Cerca nel sito
Associazione Dimore Storiche Italiane: Castello di Magrano

Umbria, nel Castello della discendente di Napoleone

La natura circostante permette di vivere in pieno relax le attrazioni del Castello di Magrano

Magrano, castello
©Associazione Nazionale Dimore Storiche
Veduta del Castello di Magrano
Immerso in un paesaggio contaminato dove la natura è ricca di boschi, prati e sorgenti d’acqua, il territorio di Gubbio ospita una villa di campagna eretta alla fine del Duecento e trasformata in fortilizio militare. Si tratta del Castello di Magrano, struttura che vanta una storia ricca essendo stato proprietà di diverse famiglie. Circondato da un’ampia ansa del fiume Chiascio, sorge su un promontorio la cui visuale spazia fino al Monte Cucco. In epoca medievale il Castello fu il fulcro della difesa del Comune di Gubbio contro Perugia. Nel 1391 Melchiorre Montaiti, signore di Magrano, si ribellò al conte Antonio da Montefeltro, signore di Urbino e di Gubbio: il borgo venne distrutto ma il castello resistette, passando ai duchi di Montefeltro nel 1431 e diventano la residenza di caccia prediletta di Federico.

Leggi anche: La Gubbio dei palazzi storici

Dopo il passaggio di proprietà ai conti di Carpegna nel corso del XVII secolo si arriva al 1830 con la famiglia i cui discendenti posseggono tutt’ora la residenza, ovvero quella della principessa Giulia Bonaparte figlia di due nipoti di Napoleone. La proprietà venne poi trasferita al figlio Luciano del Gallo di Roccagiovine, appartenente ad un’importante famiglia legata al Papato. Lo stesso Luciano del Gallo decise, nei primi anni del Novecento, di dare inizio ad un primo consolidamento della struttura, il cui recupero storico e artistico totale si ebbe, però, soltanto con il nipote Luciano Filippo Giunta nella metà degli anni Settanta e si completò nel 2010, anno in cui il Castello assunse la destinazione di albergo di campagna che dispone di dodici camere e un appartamento. Le camere, di cui tre doppie, sette matrimoniali e due Suites, sono tutte arredate con mobili d’epoca e sono di livello superiore per dotazioni e servizi tra i quali due vasche idromassaggio e una minipiscina in camera.

Oggi è il luogo ideale per trascorrere giornate rilassanti, tra la natura e i richiami storici che caratterizzano tutte le stanze dell’edificio, arredate con mobili d’epoca. La residenza è immersa in un grande parco dove sono presenti caprioli, daini, fagiani, cinghiali ed ogni genere di animali tipici della zona, e fa parte di un consorzio faunistico venatorio. Nelle vicinanze è possibile effettuare escursioni nel parco del Monte Cucco dove si può praticare deltaplano ed altre attività escursionistiche, oltre che visitare diverse città d’arte come Assisi o Perugia. Non manca la possibilità nemmeno per gli appassionati di pesca sportiva di divertirsi sul fiume Chiascio, cosi come particolarmente interessante è la ricerca e raccolta di funghi e altri frutti del sottobosco.

Il Castello di Magrano fa parte dell’Associazione Nazionale Dimore Storiche
L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati