Mohrenapotheke, del 1503; lo Spielwaren Loebner, il più antico negozio di giocattoli in Germania, del 1685 o il Wolff Giersing’s Brauerbe, il museo della birreria una volta adibito a casa del malto e magazzino. Il giorno successivo si può andare alla scoperta di un piccolo paradiso: Grimma, piccola cittadina protetta da antiche mura lunghe oltre 400 metri e perfettamente conservate, al cui interno brillano 26 edifici di 5 epoche e stili diversi, tra cui il Municipio con il notevole timpano rinascimentale, vecchie abitazioni come quelle delle donne, il Castello feudale, il Monastero medievale Kloster Nimbschen, il mulino ad acqua e il multino natante.

I CONSIGLI PER IL WEEKEND

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100