Cerca nel sito
Alabama location film USS Indianapolis Nicolas Cage Mobile

L'Alabama protagonista sull'USS Indianapolis 

Nicolas Cage al centro della ricostruzione di una pagina nascosta della Storia statunitense.

M2 Pictures
Georgia e Florida, a un passo, sono già assurte alla 'gloria' grazie ai set di Ben Affleck e Nonno De Niro (senza dimenticare i Baywatch), ma in quello spicchio di Stati Uniti - Tennessee a parte - in genere sono Mississippi e Louisiana a rubare la scena, o a suscitare il maggior fascino… Concorrenza dura per l'Alabama, stato del Sud meglio noto come Stato delle camelie o The Heart of Dixie, che oggi si ritrova sotto i riflettori grazie a un film molto particolare: l'USS Indianapolis di Mario Van Peebles, con Nicolas Cage e Tom Sizemore, incentrato sulla storia vera dell’incrociatore militare affondato durante la Seconda Guerra Mondiale...

Durante la Seconda Guerra Mondiale, infatti, alla USS Indianapolis e al suo equipaggio guidato dal capitano Charles McVay viene affidata una missione top secret. Ma durante la traversata l’incrociatore venne affondato da un siluro giapponese. Vista la segretezza della missione la nave non poté essere soccorsa adeguatamente e dopo 5 giorni nelle acque infestate da squali dei 1197 membri dell'equipaggio solo 317 vennero ritrovati ancora in vita. Per nascondere le proprie colpe, il Governo degli Stati Uniti portò poi il capitano a giudizio davanti la Corte Marziale… Come è possibile scoprire al cinema a partire dal 19 luglio (anche se un altro film sull'accaduto è in preparazione, prodotto da Robert Downey Jr. e diretto da Tate Taylor).

Fondamentale per la realizzazione del film - tanto quanto gli incentivi statali - è stata la quantità di acqua disponibile e la possibilità di sfruttare la nave da guerra USS Alabama, vera star del film (seppur sotto 'mentite spoglie') e del Battleship Alabama Memorial Park di Mobile. Qui, a partire dal 19 giugno 2015, hanno avuto luogo le riprese principali, anche quelle previste a San Francisco e Kyoto, in Giappone. E da queste parti Cage poté incontrare uno dei veterani del disastro, Richard Stephens, con il quale ebbe una lunga e intensa conversazione su una panchina di Bienville Square. Proprio dietro l'angolo del Saenger Theater, altro set del film, al pari della Orange Beach distante solo un centinaio di chilometri, dove la crew intera assistette all'incidente dell'aereo anfibio Catalina PBY-6A, un altro 'residuato' della Seconda Guerra Mondiale utilizzato.

Come l'imbarcazione, in missione dalla California a Pearl Harbor e poi Tinian (una delle tre isole delle Isole Marianne Settentrionali) per consegnare la bomba "Little Boy" che doveva essere sganciata su Hiroshima, anche la produzione ha dovuto spostarsi, fino al Field Aviation Museum di Stockton. Sempre con la ferma intenzione di rispettare l'eroismo di quei soldati, "circa seicento dei quali finirono divorati dagli squali, senza che i più li ricordino", nel mezzo dell'Oceano, e di "rendere orgogliosi" tutti gli abitanti dell'Alabama.

A dirlo è lo stesso Richard Rionda Del Castro della Hannibal Pictures, per la quarta volta a Mobile, per un suo film. E per un film che non sarebbe stato possibile senza gli 'Alabamians' e le tante piccole grandi location (il Battle House Hotel, la Mobile County Courthouse, Wolf Bay e alcune case private, come rivelato da Kathy Faulk e dall'Alabama Film Office) del loro Stato… "Ci sono posti eccezionali downtown, ha una sorta di respiro storico, prima delle aree commerciali, prima delle waffle house, tutta roba di altri tempi", ha dichiarato. Aggiungendo: "È stata una meravigliosa avventura girare in Alabama. Gli abitanti di Mobile e Orange Beach, i sindaci e le film commission, tutti sono stati davvero grandi. Io e il mio team non vediamo l'ora di tornare. Siamo stati davvero bene. Resterà per sempre nei nostri cuori".
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati