Cerca nel sito
Gerusalemme Gath Israele Golia

Israele, scoperta la città di Golia

A distanza di tremila anni dalla leggendaria lotta con Davide, trovate mura e ingresso del regno del filisteo

Gath, Israele
©www.breakingchristiannews.com
Gath
PERCHE' SE NE PARLA Scoperti a Tel Zafit, fra Gerusalemme e Ashqelon, i resti di Gat, una località abitata per cinquemila anni consecutivi, dall'era del bronzo in poi. Si tratta della città del gigante filisteo Golia dove, circa tremila anni fa, si svolse l'epica sfida col pastore israelita Davide. I lavori guidati dal Prof. Aren Maeir della Università Bar Ilan di Tel Aviv hanno permesso di ricostruire il percorso del gigante. Sceso dal Tel, la maestosa collina di Gat che nel X sec. a.C. dominava militarmente la zona, Golia uscì da un possente ingresso fortificato, i cui resti sono stati scoperti proprio in questi giorni, e superò il letto di un fiume. Piegò poi a destra nella valle, oggi ancora visibile, e puntò verso le colline antistanti Gerusalemme. A quindici chilometri di distanza sarebbe avvenuto lo scontro con Davide.
 
PERCHÉ ANDARCI Israele non è solo la culla delle religioni: propone anche stabilimenti balneari, turismo archeologico, patrimonio culturale ed ecoturismo. Ma non potrete dire di aver conosciuto questa terra senza aver visto Gerusalemme, punto di partenza imprescindibile per scoprire questa terra così ricca di cultura, religione e storia. Qui ci sono luoghi che non è possibile tralasciare: il Muro del Pianto, chiamato anche il Kotel, la Basilica del Santo Sepolcro, la Spianata delle Moschee, che abbraccia la famosa Cupola della Roccia. Tra i musei ricordiamo la Torre di Davide, il Davidson Center e il Tunnel del Muro, la cittadella di Davide. 
 
DA NON PERDERE I siti più visitati risultano essere il Muro del Pianto e la tomba di Rabbi Shimon bar Yochai, mentre il più popolare, seppur a pagamento, sono le rovine di Masada. A pochi minuti dalla città altri famosi luoghi di cultura religiosa: Betlemme, con la chiesa della Natività, e la vicina tomba di Rachele.  Ma da qui è anche possibile organizzare brevi gite nel limitrofo: mete come le colline della Giudea, Samaria, il mar Morto, Masada e Ein Gedi sono le più gettonate. E Tel Aviv è distante solo 40 minuti di auto.
 
PERCHE' NON ANDARCI La situazione di sicurezza in Israele è in costante evoluzione e fa registrare  tensioni da diversi mesi. Si sono verificati episodi di violenza quali accoltellamenti e lanci di pietre su persone e veicoli, così come scontri tra dimostranti e forze di sicurezza israeliane e da ultimo con armi da fuoco. Permangono rischi potenziali  nelle aree e nelle immediate vicinanze di Libano e Siria, incluso il Golan.  Si raccomanda di limitare allo stretto necessario anche i viaggi nelle aree desertiche confinanti con il Sinai.
 
COSA NON COMPRARE Gerusalemme è invasa dagli abusivi che vendono articoli dalla qualità bassissima a prezzi neanche tanto modici: spesso ciò che viene spacciato per legno in realtà è gesso, e si distrugge con una semplice svista. Un souvenir in una terrà così affascinante merita più attenzione, e anche qualche euro in più. 
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati