Cerca nel sito
HOME  / gusto
rosso conero vini italiani marche prodotti tipici ricette marchigiane

Marche Rosso Conero: l'antico nettare degli Etruschi

In una delle zone più affascinanti delle Marche la tradizione vitivinicola vanta origini millenaria e ha condotto sino ai giorni nostri un nettare pregiato e profumato

vino rosso
iStock
 Vino rosso
Tra le colline che discendono dal Conero il vino è una tradizione sin dall'epoca degli Etruschi. Oggi il Rosso Conero è un prodotto di eccellenza dell'enogastronomia marchigiana ed è stato insignito, nel corso del tempo, di prestigiosi ed importanti riconoscimenti.

LA TRADIZIONE La tradizione vitivinicola nella Marca Dorica, l'area del Conero, vanta origini millenarie. Era, infatti, il X secolo a.C. quando gli Etruschi avviarono la produzione di vino in questa splendida zona delle Marche. Qui, sul promontorio del Conero, affacciato sul mare Adriatico a sud est di Ancona, e sulle colline discendenti, il territorio è incredibilmente variegato caratterizzato da peculiarità estremamente differenti a seconda della zona. E se sulle propaggini del monte sono marne e marne calcaree a farla da padrone, tra Osimo e Camerano i terreni sono un trionfo di argille e argille marnose, mentre nella zona di Offagna la sabbia è la vera protagonista. In tutta l'area, però, il clima si distingue per le estati calde e gli autunni miti che contribuiscono in maniera rilevante ad ottenere un nettare di qualità superiore. Con oltre due millenni a disposizione le tecniche di viticoltura hanno avuto moltissimo tempo per svilupparsi ed evolversi ed è per questo che oggi il Rosso Conero è considerato un vero e proprio prodotto di eccellenza.

LA DENOMINAZIONE Insignito della DOC a partire dal 1967, nell'arco di poco tempo al Rosso Conero si è aggiunta la versione Riserva invecchiata due anni. Quest'ultima, a partire dal 2004, ha ottenuto il riconoscimento della DOCG grazie all'adozione dei rigorosi criteri di produzione imposti dalla legislazione che disciplina la sua attribuzione, quali una resa massima per ettaro prestabilita, tempi di affinamento regolamentati, uvaggio, e l'ottenimento di più elevati standard con riferimento ai valori chimici. Oggi, dunque, nella stessa zona DOC si possono trovare due differenti vini, il Rosso Conero DOC e il Conero DOCG, più complesso e di qualità più elevata.

LE CARATTERISTICHE Ciò che caratterizza il Rosso Conero è il suo colore rosso rubino che al palato svela gradevoli profumi che ricordano quelli della frutta rossa, come more o ciliege, e delicate note speziate e balsamiche. La gradazione alcolica minima è 11,5° mentre la versione DOCG deve essere di un grado superiore. Per apprezzarne al meglio le caratteristiche è consigliabile consumarlo dopo due o tre anni di invecchiamento e, grazie alla sua struttura, è possibile conservarlo, nella sua versione DOCG, anche fino a sei o sette anni.

LA PRODUZIONE Per ottenere un buon Rosso Conero il Disciplinare impone l'utilizzo di uve Montepulciano consentendo un'integrazione di uve Sangiovese in una percentuale non superiore al 15%. la maggior parte dei produttori, però, non si avvale di questa possibilità e ricorre alle sole uve Montepulciano. L'area di produzione comprende i cinque comuni di Ancona, Camerano, Numana, Offagna, Sirolo, e parte dei due comuni di Osimo e Castelfidardo, per un totale di circa 200 ettari di vigneti.

LA CULTURA Ogni zona dell'area di produzione vanta caratteristiche differenti ed un microclima continuamente ravvivato dalle brezze marine. E' per questo che ogni Rosso Conero vanta una sua personalità e merita di essere assaggiato. Vale la pena, dunque, concedersi un piacevole itinerario lungo La Strada del Rosso Conero a caccia degli inebrianti nettari dei produttori locali.

IN CUCINA Il Rosso Conero si sposa alla perfezione con gli ottimi salumi marchigiani. E' il perfetto accompagnamento di primi piatti conditi con sugo di carne, di ricette a base di selvaggina e del brasato. E', inoltre, ottimo in abbinamento al gustoso pecorino di fossa locale. Può essere, inoltre, impiegato come ingrediente per la preparazione di ottime specialità a base di carne, di pesce o di frutta alle quali dona una nota incredibilmente raffinata.

La ricetta: Brasato alla Marchigiana al Rosso Conero.
Ingredienti:
1 chilo di manzo in un un'unica fetta, 80 grammi di pancetta o lardo, odori (1 cipollotto, 1 costa di sedano, 1 carota, 1 rametto di rosmarino), 40 grammi di farina, 1 spicchio d'aglio, 1 bicchiere di Rosso Conero, brodo, 1 noce di burro, olio extravergine di oliva, sale e pepe. Sminuzzate finemente il lardo (o la pancetta) con gli odori, poi battete la carne e cospargetela con il trito. Arrotolatela, poi legatela con uno spago da cucina ed infarinatela. Sistematela in una casseruola assieme a dell'olio extravergine di oliva e al burro e fate rosolare girando frequentemente. Bagnatela, quindi, prima con il vino rosso, poi con il brodo e continuate a cuocere a fuoco lento. Quando il fondo di cottura comincerà a bollire, coprite con un coperchio, alzate leggermente la fiamma e continuate a far cuocere per circa due ore, bagnando di tanto in tanto la carne con il liquido. Quando sarà cotta, slegate la carne, e lasciatela riposare per circa un quarto d'ora, poi affettatela e servitela bagnandola con il fondo di cottura.

IL TERRITORIO L'area del Conero è da molti considerata una delle più affascinanti della costa adriatica. E non c'è da meravigliarsene perchè il promontorio, unico rilievo a picco sul mare tra Trieste e il Gargano, crea paesaggi unici, non a caso protetti da un Parco Regionale, fatti di morbide campagne da una parte, e spiagge magnifiche bagnate da un mare cristallino dall'altra. Il tutto arricchito dalle bellissime località della zona, a cominciare da Ancona e Camerano, che fondono i loro incantevoli scorci con quelli del monte, sino ai pittoreschi comuni limitrofi.

Altre ricette:
Pesche al pepe
Crema di Marroni di Roccadaspide Igp
Fegatini con cipolla bianca di Fara

Leggi anche:
Alle pendici del Conero
Ciauscolo, lo "spalmabile" più tipico delle Marche
Ancona: l'antico lonzino più "fico" che c'è


Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100