Cerca nel sito
Matisse, mostra, Scuderie del Quirinale

Roma e i preziosi arabeschi di Matisse 

Alle Scuderie del Quirinale fino al 21 giugno oltre 100 capolavori di Matisse per la prima volta in Italia nella mostra “Matisse Arabesque”

Henri Matisse
http://www.scuderiequirinale.it
Henri Matisse - I Pesci Rossi, 1911
Sarà aperta oggi al pubblico e fino al 21 giugno la mostra Matisse. Arabesque che curata da Ester Coen, vuole restituire un'idea delle suggestioni che l'Oriente ebbe nella pittura di Matisse. Un Oriente che, con i suoi artifici, i suoi arabeschi, i suoi colori, suggerisce uno spazio più vasto, un vero spazio plastico e offre un nuovo respiro alle sue composizioni, liberandolo dalle costrizioni formali, dalla necessità della prospettiva e della "somiglianza" per aprire a uno spazio fatto di colori vibranti, a una nuova idea di arte decorativa fondata sull’idea di superficie pura.

Leggi anche: AL VITTORIANO DIPINTI E INCISIONI DI GIORGIO MORANDI

Perché andare
Il percorso espositivo presenta oltre cento opere dell’artista con alcuni capolavori assoluti, per la prima volta in Italia e provenienti dai maggiori musei del mondo come Tate, MET, MoMa, Puškin, Ermitage, Pompidou, Orangerie, Philadelphia, Washington solo per citarne alcuni. Fu lo stesso Matisse, in una lettera al critico Gaston Diehl a scrivere che “La révélation m'est venue d'Orient”, una rivelazione che non fu uno shock improvviso ma viene piuttosto da una crescente frequentazione dell'Oriente che si sviluppa nell'arco di viaggi, incontri e visite a mostre ed esposizioni. Nelle opere in mostra risulta quindi evidente che il Marocco, l’Oriente, l’Africa e la Russia, nella loro essenza più spirituale e più lontana dalla dimensione semplicemente decorativa, hanno indicato a Matisse nuovi schemi compositivi. Arabeschi, disegni geometrici e orditi, presenti nel mondo Ottomano, nell’arte bizantina, nel mondo ortodosso e nei Primitivi studiati al Louvre sono gli elementi che vengono interpretati da Matisse con straordinaria modernità.

Da non perdere
In mostra si potranno quindi ammirare opere come "Gigli, Iris e Mimose", datata 1913, il "Ritratto di Yvonne Landsberg" del 1914, capolavoro del Philadelphia Museum of Art, e la "Fruttiera ed edera in fiore" del 1941, le cui cromie brillanti e i motivi vegetali sono frutto dell’interesse di Matisse per la semplicità decorativa dell’Estremo Oriente. E poi ancora tre straordinari paesaggi degli anni dieci "Pervinche - Giardino marocchino" del 1912 (MoMA, New York), "L’albero presso il laghetto di Trivaux" del 1916 (Tate, Londra) e "La Palma" del 1912 (National Gallery of Art, Washington) per giungere poi all’"Odalisca blu" del 1921 e al "Nudo disteso su piccolo tappeto africano" del 1935. La mostra si chiude con lo splendido dipinto del Puškin, i "Pesci rossi", capolavoro del 1912.

Da scoprire a Roma
ROMA ESOTERICA: I LUOGHI CHE NESSUNO CONOSCE
IL CRISTO RISORTO DI MICHELANGELO
L'ABISSO DI PIETRO CANONICA E I TESORI DI VILLA BORGHESE
FOTO: I LUIGHI DI ROMA ESOTERICA CHE NESSUNO CONOSCE
I VERI BUCATINI ALL'AMATRICIANA
LA NUOVA LUCE DEI FORI IMPERIALI


Matisse. Arabesque  
Dal 05 Marzo 2015 al 21 Giugno 2015
Luogo: Scuderie del Quirinale, Roma
Info: 06 39967500 / 06 696270
Sito: http://www.scuderiequirinale.it


*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati