Cerca nel sito
HOME  / gusto
Prodotti Dop Liguria ricette con olio della Riviera Ligure

In Liguria l'arte speciale di produrre olio

Nella Riviera Ligure gli oliveti si arrampicano sui rilievi dell'entroterra dove si nutrono di aria boschiva e pini marittimi. Qui nasce l'olio Dop famoso dal Medioevo

olio d'oliva<br>
iStock
Olio d'oliva
Nell’affascinante Riviera Ligure cresce il pregiato frutto delle varietà Taggiasca, Lavagnina, Razzola, Pignola, che caratterizzano con un gusto inconfondibile l’Olio Extravergine della Riviera Ligure Dop. Gran parte dei meriti qualitativi di questo prodotto sono da attribuirsi alla varietà delle piante, che in secoli di adattamento al territorio e al clima ligure, forniscono un olio fruttato e a basso grado di acidità.
 
LA TRADIZIONE Furono i Monaci Benedettini nel Medioevo a migliorare, attraverso selezioni accurate, la pianta dell’ulivo, creando la varietà Taggiasca, e ad insegnare la tecnica del “terrazzamento” delle montagne con muri a secco (Maxéi), per creare le “fasce” e strappare la terra coltivabile ad un territorio che solo la lungimiranza e la forza d’animo dell’agricoltore ligure ha saputo rendere produttivo.
 
LA DENOMINAZIONE Il riconoscimento europeo DOP dell´olio extra vergine di oliva "Riviera Ligure" è avvenuto nel 1997. Ad oggi le aziende iscritte alla DOP "Riviera Ligure" in provincia di Genova sono circa 72 soggetti rispettivamente ripartiti in 51 olivicoltori, 5 frantoiani e 16 confezionatori "Riviera Ligure" DOP. La denominazione deve essere accompagnata da una delle seguenti menzioni geografiche aggiuntive: Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese, Riviera di Levante.
 
 
LE CARATTERISTICHE Colore giallo/verde con retrogusto persistente di carciofo e mandorla. Prodotto a bassa acidità con fruttato tenue e una sensazione di dolce che esalta le caratteristiche dei cibi senza intervenire in modo troppo deciso. 
 
LA PRODUZIONE Il riconoscimento Dop è avvenuto all´interno di tre zone di produzione del territorio ligure: "Riviera dei Fiori" comprende l´intera zona della provincia di Imperia; "Riviera del Ponente Savonese" comprende 48 comuni della provincia di Savona e "Riviera di Levante" comprende i territori della provincia di Genova e La Spezia. La Liguria è famosa per le tipiche coltivazioni “a terrazza”, ingegnoso sistema di sfruttamento del terreno ideato per poter coltivare anche in un territorio aspro e spesso scosceso. La coltivazione dell’ ulivo è sicuramente quella che più caratterizza il territorio ligure.  Ad Oneglia, situato in Via Garessio, storica via degli oleifici, si trova il Museo dell’Olivo.
 
LA CULTURA Produrre dell’olio di qualità in Liguria è un’arte. L’olivicoltore deve affrontare un territorio scosceso e “atterrazzato”, sferzato da agenti atmosferici imprevedibili. Mantenere perciò le olive sane fino al raccolto e consegnarle rapidamente al frantoio, è un’impresa che richiede sacrificio, attenzione e soprattutto passione. Anche la trasformazione delle olive richiede una cura particolare, onde evitare che qualsiasi disattenzione si rifletta sulle proprietà sensoriali dell’olio, e la stessa conservazione, a cui è affidata la “vitalità” del prodotto, richiede locali, contenitori e temperature controllate scrupolosamente.
 
IN CUCINA Ideale su piatti dal gusto morbido, perfetto sul pesce sia cotto che crudo, esalta magnificamente il gusto di una semplice insalata. Decisamente impagabile a crudo. Ottimo anche con formaggi freschi, erborinati, caprini, grana e ricotta.
 
 
LA RICETTA Pesto alla genovese. Ingredienti: 100 gr. foglie di basilico rigorosamente liguri; 40 gr. Pinoli; 100 gr. parmigiano grattugiato (o grana padano); 20 gr. pecorino sardo; 100 gr. olio extravergine d'oliva delle Riviera ligure Dop; 1 o 2 spicchi di aglio; 6 gr sale grosso marino. Mettete nel mortaio (che deve essere rigorosamente di marmo con pestello di legno) l'aglio e il sale così, quando aggiungete le foglie di basilico (lavate ed asciugate), queste rimarranno di colore verde intenso. E' importante che le foglie non si impastino sul fondo del mortaio, ma sulle pareti, amalgamando in senso rotatorio, lentamente e senza violenza. Dopo il basilico mettete i pinoli e i formaggi. Infine aggiungete, goccia a goccia, l'olio. (repubblicadelpesto.it) 
 
Altre ricette
 
IL TERRITORIO Alassio è uno dei più famosi centri di villeggiatura della Riviera Ligure di Ponente. Si trova in provincia di Savona ed è una terra stretta tra il mare e le colline, con una splendida baia verde che si apre sul mare. Circondata dalla rigogliosa cornice del promontorio del Caprione, Ameglia si affaccia sull'ultimo tratto della sponda destra del fiume Magra che con la sua foce va ad infrangersi nel mare del Golfo dei Poeti (così viene denominato il golfo della Spezia ). Camogli, nota come Città dei "Mille Bianchi Velieri" è un antico borgo marinaro, rimasto intatto dall'epoca in cui i suoi capitani e armatori conquistano i mari di tutto il mondo. Per respirare un po' della sua storia basta visitare il suo centro storico, caratterizzato da alte case dalle facciate decorate, addossate una all'altra, passeggiare per i "carruggi" (stretti vicoli) del borgo medievale. VISITA LA LIGURIA: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati