Cerca nel sito
HOME  / gusto
campania prodotti tipici itinerari gastronomici

Caprese, la torta di Al Capone

La celebre torta al cioccolato e mandorle è nata per errore quasi cento anni fa

torta caprese
©bennymarty/iStock
Torta caprese
Se è vero che sbagliando si impara, è altrettanto vero che, talvolta, sbagliando si crea. Soprattutto in cucina. Molte delle ricette della tradizione sono, infatti, proprio il risultato di errori commessi in cucina dai loro creatori. Quella della torta caprese, autentica prelibatezza della cucina partenopea, è proprio una di queste. Questa delizia al cioccolato e mandorle è nata, infatti, in un laboratorio di pasticceria dell'isola di Capri quasi cento anni fa ed è il frutto di una dimenticanza del cuoco che la stava preparando.

LA TRADIZIONE
Era il 1920 quando al cuoco Carmine Di Fiore venne commissionata la preparazione di una torta da tre malavitosi giunti sull'isola per acquistare delle ghette per conto di Al Capone. Per fretta, distrazione o per la pressione che il lavoro per una tale clientela esercitava, il pasticcere commise una svista che avrebbe potuto mettere a repentaglio ben più della riuscita della ricetta. Si dimenticò, infatti, di aggiungere la farina all'impasto, rendendosene conto soltanto quando la torta era già in cottura nel forno. Del tutto inaspettatamente, il risultato superò ogni aspettativa e si rivelò un vero successo. Un successo destinato a durare nel tempo e ad oltrepassare abbondantemente i confini della regione.

LA DENOMINAZIONE
La torta caprese prende il nome dall'isola in cui è nata, proprio come quello dell'omonima insalata a base di mozzarella e pomodori.

LE CARATTERISTICHE
La caprese è un dolce a base di cioccolato e mandorle. A causa dell'assenza di farina nell'impasto, la torta si presenta molto compatta, umida all'interno e croccante all'esterno. Per donare una piacevole aromaticità al dolce, in molti aggiungono all'impasto del liquore, generalmente rhum, o della scorza di arancia. Viene servita in tavola con una spolverata di zucchero a velo in superficie.

LA PRODUZIONE
Oggi la caprese è uno dei dolci più famosi della tradizione partenopea. Viene gustata in ogni parte d'Italia e non solo sia nella sua versione originale al cioccolato fondente che nella sua variante “bianca” preparata con cioccolato bianco e limone, ormai sempre più diffusa.

LA CULTURA
Sebbene il nome e le origini leghino indissolubilmente questa ricetta all'isola di Capri, oggi viene considerata una specialità della tradizione partenopea e di quelle della Penisola Sorrentina e della Costiera Amalfitana alla quale viene generalmente associata la versione al limone.

IN CUCINA
Se la torta caprese è diventata così famosa è anche grazie alla semplicità degli ingredienti ed alla possibilità di realizzarla agevolmente in casa. A seconda delle versioni della ricetta le proporzioni degli ingredienti possono cambiare, così come può variare la scelta degli aromi e le modalità di presentazione. C'è chi, ad esempio, preferisce non aggiungere liquori o agrumi all'impasto, chi elimina persino il burro, chi aggiunge un poco di cacao in polvere, di farina o di lievito per dolci (snaturando leggermente quella che è l'essenza del dolce) e chi, infine, preferisce non decorarla con lo zucchero a velo.

La ricetta. Torta caprese. Ingredienti: 300 grammi di mandorle pelate o di farina di mandorle, 250 grammi di cioccolato fondente, 250 grammi di burro, 5 uova, 150 grammi di zucchero, zucchero a velo per decorare.
Tostate le mandorle in forno a 200° e lasciatele freddare per poi tritarle. Separate gli albumi dai tuorli e montate questi ultimi assieme allo zucchero con una frusta sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Nel frattempo sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria assieme al burro. Unite il cioccolato fuso e i tuorli montati ed aggiungete anche le mandorle tritate. Montate gli albumi a neve ferma ed incorporateli delicatamente al resto dell'impasto con movimenti dal basso verso l'alto per evitare che si smonti. Quando il composto risulterà denso, soffice ed omogeneo, potrà essere trasferito in una teglia imburrata ed infarinata di 24-26 centimetri di diametro ed infornato a 180° per circa 40 minuti o, comunque, sin quando non si sarà formata la caratteristica crosticina sulla superficie esterna. Servite in tavola cospargendo la torta di zucchero a velo.

PRODOTTI TIPICI E RICETTE DAL GUSTO ITALIANO

IL TERRITORIO
Amata in tutto il mondo e celebre per i suoi scorci pittoreschi e le sue atmosfere vivaci e solari, Capri vanta anche alcuni monumenti naturali dal fascino unico che non possono essere per nessun motivo tralasciati durante un viaggio sull'isola partenopea. I suoi paesaggi da sogno si coniugano alla perfezione alle atmosfere esclusive ma allo stesso tempo intime che si respirano per le strade.

DA VEDERE A CAPRI: VAI ALLA GUIDA

Leggi anche:
Pompei, la meraviglia d'Italia più a rischio
Quei pomodorini "rosso Vesuvio"
Oltre Pompei ed Ercolano

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su GUSTO
Correlati per Continente Capri
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati