Cerca nel sito
torino natura biodiversità fauna

E' tornato il lupo sulla Collina Torinese

Da recenti rilievi ed avvistamenti è stato riscontrato il gradito ritorno del lupo nel territorio della Riserva della Biosfera

monviso superga basilica collina montagne natura torino
Courtesyof ©Aree protette Po e Collina Torinese/Parks.it
Unaveduta di Superga e del Monviso
Sono due anni che i territori del Po e della Collina Torinese sono stati dichiarati Riserva della Biosfera e da allora è sta già registrata un'importante novità per la biodiversità di questa splendida zona a due passi dalla città. A dimostrazione della ricchezza naturalistica dell'area protetta, nel suo territorio ha fatto nuovamente la sua comparsa una specie protetta perchè ormai sempre più rara. Si tratta del lupo, che nelle aree collinari alle porte della città mancava da tempo ma che oggi vi ha fatto finalmente ritorno, come testimoniano i rilievi effettuati nella zona e diversi avvistamenti. Si tratta di una notizia di estremo rilievo perchè il lupo in Italia è considerato una specie in via di estinzione e la sua presenza in un territorio, peraltro così a ridosso dell'area urbana, ne conferma l'elevato valore naturalistico e le condizioni intatte dell'ecosistema che custodisce.

La conferma della gradita presenza dell'affascinante predatore sulla Collina Torinese è giunta grazie all'analisi di un campione di DNA raccolto dai resti di una pecora predata che si è rivelato appartenere ad una lupa proveniente dalla Valle d'Aosta. Gli esami delle tracce organiche hanno avvalorato quanto già era stato dedotto a seguito di diversi casi di predazioni ed avvistamenti che avevano riguardato la zona tra Castelnuovo Don Bosco, Buttigliera d'Asti, Casalborgone e comuni limitrofi. La scoperta, inoltre, acquisisce ulteriore valore perchè il ritorno del lupo nell'area della Riserva della Biosfera è avvenuto del tutto naturalmente e non attraverso operazioni di reintroduzione e ripopolamento. D'altronde quella del lupo è una presenza costante da oltre 30 anni nelle vallate alpine del Torinese. Generalmente vive in branchi di 4-5 esemplari che difendono un territorio di circa 250 chilometri quadrati. La presenza di un maggior numero di individui non è gradita e pertanto gli esemplari più giovani devono cercare nuovi luoghi in cui  insediarsi, spingendosi verso valle.

La scelta di una zona come quella della Collina Torinese è dovuta al progressivo spopolamento delle aree montane ed al riaffermarsi di zone più naturali. Per questo il ritorno del lupo è un acquisto importante per la fauna locale così come è di fondamentale importanza mettere in atto ogni strategia possibile per preservarne la permanenza e favorire la convivenza con un predatore carnivoro di tale portata. Proprio per questo il Parco si sta attivando con numerose iniziative dedicate a questo gradito ritorno che spaziano dai trekking alla ricerca delle tracce lasciate dagli esemplari presenti, sino agli incontri volti a promuovere la conoscenza di questa specie rara ed affascinante che generalmente si tiene lontana dall'uomo perchè lo teme e che, pertanto, con le giuste strategie di convivenza, non costituisce un pericolo ma un importante patrimonio da salvaguardare.

Leggi anche:
Torino: 4 idee per uno spettacolare weekend
Il Parco di Stupinigi lungo le Rotte del Re
Piemonte: al Parco la Mandria è già Expo

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100