Cerca nel sito
Palazzo Baldeschi, collezione, Perugia

5 secoli di arte in mostra permanente a Perugia

A Palazzo Baldeschi la collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

Palazzo Baldeschi
Ufficio stampa Fondazione CariPerugia Arte
Palazzo Baldeschi- Sala del Rinascimento
Lo storico Palazzo Baldeschi al Corso di Perugia raccoglie nelle sue splendide sale ben tre differenti collezioni. Dopo accurati interventi di restauro e riqualificazione, infatti, il terzo e il quarto piano del palazzo ospitano da qualche tempo la storica collezione di opere d’arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che, compresi i vari lasciti che hanno impreziosito la raccolta negli anni, si compone di oltre 200 opere tra dipinti, sculture e disegni eseguiti da artisti umbri o che comunque in Umbria hanno operato. L'allestimento curato dall’architetto Carlo Salucci e dal professor Francesco Federico Mancini, propone un percorso in cui i vari artisti sono accorpati per nuclei tematici omogenei. 

 
Al secondo piano del palazzo è invece esposta la raccolta di Maioliche Rinascimentali, composta da 147 manufatti provenienti da due collezioni, ovvero la Raccolta Sprovieri, di Poggio Mirteto presso Rieti, e la raccolta Frizzi Baccioni di Scarperia, presso Firenze. La qualità e la rarità dei pezzi che la compongono fanno della collezione una delle più importanti al mondo. Il terzo nucleo di opere d'arte che è possibile ammirare è invece quello della Collezione Alessandro Marabottini. Si tratta di un importante lascito dello studioso fiorentino alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che si compone di circa 800 opere comprese in prevalenza tra il XVI e il XX secolo.
 
Agli Ex Essicatoi del Tabacco a Città di Castello l’opera grafica di Burri 
 
PERCHE' ANDARE
 
Nel percorso espostivo che tiene conto delle scuole che in Umbria hanno avuto maggiore importanza come la scuola perugina, la scuola folignate, il comprensorio gualdese, il versante umbro-toscano e l’area della Valnerina è possibile ammirare innanzitutto un nucleo espositivo di cui è protagonista il paesaggio grazie a opere di Francesco Allegrini, Pietro Montanini, Alessio De Marchis, Giacinto Boccanera e le nature morte di Nicola Giuli. La Grande sala del palazzo è invece dedicata alle grandi Pale d’altare manieristiche, realizzate da Ippolito Borghesi, Giovanni Baglione, Federico Zuccari e il Pomarancio. Di particolare interesse la sala dedicata al Francescanesimo, con dipinti raffiguranti il santo di Assisi provenienti da diverse scuole italiane come il “San Francesco” del Guercino. 

 
Una sezione monografica è, inoltre, riservata a Gian Domenico Cerrini detto il Cavalier Perugino che documenta l’attività giovanile dell'artista, il periodo fiorentino presso la corte medicea e il prolifico periodo romano. Nell'ampia sezione dedicata al rinascimento umbro ritroviamo invece Perugino, Pintoricchio, Signorelli, Matteo da Gualdo e Niccolò di Liberatore, detto l’Alunno. Per quanto riguarda invece l'arte contemporanea è possibile aprezzare le opere del lascito dell’artista umbra Maria Pistone e quelle acquisite dalla Fondazione del celebre futurista Gerardo Dottori che, attraverso la sua opera, ha raffigurato l’armonia del paesaggio umbro.
 
Alcune particolarità che rendono unica Perugia, una delle più belle città d'arte d'Italia 
 
DA NON PERDERE
 
Merita particolare attenzione l'importante lascito dello studioso e collezionista Alessandro Marabottini Marabotti, composta da oltre settecento  opere, tra dipinti, sculture, disegni, incisioni, miniature, cere, vetri, avori, porcellane ed arredi, compresi in prevalenza tra il XVI e il XX secolo ed allestita in permanenza su due piani del Palazzo. Il visitatore è così accolto, come in una casa-museo, dalla ricostruzione ideale di una dimora nobiliare come quella abitata dai Marabottini in Firenze . I dipinti seicenteschi di gran formato si affiancano a sculture barocche ed ad arredi neoclassici. Presente anche una Wunderkammer, vera e propria stanza delle meraviglie colorata di nero dove opere provenienti da Centro America, dal Sud Africa, dall’Estremo Oriente,  sono contrapposte a manufatti della tradizione popolare religiosa italiana.

 
Palazzo Baldeschi al Corso
Perugia, Corso Pietro Vannucci, 66
Info: 075 573 4760
Sito: www.fondazionecariperugiaarte.it 
 
 
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati