Cerca nel sito
natura italia itinerari giardini 

Aspettando l'autunno in 5 giardini italiani

5 luoghi dal fascino unico in cui uomo e natura hanno creato un miracolo di bellezza

Statua di Nettuno<br>
©Alessio Damato/ Wikipedia
Parco dei Mostri, statua di Nettuno
VILLA LANTE
Con i suoi oltre venti ettari tra parco e giardino, Villa Lante è uno dei migliori esempi di fusione tra paesaggio ed architettura di tutta la zona del Viterbese. La provincia di Viterbo è come un grande scrigno colmo di splendidi castelli e dimore storiche, ma questa villa rappresenta un vero e proprio esemplare unico. In nessun altro luogo, infatti, è possibile ammirare questa interazione perfetta tra arte e natura.
 
OASI ZEGNA
Una suggestiva terrazza panoramica sulla Pianura Padana e sulle bellezze delle montagne delle vallate del Biellese. Un territorio di grande impatto visivo ed emotivo oltre che di elevato interesse naturalistico e geologico che, non a caso, è stato dichiarato Sito di Interesse Comunitario. Così si presenta l'Oasi Zegna, il grande giardino adagiato sulle montagne biellesi nato da un ambizioso progetto portato avanti dal Gruppo Ermenegildo Zegna che, nel 1993, completò l'opera intrapresa dal suo fondatore all'inizio del secolo scorso, quando ideò e finanziò la realizzazione della strada panoramica che collega Trivero e Andrate e promosse la piantumazione di mezzo milione di alberi e piante tra conifere, rododendri ed ortensie che hanno trasformato la montagna triverese in una vera e propria oasi naturalistica, non a caso, oggi, tutelata da un parco naturale sotto il patrocinio del FAI.
 
GIARDINI VATICANI
Roma è una fonte inesauribile di sorprese in ogni angolo del centro. Piazze magnifiche si intrecciano con vicoli pittoreschi, fontane monumentali lasciano il posto a chiese antichissime e palazzi che trasudano arte. Uno di questi è Palazzo Colonna, sul colle Quirinale, un trionfo di forme barocche che ospita, tra i suoi saloni, la magnifica Galleria Colonna e la sua impressionante collezione di opere d'arte tra dipinti, sculture ed arredi risalenti ad un periodo compreso tra il XV e il XVII secolo. Questo luogo carico di storia e di arte nel cuore della Capitale non è soltanto quadri, statue e stanze sontuose. Al di fuori del palazzo si estendono, infatti, dei giardini meravigliosi che, ogni sabato mattina, aprono le porte ai visitatori.
 
PLANETARIUM BOTANICO
Una singolare fusione di meraviglie terrene e suggestioni celesti. Una sensazione crescente di energia e di vitalità trasmessa dal flusso continuo dell'acqua. Un'occasione per distaccarsi per qualche ora dal ritmo frenetico della vita quotidiana e riscoprire il contatto con la natura e con la "madre terra". Tutto questo e molto di più attende chiunque, trovandosi a Rimini e sulla Riviera Romagnola, scelga di spingersi sino a Torre Pedrera per visitare il soprendente Planetarium Botanico. Quello alle porte del capoluogo romagnolo non è un giardino botanico comune. Già analizzandone il nome ci si rende conto di trovarsi in un luogo un po' speciale che esula dal concetto canonico di "parco".
 
PARCO DEI MOSTRI DI BOMARZO
Un luogo tanto antico quanto attuale. Un grande bosco che sembra un giardino incantato in cui si incastonano personaggi e storie dal fascino surreale e grottesco in grado di entusiasmare personaggi del calibro Dalì e di Goethe che richiamarono l'attenzione sul sito in un periodo in cui era stato quasi del tutto dimenticato ed abbandonato. Il Bosco Sacro di Bomarzo, noto come Parco dei Mostri, sorge alle porte del borgo di Bomarzo, a una manciata di chilometri da Viterbo ed è uno di quei luoghi in grado di far sognare grandi e piccini trasportandoli in una dimensione senza tempo dove strane figure ed architetture impossibili fanno capolino dal folto di un bosco lussureggiante.
 
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100