Cerca nel sito
Cesena Biblioteca Malatestiana

La Biblioteca Malatestiana, antico scrigno di cultura

La prima biblioteca civica d'Europa, giunta intatta sino ai giorni nostri

Biblioteca Malatestiana
Di Boschetti marco 65 - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=51521340
Biblioteca Malatestiana
Non è raro sentirla definire la ‘più bella del mondo’: in effetti, se esistesse una classifica delle biblioteche più affascinanti, quella di Cesena finirebbe certamente sul podio. La Biblioteca Malatestiana è un capolavoro quattrocentesco, nata grazie ai frati francescani e a Domenico Malatesta, signore della città, ed è giunta sino ad oggi in perfetto stato di conservazione, sia dal punto di vista architettonico, che negli arredamenti interni, e non ultimo nella collezione che custodisce.

Inserita dall’Unesco nel Registro della Memoria del Mondo, quella Malatestiana è stata la prima biblioteca civica d’Europa, e nei secoli è arrivata a raccogliere oltre 250.000 volumi, tra cui migliaia di manoscritti antichi e lettere. Ha anche una sezione moderna, che vanta più di 100.000 volumi. Progettata dall’architetto Matteo Nuti, è stata realizzata su un’ala del convento francescano, ed è stata aperta al pubblico nel 1454. Oltrepassando la porta d’accesso della biblioteca – in legno intagliato, sovrastato da un capitello in pietra che riporta il simbolo dei Malatesta, l’elefante indiano - si apre la meraviglia.



L’ambiente principale è chiamato aula Nuti, ed è la sala protagonista assoluta: si tratta di un grande ambiente rettangolare, ai cui lati alloggiano i banchi in legno che contengono i volumi antichi sotto navate a crociera, mentre al centro una navata con volta a botte funge da corridoio illuminato da un rosone centrale. A dividere l’ambiente, una fila di colonne scanalate con capitelli decorati. Qui furono raccolte negli anni opere che appartengono alla tradizione greca, latina, ebraica, araba, un insieme che si può definire un progetto di cultura umanistica universale (o, per lo meno, mediterranea). Non a caso la Biblioteca Malatestiana donò grande prestigio alla città di Cesena, permettendole di affiancare Ferrara, Firenze, Bologna, Roma in quanto a polo culturale rinascimentale.

Di fronte alla sala quattrocentesca, vi è una parte più ‘moderna’, ovvero la sala Piana, che fu la biblioteca privata di papa Pio VII, originario proprio di Cesena. Anche qui sono raccolti libri antichi, manoscritti, e si possono ammirare antichi spartiti corali. Naturalmente in epoca contemporanea la biblioteca continua ad aggiornarsi e fornire servizi di supporto agli studi umanistici e alla cultura. Vi si svolgono eventi, si allestiscono mostre, convegni, incontri. La parte antica è visitabile grazie a tour guidati, che offrono un interessante punto di vista per meglio comprendere i tesori custoditi in questo luogo unico al mondo.

NEI DINTORNI



Cesena è stata plasmata dalla signoria dei Malatesta, che le hanno lasciato un’importante eredità storico-culturale. Nel suo periodo di maggior splendore si arricchì non solo della biblioteca, ma anche di una splendida Rocca Malatestiana, una delle più celebri dell’Emilia Romagna, immediatamente riconoscibile grazie ai suoi imponenti torrioni. Il castello, visitabile, ospita anche il Museo di Storia dell’Agricoltura, che offre un interessante spaccato sull’aspetto rurale della regione.

Altra visita da non perdere è quella all’Abbazia di Santa Maria del Monte, un complesso millenario (nei secoli ampliato e ristrutturato) che comprende la basilica e il monastero, entrambi caratterizzati da opere artistiche e architettoniche di pregio. Ve ne abbiamo parlato approfonditamente qui.  

Tornando in centro città, non bisogna trascurare una passeggiata nella splendida piazza del Popolo, al cui centro sorge la manieristica Fontana Masini, mentre tutto attorno si susseguono edifici di notevole valore architettonico come Palazzo del Ridotto, il Teatro Bonci, la Cattedrale di San Giovanni Battista. Tra le testimonianze urbanistiche storiche, merita la visita Palazzo Ghini, che se volete conoscere meglio trovate approfondito qui.



Infine, a pochi chilometri da Cesena si possono ammirare le splendide Saline di Cervia, racchiuse in una riserva naturale protetta: scoprite qui tutto ciò che riguarda ‘l’oro bianco’, ovvero il sale.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati