Cerca nel sito
HOME  / gusto
bucellato di lucca ricette dolci tipici itinerari gastronomici

Buccellato: il pane dolce della tradizione lucchese

Delizioso ed aromatico il dolce di Lucca vanta una storia lunghissima

lucca buccellato dolce pane dessert ricetta piatto fetta mollica
Courtesy of ©Sunsetwiki/Wikipedia CC BY SA 3.0
Il Buccellato di Lucca 
Nato alla metà del XV secolo il Buccellato è uno dei dolci più antichi della città di Lucca. Il suo profumo di anice e di uvetta lo rende delizioso e saporito e la sua storia lunghissima, che affonda le proprie radici in epoca romana, ne fanno una delle specialità più significative della tradizione gastronomica locale.

LA TRADIZIONE
I versi di un adagio lucchese spiegano che chi a Lucca non mangia il Buccellato è come se non fosse mai stato realmente in città. Basta questo per capire quanto la ricetta di questo delizioso pane dolce sia strettamente legata al capoluogo toscano e alla sua storia. Tanto il nome quanto le caratteristiche di questa specialità lasciano intuire che si tratti di una rivisitazione più preziosa del pane. In epoca romana, infatti, il termine latino buccellatum faceva riferimento ad un pane con la forma di una ciambella costituito da tanti piccoli panini affiancati (le buccellae, ossia i “bocconi”) che creavano una corona. Anche il quattrocentesco Buccellato lucchese, nella sua versione originaria, aveva una forma ad anello che facilitava il trasporto attorno all'avambraccio all'uscita dalle funzioni religiose.Oggi, invece, il dolce ha una classica forma allungata che rende più pratico il trasporto all'interno di un sacchetto.

LA DENOMINAZIONE
Il nome del dolce lucchese sembra, quindi, derivare da quello latino del suo antenato. Il profondo legame con la tradizione gastronomica della bella città toscana ne ha decretato l'inserimento nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

LE CARATTERISTICHE
Il Buccellato è, dunque, un pane dolce arricchito con anice ed uva passa. Si presenta di forma allungata con un taglio sul dorso per favorire il processo di lievitazione. La superficie esterna è lucida e di colore bruno a causa della spennellatura con uovo e zucchero, mentre, internamente, la mollica si presenta chiara, soffice e profumatissima.

LA PRODUZIONE
Passeggiando per Lucca è molto semplice imbattersi in forni e pasticcerie che preparano il Buccellato seguendo la propria ricetta tramandata di generazione in generazione. Come spesso avviene per molti prodotti locali della tradizione italiana, non ne esiste, infatti, una codificata. Non bisogna, inoltre, confondere il Buccellato lucchese con un altro Buccellato, quello siciliano, la cui ricetta è completamente differente.

LA CULTURA
I
l Buccellato può essere acquistato e consumato durante tutto l'anno ma le occasioni in cui non può davvero mai mancare sono quelle legate alle celebrazioni dell'Esaltazione della Santa Croce e del Palio della Balestra.

IN CUCINA
Il sapore fresco ed aromatico e la consistenza soffice rendono il Buccellato particolarmente versatile ed adatto a differenti abbinamenti. Può essere, ad esempio, consumato tal quale accompagnato soltanto da un buon bicchiere di vino, oppure servito con panna fresca e fragole, con panna e caffè o con ricotta e rum. Per scoprire i vari accostamenti e sperimentarne di nuovi si può provare a preparare il Buccellato in casa seguendo la ricetta proposta dal Sito ufficiale del Turismo in Toscana.

La ricetta: Buccellato di Lucca. Ingredienti: 500 grammi di farina, 150 grammi di zucchero, 50 grammi di burro, 20 grammi di lievito di birra, 2 uova, un bicchiere di latte, 50 grammi di uva zibibbo secca, 2 cucchiaini di semi di anice, un pizzico di sale. Disponete la farina a fontana e all'interno aggiungete il lievito, il burro, un uovo e un pizzico di sale. Impastate gli ingredienti ed ammorbidite con il latte ed un poco di acqua tiepida. Dopo aver aggiunto, un poco per volta, anche l'uvetta (da ammorbidire se necessario in un poco di liquore) ed i semi di anice, date all'impasto la forma di una palla e lasciatelo lievitare per un'ora. Ricavatene, quindi, dei filoncini o delle ciambelle che inciderete con un piccolo taglio in superficie per favorire il processo di lievitazione. Lasciate crescere l'impasto per un'altra ora, poi spennellate il Buccellato con un composto di uova e zucchero e lasciatelo cuocere per circa un'ora in forno preriscaldato.

Altre ricette:
Brovada
Pizza sette sfoglie di Cerignola
Baccalà alla vicentina

IL TERRITORIO Affascinante alternarsi di colline e pianure, la Lucchesia è un territorio dalle innumerevoli attrazioni che oltre a proporre la visita dell'antico capoluogo, ricco di testimonianze di epoche lontane, offre l'opportunità di intraprendere un suggestivo itinerario che attraversa paesaggi di elevato interesse naturalistico punteggiati di eleganti ville, autentico vanto di questa zona della Toscana. Costruite in diversi stili, dal rinascimentale, al barocco, al neoclassico, spesso sono circondate da magnifici giardini che permettono di fare un tuffo nel passato circondati da una cornice incredibilmente affascinante.

Leggi anche:
A spasso tra le antiche aie della Garfagnana
Lucca, nel Duomo un gioiello da riscoprire
Toscana: Lucca al pinzimonio

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100