Cerca nel sito
HOME  / gusto
panone bologna natale ricette dolci tipici italia

Panone: il Natale semplice e genuino di Bologna

Indissolubilmente legato al Comune di Molinella, l'antico dolce delle Feste è trionfo di profumi e di sapori nato dall'unione di ingredienti umili e di facile reperibilità

pane speziato dolce torta natale canditi spezie frutta secca
©oksix/iStock
Un pane speziato
Preparato sin dall'antichità con ingredienti comuni e facili da reperire anche per le famiglie oiù umili, il Panone è il dolce di Natale tipico del Comune di Molinella ed uno dei più rinomati e tradizionali dell'intera provincia di Bologna.

LA TRADIZIONE Preparato con ingredienti semplici e poveri, il Panone incarna la tradizione natalizia delle comunità rurali di Bologna e della provincia dove questo dolce nacque in epoca antica. Sebbene la storia del Panone sia indissolubilmente legata con il Comune di Molinella, si tratta di una specialità diffusa e conosciuta in tutta la zona del capoluogo emiliano del quale rappresenta una delle portate tipiche delle Feste. La sua ricetta è un trionfo di quanto di più semplice fosse, un tempo, possibile trovare nelle dispense di ogni famiglia, anche di quelle meno abbienti, dalla farina, alla frutta, al cacao sino al cioccolato al latte che, nel corso del tempo, si è aggiunto alla ricetta originaria arricchendo l'impasto con golosi pezzettoni.

LA DENOMINAZIONE Il Panone di Molinella, il cui nome richiama la natura stessa della ricetta che altro non è che un pane dolce speziato ed arricchito di frutta secca e candita e cacao, è stato inserito nel Registro De.Co. (Denominazione Comunale di Origine) come prodotto del Comune di Molinella, a dimostrazione della sua tradizionalità e del suo legame con la località.

LE CARATTERISTICHE Si tratta di un prodotto da forno, generalmente di forma rettangolare e dimensioni variabili, caratterizzato da una crosta di colore bruno, conferitole dalla presenza di cacao nell'impasto, resa irregolare dalle tipiche protuberanze create dall'uva sultanina. Al taglio si può distinguere facilmente il cioccolato al latte aggiunto all'impasto in pezzettoni che possono, comunque, essere eliminati qualora si intenda preparare il cosiddetto Panone comune. Al palato il gusto della frutta secca, della frutta candita, delle spezie e della marmellata crea un delizioso equilibrio di profumo e di sapori che rievocano un passato lontano fatto di ingredienti umili e genuini.

LA PRODUZIONE Per poter perfezionare l'iscrizione del Panone nel Registro De.Co. il Comune di Molinella ha redatto un Disciplinare di produzione che ne regolamenta la preparazione indicando gli ingredienti ed i procedimenti, rigorosamente artigianali, oltre alle corrette modalità di conservazione (assolutamente fuori dal frigorifero) affinchè mantenga inalterate a lungo, anche fino a tre o quattro mesi, le sue caratteristiche gustative ed olfattive.

LA CULTURA Secondo molti il Panone può essere, in un certo senso, considerato un “parente prossimo” di un altro dolce natalizio della tradizione bolognese: il Certosino, dal quale si differenzia essenzialmente per l'utilizzo più moderato delle spezie nella realizzazione dell'impasto.

IN CUCINA Secondo quanto recita lo stesso Disciplinare di produzione, per ottenere un Panone dal sapore e dalla consistenza soddisfacenti occorre fare utilizzo di sole materie prime di qualità da lavorare artigianalmente per la preparazione dell'impasto. E', inoltre, fondamentale servire il dolce a temperatura ambiente in modo che il gusto non venga alterato dal passaggio in frigorifero o in ambienti riscaldati.

La ricetta: Panone di Molinella. Ingredienti: 600 grammi di marmellata di frutta mista (da preparare anch'essa in casa), 600 grammi di uva sultanina, 50 grammi di scorza di arancia, 50 grammi di farina di grano tenero, 50 grammi di cacao, 25 grammi di lievito di birra, un pizzico di sale, un pizzico di spezie, cioccolato al latte in pezzi, miele. Preparate la marmellata lavando la frutta a cuocendola nel vino, per poi macinarla e proseguire la cottura con lo zucchero. Preparate del lievito madre con il lievito di birra, la farina ed il cacao e lasciate riposare per una notte intera. Lavate, quindi, con cura l'uva sultanina, poi mescolatela con gli altri ingredienti aggiungendo, da ultimo il lievito. Ungete una teglia, sistemate i pezzi di cioccolato al latte, poi trasferitevi l'impasto. Fate lievitare per altre due ore, poi cuocete in forno a 180° fin quando la superficie del Panone non risulterà uniforme ed invitante. Una volta raffreddato, spennellate il dolce con del miele.

Altre ricette:
Campania: Lagane con i ceci di Cicerale
Tagliolini verdi al ragù di scalogno di Romagna Igp
Polenta e fagioli socere e nore del Paco della Majella

IL TERRITORIO Ricca di arte e di storia, Bologna è una città di grande bellezza che fonde le suggestioni di altri tempi di un centro dalle irresistibili bellezze architettoniche, con le atmosfere vivaci e conviviali create dalla moltitudine di studenti provenienti da ogni dove che frequentano lo storico ateneo universitario di antichissima istituzione. La trecentesca Piazza Maggiore è il cuore pulsante di un centro storico dalle molteplici bellezze di ogni epoca storica, da esplorare soffermandosi ad assaporare il gusto inconfondibile dei numerosi e famosissimi piatti della tradizione locale.

DA VEDERE A BOLOGNA: VAI ALLA GUIDA

Leggi anche:
Cipolle di Medicina: elisir bolognese
Bologna: mortadella da intenditori
La Primura: patata di Bologna DOP

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100