Cerca nel sito
HOME  / cuore
campania borghi costiera amalfitana itinerari romantici

Campania, il fascino "divino" di Positano

Il borgo della Costiera Amalfitana è un luogo perfetto per una fuga romantica

Panorama della Costiera Amalfitana e Positano
©iStockphoto
Scorcio panoramico della Costiera Amalfitana con Positano
La mitilogia narra che Poseidone, innamorato della ninfa Positea, fondò per lei Positano come pegno del suo amore. Secondo un'altra leggenda, invece, la vicina isola de Li Galli e i suoi scogli accoglierebbero le sirene che intrappolarono Ulisse. Quando un luogo ispira illustri miti e leggende significa che il suo fascino è magnetico e che la sua bellezza trascende quella terrena. D'altronde è impossibile non rimanere ancora oggi irrimediabilmente attratti da Positano che scivolando dai Monti Lattari fino al mare, si mostra come un pittoresco presepe affacciato sulle acque limpide della Costiera Amalfitana. Non c'è luogo migliore, dunque, per trascorrere un piacevole weekend romantico in ogni stagione dell'anno, anche quando le temperature non consentono di immergersi tra le sfumature azzurre del mare campano. 

Apprezzata sin da epoca remota per la sua posizione strategica, Positano custodisce ancora oggi preziose testimonianze di una storia lunghissima che l'ha vista protagonista sin da epoca romana, come raccontano le rovine di un'antica villa affacciata sul mare. Le torri d'avvistamento che punteggiano la costa evocano, invece, l'epoca delle antiche scorribande saracene, mentre il suggestivo intreccio di strade strette e scalinate è l'ingegnoso stratagemma per fronteggiare le incursioni nemiche, specialmente nel periodo del Ducato di Amalfi. Oggi il borgo è un trionfo di scorci caratteristici e di atmosfere esclusive che regalano piacevoli momenti di charme da condividere con la propria dolce metà.

Cuore pulsante della città è la magnifica chiesa di Santa Maria Assunta sormontata dalla scenografica cupola in maiolica gialla, verde e blu, visibile da ogni angolo della città. Al suo interno, in un trionfo di stucchi bianchi ed oro, è custodita l'effigie della Madonna Nera, di orgine bizantina, risalente al XII secolo. Secondo la leggenda fu la Vergine stessa a scegliere Positano come dimora, palesandosi ai marinai della nave che trasportava il ritratto con una voce che chiedeva di essere lasciata lì. Al di là della leggenda sul suo arrivo in città, il ritratto e la chiesa che lo accoglie sprigionano un fascino davvero unico ed indimenticabile.

Dopo aver camminato per le vivaci vie del centro, vale la pena perdersi, nuovamente, tra miti e leggende concendendosi una passeggiata lungo il Sentiero degli Dei, l'antica mulattiera che collega Agerola al borgo di Nocelle, frazione di Positano, e che, secondo la tradizione, è la strada che le antiche divinità greche percorsero per soccorrere Ulisse rapito dalle sirene. L'itinerario, ben segnalato, si snoda per 10 chilometri nella natura selvaggia ed incontaminata regalando panorami mozzafiato sulla Costiera da un'altezza che raggiunge i 600 metri. 

Leggi anche:
Pompei, la meraviglia d'Italia più a rischio
Quei pomodorini "rosso Vesuvio"
Oltre Pompei ed Ercolano

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE





Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati