Cerca nel sito
Quarantena Cinema Covid Film Spagna

Madrid interior: ecco uno dei primi film sui giorni del Coronavirus

La pandemia raccontata in un film sperimentale girato dagli abitanti della capitale spagnola. Il trailer lanciato in rete

Juan Cavestany
S’intitola “Madrid, interior” ed è il primo lungometraggio spagnolo che racconta la vita durante l’emergenza COVID-19, mostrando le persone alle prese con un lockdown ad alto livello, identico a quello applicato in Italia.  
 
Le strade della capitale spagnola sono deserte. I distretti del centro sono simili al ground zero di un’apocalisse. Non c'è segno di vita per strada. Il regista Juan Cavestany è riuscito a contattare e coordinare un centinaio di persone, trasformandole in attori. Così ha rapidamente assemblato il film: “Lo abbiamo girato tra il 24 marzo e il 24 aprile, e cioè nel periodo peggiore della pandemia” – ha dichiarato in un'intervista al quotidiano El País.



Leggi anche: Madrid, sei curiosità che forse tutti non conoscono

Cavestany non è certo il primo filmmaker che si è attivato durante questa emergenza: in Italia Gabriele Muccino e Gabriele Salvatores hanno annunciato rispettivamente una storia di finzione ispirata ai giorni del COVID-19 (s'intitolerà "Il grande caos") e un progetto più sperimentale intitolato "Viaggio in Italia", docufilm che sarà diffuso online. Ma “Madrid, interior” è praticamente pronto. Pianificato, girato e completato nel giro di un mese. E' infatti già possibile vedere il primo trailer del film, appena lanciato in rete:

 
“Abbiamo iniziato a realizzare video nostri in cui filmavano momenti banali come dormire sul divano o lavarsi i denti. I primi giorni di lockdown" – continua il regista. Da lì in poi il progetto ha preso quota, cercando momenti di intimità nella vita di persone che aspettano la fine del lockdown, in silenzio. A casa. 
Ne viene fuori un film sperimentale, a metà strada tra commedia, dramma e documentario. “Una radiografia delle emozioni" attraverso video composti da azioni apparentemente banali in cui le persone si presentano in pigiama, spaparanzate sul divano o in compagnia delle loro famiglie. “Non è un documentario sul coronavirus – precisa Cavestany – ma un’esperienza intima sul vivere confinati che si è trasformata in un film che ha momenti comici, drammatici. Momenti toccanti. Sulle attese, sulle paure”. 



Guarda la scheda di Madrid su Turismo.it
 
Madrid è la protagonista della storia e la città che rimane nel titolo. Ma non è l’unica location in scena: il regista ha infatti incluso alcuni video provenienti da Londra, New York e altre città spagnole come Barcellona, Siviglia e Valencia. Non si conosce ancora la data di uscita né la piattaforma di destinazione, di certo il cuore di "Madrid, interior" non batte a scopo di lucro: “E’ stato realizzato con l’aiuto di così tante persone che sarebbe veramente strano provare a guadagnarci sopra (…) voglio solo che la gente lo veda”. 

Leggi anche: Madrid nel cinema del maestro Almodovar
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati