Cerca nel sito
HOME  / gusto
Abruzzo Marche Vino tipico Pecorino

Pecorino, tra Abruzzo e Marche una scelta sicura

Tante denominazioni territoriali e una sola certezza. E’ un vino che non delude

Brindisi
istockphotos
Brindisi vino bianco
Nelle regioni del centro Italia è una certezza: quando si sfoglia una carta dei vini complessa, o, al contrario, quando la scelta è scarsa, ordinando un Pecorino si va sul sicuro. Non perché questo vino bianco sia banale, tutt’altro (le sue numerose denominazioni denotano un variegato ‘panorama’). Ma perché è quasi impossibile non apprezzarlo. La sua morbidezza, la freschezza, la versatilità negli abbinamenti lo rendono un vino sempre piacevole, da gustare come aperitivo o con il quale pasteggiare. Scegliendo il Pecorino, non si rimane mai delusi.

Eppure si tratta di un vino che ha rischiato di scomparire: negli anni Ottanta la sua produzione ha subito una drammatica inflessione, perché il vitigno da cui si ricava non ha una buona resa quantitativa. Solo in tempi recenti i produttori sono tornati a puntare sul Pecorino, vincendo la scommessa e facendolo tornare ad essere uno dei bianchi più diffusi e amati del centro Italia. Ma di quale zona parliamo? Il vino Pecorino è principalmente prodotto nelle Marche e in Abruzzo, e in minore quantità anche in Lazio e in Umbria. In generale la sua area di produzione si identifica con la zona pedemontana dell’Appennino, nel Medio Adriatico, ed era diffuso già in epoche molto antiche. Secondo una lettura della sua storia avrebbe origine greca, e sarebbe stato portato sulla penisola dai coloni; ma sembra essere più avvalorata la teoria secondo cui si tratta di un vitigno originario dei Monti Sibillini, le cui uve erano particolarmente amate dagli ovini al pascolo (da qui il nome, secondo una diffusa teoria).


Monti Sibillini

La questione geografica si fa ingarbugliata anche quando si vanno a vedere le denominazioni di questo vino, perché sono numerose. Per quanto riguarda la produzione abruzzese si identificano l’Abruzzo DOC, il Controguerra DOC, diversi IGT come Terre di Chieti, Colline Pescaresi, solo percitarne alcuni. Sul fronte marchigiano, dobbiamo menzionare senza indugio il Falerio Pecorino DOC e l’Offida Pecorino DOCG, ma anche il DOC Colli Maceratesi. Naturalmente le caratteristiche organolettiche di questi vini possono variare leggermente in base al territorio e ai metodi di vinificazione, pur derivando tutti da uve ‘pecorino’ (alcuni in purezza, altri all’85%). Tuttavia possiamo delineare delle caratteristiche generali.

Il Pecorino è un vino di colore giallo paglierino, con riflessi che possono essere più o meno intensi. È un vino secco e morbido, fresco, ed ha un discreto grado alcolico dato che gli acini sono molto zuccherini (le uve ‘pecorino’ sono coltivate esclusivamente per la vinificazione). L’acidità di base è ben bilanciata, e in bocca è armonico. Il profumo è fruttato, ma non mancano note erbacee, che tornano al palato mescolandosi con delle note agrumate. A seconda del territorio in cui è coltivato può risultare più o meno sapido. Avendo una buona struttura si abbina anche ai piatti di carni bianche (non è raro l’accostamento al coniglio), e non è da sottovalutare l’eccellente sposalizio con ricette ricche di erbe aromatiche (la pasta al pesto, per esempio). Ma è naturalmente con il pesce che questo vino da il meglio di sé, prestandosi particolarmente agli abbinamenti con i crudi di mare.



Il territorio

Dato che il territorio di produzione del Pecorino è così vasto, non può essere indicata un’unica meta ma diverse opzioni. Si può puntare al Parco Nazionale dei Monti Sibillini, area protetta che si estende tra le province di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Perugia: un territorio splendido, perfetto per gli amanti del trekking montano. Nella nostra scheda trovate molte informazioni e articoli sulle bellezze di quest’area: eccola. Le Marche en plain air offrono ai visitatori una moltitudine di possibilità, che vi abbiamo introdotto in questo articolo. L’Appennino abruzzese merita da solo un intero capitolo: in questo articolo vi abbiamo suggerito 7 trekking tra cascate, fiumi, laghi e scenari mozzafiato. Mentre in questo articolo trovate 5 destinazioni mozzafiato per scoprire questa regione e le sue meraviglie naturalistiche.

Naturalmente se non potete recarvi personalmente in Abruzzo o nelle Marche per degustare il Pecorino locale, c’è sempre l’opzione dell’acquisto online:

Qui trovate 6 bottiglie di Pecorino d'Abruzzo DOC Marchesi Mazzarosa

Mentre qui un eccellente Pecorino d’Abruzzo DOC Giocheremo con i fiori (1 bottiglia)

Oppure un IGT Pecorino Terre di Chieti Tenuta Ulisse (1 bottiglia)

Qui invece potete acquistare 6 bottiglie del celebre Offida Pecorino DOCG biologico, Tenuta la Riserva

Turismo.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Turismo.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione Marche
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati