Cerca nel sito
Ex Essicatoi, collezione permanente, Perugia

Tutta la grafica di Burri esposta a Città di Castello

Agli Ex Essicatoi del Tabacco in mostra l’opera grafica di Burri e non solo

Alberto Burri
StudioEssci
Alberto Burri - Oro e nero 3
Erano destinati a raccogliere il tabacco coltivato nell’Alta Valle del Tevere ma a partire dal 2017 gli immensi sotterranei degli Ex Essicatoi di Città di Castello sono dedicati esclusivamente all’intero corpus dell’opera grafica di Alberto Burri. Si tratta del terzo Museo della Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri la cui apertura ha concluso l’anno “lungo” del Centenario dell'artista. Gli Ex Seccatoi del Tabacco, costituiscono un esemplare recupero di archeologia industriale operato per volontà dello stesso Burri che li aveva immaginati come luogo adatto ad ospitare le sue ultime creazioni. La sezione della Grafica occupa infatti oltre quattromila metri quadri, tutti ottenuti dal  recente intervento di riqualificazione di parte degli spazi sottostanti in vasti ambienti che accolgono, secondo l’originario allestimento predisposto da Burri, i suoi Grandi Cicli d’opera.

 
Alla Galleria Nazionale dell'Umbria un ampio sguardo sull'arte dal medioevo all' '800 
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo accoglie e propone l’intero repertorio grafico e di multipli dell’artista, consistente in 196 opere create fra il 1957 e il 1994. Si tratta di un importante aspetto della produzione artistica di Burri, che a volte precorre, a volte segue e in altri casi è coeva con le sue opere maggiori e pone in evidenza anche la sua straordinaria manualità e attitudine alla sperimentazione costante. L’esecuzione di queste opere in collaborazione con grandi stampatori ha visto l’artista stesso cimentarsi in differenti cicli produttivi che hanno distinto la sua attitudine alla sperimentazione rispetto a quella di altri artisti della sua generazione, tanto in Italia che all’estero. Le tre sezioni espositive costituiscono, dunque, la raccolta più esaustiva del lavoro di Alberto Burri.  È un viaggio attraverso le incognite della tecnica grafica che Burri “piega” per ottenere quello che fino a poco tempo prima sembrava impossibile con quegli stessi mezzi. Esemplare la realizzazione delle Combustioni del 1964 e 1965 nelle quali è ricreato sulla carta il processo della combustione, in assenza dell’azione reale del fuoco. L’artista ritiene la produzione grafica campo di sperimentazione non meno di quanto non abbia fatto con le sue creazioni coeve. Vari aspetti inediti “contamineranno” anche l’opera unica, altri emergono con forza nell’opera grafica.

 
Una nobile dimora al centro di Perugia ospita preziose collezioni di quadri 
 
DA NON PERDERE
 
Ricrdiamo che nei “piani superiori” degli ex Essicatoi del Tabacco è possibile ammirare i Grandi Cicli di pittura e scultura del maestro, grazie all'esposizione di 128 opere realizzate fra il 1974 e il 1993. Nelle opere in mostra l’interesse del pittore si concentra sul cellotex, una sorta di impasto di legno impiegato sin dai primi quadri degli anni Cinquanta come supporto, che ora viene svelato e sulla cui superficie l’artista interviene a volte scalfendo, incidendo o sollevandone la pellicola più esterna, altre volte dipingendolo. Le opere sono collocate per “cicli” in hangar distinti. Ognuno di essi ha una sua sinfonia composta da più elementi, tutti in armonia fra loro e l’uno imprescindibile dagli altri. Questi cicli segnano la svolta di Burri verso un’arte più complessa e monumentale. Presente anche una Sezione documentaria che fornisce innovativi strumenti visivi e multimediali per la conoscenza, la comprensione e l’approfondimento dell' opera di Burri e del contesto italiano e internazionale in cui essa si è distinta.
 
Ex Essicatoi del Tabacco
Luogo: Città di Castello (PG), 
Info: 075 855.46.49 
Sito:www.fondazioneburri.org
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati