Cerca nel sito
Siti Unesco in Italia: Piazza Armerina Villa Romana del Casale 

L'Unesco in Sicilia: Piazza Armerina a la Villa Romana del Casale

La Villa Romana del Casale vanta un grande esempio di arte musiva pavimentale

Mosaici romani
©iStockphoto
Piazza Armerina: dettaglio dei mosaici di Villa Romana del Casale
Incastonata nel centro della Sicilia, Piazza Armerina è una splendida città d’arte in provincia di Enna. E’ circondata dalle foreste del parco della Ronza e da numerose zone d'interesse paesaggistico come la diga Olivo e il sito archeologico di Montagna di Marzo. Nelle vicinanze, inoltre, si trova il lago di Pergusa, situato all'interno dall'incantevole riserva omonima. La città può vantare la presenza, nel suo territorio, di una lunga serie di monumenti che testimoniano il suo glorioso passato. Tra questi spicca senza ombra di dubbio la splendida Villa Romana del Casale, risalente alla fine del IV secolo d.C. Appartenuta ad una potente famiglia romana, la villa imperiale si presenta come una magnifica dimora rurale portata alla luce con importanti scavi introno al 1950.

Leggi anche: Sicilia: 4 cose da sapere sui pavimenti in mosaico

Si tratta di una struttura molto ben conservata, con una complessa volumetria ed una vastissima decorazione a mosaico sul pavimento che costituisce il massimo esempio noto dell’arte musiva pavimentale. I mosaici, con nitide immagini, sono considerati tra i più belli e meglio conservati nel loro genere. Gli scavi hanno rinvenuto 3500 metri quadrati di pavimentazione a mosaico figurativo e in stile geometrico oltre a colonne, statue, capitelli e monete. Viene celebrato, nella serie di mosaici, lo stile di vita del proprietario della casa. Si distinguono differenti stili e cicli narrativi: uno dedicato alla mitologia e ai poemi di Omero, un altro con riferimenti alla natura. Tra i resti della villa è ben visibile la distinzione in 4 differenti zone: l'ingresso monumentale con cortile a ferro di cavallo; il corpo centrale costruito intorno ad una corte con giardino; una grande sala con tre absidi preceduta da un colonnato ovoidale, intorno a cui sorgono diversi vani; il complesso termale a cui si accedeva direttamente dall’ingresso monumentale della villa. Le terme, dunque, potevano essere frequentate anche da estranei. Tutti ambienti oggi visitabili dopo interessanti restauri.

Leggi anche: Enna al formaggio: con lo zafferano c'è più gusto

Dal 1997 la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Tra i criteri di iscrizione il fatto di rappresentare un capolavoro del genio creativo dell’uomo; di mostrare un importante interscambio di valori umani sugli sviluppi nell’architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio; di essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Sicilia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100