Cerca nel sito
HOME  / gusto
Prodotti Igp Lombardia ricetta con mela della Valtelina

Lombardia, la mela che profuma di montagna

La coltivazione delle mele Igp in Valtellina arricchisce di colori il fondovalle da Sondrio fino alla zona intorno a Tirano

mele rosse appese all'albero
iStock
Mele
In Valtellina sono coltivate prevalentemente mele “Golden Delicious” e "Stark Delicious”, varietà di pregio che vantano ottime caratteristiche organolettiche e di conservazione, ancor più esaltate dall’ambiente montano. Altre varietà coltivate in Valtellina sono la mela Gala, la mela Morgenduft e la mela Fuji. Le mele di Valtellina rispetto a produzioni di pianura si distinguono per l’assenza di rugginosità, per la maggior colorazione, per il sapore più armonico e gradevole.
 
LA TRADIZIONE La coltivazione delle mele sul territorio Valtellinese risale ai tempi antichi, tuttavia, solo a partire dagli anni '50 si assiste ad un notevole incremento della produzione soppiantando in taluni casi intere coltivazioni di viti. Conclusa la fase di forte sviluppo negli anni '60 viene introdotta la meccanizzazione della produzione. L'utilizzo di macchinari nella fasi fondamentali della coltivazione ha consentito una notevole riduzione dei costi, causando tuttavia la perdita di quelle tradizioni che da sempre hanno voluto che l'amore per la coltivazione di questo frutto si tramandasse di generazione in generazione. Coltivate ad altitudini comprese tra i 400 e gli 800 metri sul livello del mare si distinguono dalle mele prodotte in pianura per il profumo più intenso e delicato conferitogli dall'ambiente montano.
 
LA DENOMINAZIONE Il 1° marzo 2010 la mela di Valtellina ha ottenuto il riconoscimento IGP (Indicazione geografica protetta) dall’Unione Europea. Il Consorzio Tutela Mele di Valtellina nasce nel 1992 dalla volontà delle tre cooperative ortofrutticole della valle:Cooperativa Ortofrutticola Ponte in Valtellina
 
 
LE CARATTERISTICHE Le caratteristiche del terreno e l'esposizione ai raggi del sole garantiscono un prodotto di ottima qualità. Due sono le principali tipologie di mele prodotte sul territorio valtellinese: la Golden Delicius e la Stark Red Delicius. La Golden Delicius è caratterizzata da una colorazione giallo-verde, la cui polpa biancastra è particolarmente ricca di zuccheri la rende molto apprezzata dai bambini.  Spesso la buccia del frutto presenta sulla sua superficie delle striature rossastre; si tratta di un processo definito "fiammatura" che si verifica quando, nei giorni precedenti la raccolta, si susseguono giornate calde a notti relativamente fredde. Questi "sbalzi" di calore impediscono la rielaborazione degli zuccheri presenti nel frutto e quindi il naturale trasferimento nella pianta; il loro confinamento nel frutto determina quindi la colorazione rossastra. Di qualità differente è la Stark Red Delicius: a buccia ha una colorazione rosso intenso. Come per altri prodotti Valtellinesi la coltivazione di questo frutto è regolamentata da Disciplinari volti a prevenire un abuso di pesticidi e quindi a garantire una naturale coltivazione della pianta.
 
LA PRODUZIONE 1000 ettari di meleti coltivati da circa 1000 aziende agricole. Oltre l’80% dei frutticoltori aderisce alla cooperativa Melavì che garantisce e commercializza la mela di Valtellina Igp nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala. La sua collocazione geografica, la latitudine, l’esposizione dei versanti, le condizioni climatiche e l’escursione termica giornaliera fanno della Valtellina un “giardino” ideale per la coltivazione del melo. I frutteti si trovano soprattutto lungo i conoidi di origine alluvionale. La Mela di Valtellina IGP, nelle tre varietà che si fregiano del marchio di tutela, rappresenta l’85% della produzione sui circa 300.000 quintali complessivi.
  
LA CULTURA In diverse zone della Valtellina i frutteti hanno preso il posto delle viti, anche sui terrazzamenti: queste coltivazioni continuano ad avere un ruolo fondamentale anche nella manutenzione del territorio e nell’equilibrio idrogeologico. Gli oltre mille ettari coltivati a frutteto chiedono lavoro e sacrifici moltiplicati dal frazionamento. Ogni secondo weekend di ottobre si festeggia in Valtellina la Sagra della Mela e dell’Uva.
 
IN CUCINA La Golden Delicius, disponibile sul mercato tutto l'anno, grazie agli innovativi metodi di conservazione, può essere consumata come frutto o essere impiegata per la preparazione di dolci e di derivati della mela tra i quali succhi, centrifugati e aceto. la Stark Red Delicius che a differenza della Golden è disponibile sul mercato solo nel periodo che va da settembre a maggio; la sua polpa farinosa la rende particolarmente indicata per la preparazione di pietanze di vario genere
 
 
LA RICETTA Involtini di bresaola con mele della Valtellina Igp. Ingredienti per 4 persone: 12 fette di Bresaola della Valtellina; 1 mela della Valtellina Igp; 200 gr di robiola; 1 mazzetto di erba cipollina; sale e pepe q.b. Sbucciate la mela e tagliatela a dadini piccoli, mettendoli in una ciotola insieme ad il succo di mezzo limone per non farli annerire. Lavorate la robiola in una seconda ciotola per renderla cremosa ed aggiustate di sale. Incorporate la mela a dadini ed aggiungete una macinata di pepe.  Avvolgete le fette di bresaola in modo da creare dei coni, fermandoli poi con uno stelo di erba cipollina. Servitevi di una sac à poche con foro medio (in modo da far passare la mela) per riempire i coni.
 
Altre ricette
 
IL TERRITORIO Come altri luoghi incantevoli delle Dolomiti, anche la Valtellina, assime ai territori di Monferrato, Langhe e Roero, è stata ufficialmente candidata per essere inclusa nella lista del Patrimonio mondiale dell'Umanità Unesco. La montagna valtellinese è la mecca per escursionisti, alpinisti tradizionali e i free climbers. VISITA LA VALTELLINA: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100