Cerca nel sito
Puglia Salento mare natura itinerari

Grotta della Poesia, la perla del Salento

Una delle piscine naturali più belle del mondo, ricca di tesori archeologici e paesaggistici

grotta della poesia salento piscina naturale
©andresumida/Wikimedia Commons CC BY SA 2.0
Grotta della Poesia
Quando il mare chiama, il Salento non si fa trovare impreparato. Le sue spiagge sono splendide gemme incastonate lungo una costa dagli scenari mozzafiato fatta di scenografici scogli e sabbie impalpabili, borghi pittoreschi e limpide acque dalle sfumature tropicali. Non meraviglia di certo che questa splendida regione pugliese sia una delle mete balneari più ambite ed amate dell'estate italiana. Percorrendo le coste del “tacco” dello Stivale lo sguardo è costantemente rapito da bellezze di ogni sorta. Da Gallipoli a Otranto, da Porto Cesareo a Santa Maria di Leuca, la scelta è davvero vastissima. Ma per poter ammirare un luogo da sogno menzionato persino da National Geographic tra i siti più belli del mondo, bisogna raggiungere Melendugno, ed in particolare Roca Vecchia, località costiera situata tra San Foca e Torre dell'Orso. Qui, lungo un litorale disseminato di antiche testimonianze archeologiche, si apre quella che, a pieno titolo, è stata inserita nella classifica delle piscine naturali più belle del mondo. Si tratta della Grotta della Poesia, e fa parte di un complesso carsico che comprende un'altra incantevole piscina naturale di dimensioni più piccole. Come suggerisce il nome, un tempo queste cavità erano delle grotte dotate, dunque, di una copertura di roccia. Nel corso del tempo, l'impetuosità del mare e i fenomeni carsici ed atmosferici hanno hanno provocato il crollo del soffitto trasformandole in suggestive piscine naturali dalle acque color smeraldo che lasciano a bocca aperta chiunque abbia la fortuna di ammirarle.

Il Salento non è solo mare. Leggi qui per conoscere cinque itinerari alla scoperta di altrettanti tesori della storia dell'arte disseminati sul territorio salentino

Grotta della Poesia (©Palickap/CC BY SA 4.0)
 
Piscine naturali dal fascino millenario

La più grande e spettacolare delle Grotte della Poesia è di forma ellittica e sorge ad una trentina di metri dal mare. E' collegata alla più piccola da un canale che spesso viene percorso a nuoto o con delle imbarcazioni. Sebbene il loro nome sembri derivare dal termine greco “posìa”, che indicava luoghi in cui era possibile trovare acqua dolce da bere (con probabile riferimento alla presenza di una sorgente di acqua dolce oggi estinta), il richiamo alla poesia è diventato oggetto di suggestive leggende legate alle grotte, ispirate anche dalla bellezza del sito. Si narra, infatti, che le limpide acque della piscina naturale fossero particolarmente apprezzate da una splendida principessa che era solita immergervisi suscitando l'ammirazione degli uomini che la guardavano. Tra di essi erano presenti poeti e cantori che, incantati da tanta bellezza, arrivarono a comporre magnifici versi per la fanciulla che nuotava. Chiaramente si tratta soltanto di una leggenda popolare ma, in tutto il sito, sono presenti numerose testimonianze della presenza dell'uomo in questi luoghi sin da epoca remota. Sulle pareti delle cavità sono state, infatti, rinvenute antichissime iscrizioni messapiche (ma anche greche e latine) che ne confermerebbero la consacrazione al dio Taotor. Non lontano dalle grotte, inoltre, si possono ammirare le vestigia di un sistema di mura di cinta risalente allo stesso periodo, i resti di una cinquecentesca torre di avvistamento e di un maniero a picco sul mare ed il santuario della Madonna di Roca, risalente al XVII secolo.

Mura messapiche (©Psymark/CC BYSA 4.0)
 
E' evidente, insomma, che questo magnifico paradiso naturale è anche un luogo di elevato interesse storico. E' bene ricordare, pertanto, che non si tratta di uno stabilimento balneare, ma di un sito archeologico, e che come tale va tutelato e salvaguardato. Per troppo tempo, infatti, una folla di bagnanti totalmente incuranti dei divieti di balneazione ha trattato le acque color smeraldo della Grotta della Poesia come una piscina comunale e le falesie che le incorniciano come un trampolino da cui lanciarsi per tuffarsi. La totale incuria per il valore del sito ha portato alla rottura di parte della falesia, rischiando di deturparne la bellezza e di mettere in pericolo l'incolumità dei visitatori. A seguito dell'incidente e considerando l'esigenza di non comprometterne l'integrità naturale ed archeologica, l'Amministrazione comunale ha deciso di limitare l'accesso all'area mediante la realizzazione di un muretto a secco e parapetti che ne delimitano la zona e di un ingresso che consentirà di contingentare gli accessi al sito. Guardare ma non toccare, dunque: solo in questo modo si possono preservare le Grotte da chi non le rispetta ed antepone la pur comprensibile tentazione di vivere un'esperienza di balneazione inedita, alla necessità di mantenere inalterato lo splendore di un luogo che la storia e la natura hanno reso così prezioso. Tanto più che i lidi in cui bagnarsi nelle meravigliose acque limpide salentine di certo non mancano.

Torre Sant'Andrea
 
Spiagge da sogno sulle coste salentine

Rimanendo nella zona di Melendugno, ad esempio, si trovano due delle spiagge più famose della zona, quella di Torre dell'Orso, la più nota ed emblematica, e quella di San Foca, alle quali si aggiungono altri lidi da sogno come Torre Specchia, Torre Sant'Andrea (nella foto in alto) e la stessa Roca Vecchia. Spingendosi sino ad Otranto, invece, si potrà ampliare la scelta aggiungendo altre spiagge incantevoli come quelle di Alimini, sulla Baia dei Turchi, Santo Stefano, Castellana/Porto Craulo, Madonna dell'Alto Mare/Idro e Porto Badisco, spesso premiate con la Bandiera Blu. Ancora più a sud, il litorale sabbioso di Salve offre intere giornate di piacevole relax sulle splendide spiagge di Pescoluse, nota come le “Maldive del Salento” per la sabbia finissima e i colori dal fascino esotico, e Pali. Sempre parlando di relax, infine, è impossibile non menzionare Santa Cesarea Terme ed il suo stabilimento termale, considerato uno dei più completi della Penisola, che si prende cura del benessere dei suoi ospiti sfruttando le proprietà benefiche delle acque minerali che sgorgano dalle vicine sorgenti, note ed apprezzate sin dal XV secolo (ve ne abbiamo parlato qui). Ma la lista è davvero infinita e soltanto organizzando un viaggio alla scoperta dei tesori del Salento si potranno esplorare tutti quei lidi da sogno che lo rendono una delle mete più gettonate d'Italia e che, certamente, sapranno compensare il rammarico di non potersi immergere in una delle piscine naturali più belle del mondo.

Vuoi sapere dove concederti un viaggio all'insegna del bel mare, della storia e della natura in terra pugliese? Leggi qui per scoprire dove si trovano alcune delle spiagge e suggestive della regione

Leggi anche:
Sapori di Puglia in masseria
5 posti in Puglia da vedere con l'anima gemella
Puglia, la più bella del mondo
La Puglia e il Sud Italia: le più amate dal cinema

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati