Cerca nel sito
lazio tradizioni eventi folklore itinerari

Ronciglione, cosa rende speciale lo storico Carnevale

E' considerato uno dei Carnevali più belli d'Italia oltre ad essere tra i più antichi

ronciglione
Courtesy of ©Croberto68/Wikimedia Commons CC BY SA 3.0
Ronciglione, scorcio del borgo medievale
Il 17 febbraio hanno preso il via le grandi sfilate dell'antico Carnevale di Ronciglione che fanno da preludio alle affascinanti celebrazioni che si svolgeranno il 24 e il 28 febbraio e dal 2 al 5 marzo in un susseguirsi di tradizionali rituali allegorici e goliardici che animeranno le viel del centro storico della bella cittadina del Viterbese.

LA TRADIZIONE
Considerato uno dei Carnevali più belli d'Italia, il Carnevale storico di Ronciglione è anche uno dei più antichi dell'Italia centrale. Nonostante la prima testimonianza scritta che ne attesta la celebrazione sia datata 12 gennaio 1748, si pensa, infatti, che le sue origini risalgano al 1538 quando papa Paolo III Farnese, per celebrare l’investitura del figlio Pier Luigi Farnese a duca di Castro e Ronciglione, concesse alla popolazione tre lunghi giorni di festeggiamenti all'insegna dei bagordi. Nel corso del tempo il Carnevale locale si arricchì, però, di numerose tradizioni talvolta legate al contesto storico come, ad esempio, quella della “Cavalcata degli Ussari” che rievoca il periodo del dominio francese con i cavalieri al galoppo in abiti ottocenteschi. Questa usanza è ammantata di leggenda. Si narra, infatti, che un capitano degli ussari francesi che prestava servizio proprio a Ronciglione in difesa dello Stato Pontificio, innamoratosi di una dama del luogo, per conquistarne i favori sfilò più volte davanti a lei cavalcando alla testa dei suoi cavalieri. Ma non sono soltanto gli Ussari con la loro cavalcata ad animare il Carnevale locale. I protagonisti incontrastati della festa sono, infatti, i cosiddetti Nasi Rossi, membri di una confraternita fondata nel 1900 e divenuti una singolare maschera tradizionale, che servono maccheroni all'interno di vasi da notte. Anche la Compagnia della Penitenza è, ormai, divenuta una storica confraternita del Carnevale di Ronciglione. I suoi membri incappucciati hanno il compito di invitare Re Carnevale all'inizio delle celebrazioni e di catturarlo e cacciarlo via in occasione del Martedì Grasso.

LE CARATTRISTICHE
Il Carnevale di Ronciglione si svolge in un susseguirsi di rituali tradizionali e goliardici preceduti da grandiose sfilate di maschere. Ad aprire le celebrazioni del Carnevale storico è la tradizionale Cavalcata degli Ussari il Giovedì Grasso seguita, il sabato, dalle Corse a Vuoto durante le quali i cavalli delle contrade si sfidano senza fantini. La domenica, invece, si svolge uno degli eventi più attesi: il Corso di Gala, la grande sfilata dei carri allegorici realizzati dagli artigiani della città ed accompagnati da musiche e maschere. Il lunedì è, invece, il momento dei bagordi alimentari tra pasta polenta, fagioli, cioccolata e vino. Culmine della festa è il divertente rituale della “pitalata” durante il quale i Nasi Rossi distribuiscono maccheroni tenuti in caldo all'interno di vasi da notte. I festeggiamenti si chiudono il Martedì Grasso con la finale e la premiazione delle Corse a Vuoto e con la cattura, da parte della Compagnia della Penitenza, del Re Carnevale rappresentato come un pupazzo di carta pesta che viene portato via da un pallone aerostatico che si libra nell'aria. Con il Veglionissimo si dà, infine, l'ultimo saluto al Re Carnevale a suon di musica, balli in maschera e buon vino.

IL TERRITORIO
Situato sulle propragini meridionali dei Monti Cimini, Ronciglione vanta un magnifico nucleo medievale adagiato su un grosso ciglione tufaceo alla confluenza di due corsi d'acqua, il Rio Vicano, emissario del vicinissimo Lago di Vico, e il Fosso Chianello che oggi scorre sotterraneo a seguito delle colate farnesiane del XVI secolo che permisero lo sviluppo, su un secondo sperone tufaceo, del nucleo rinascimentale ed, in seguito, di quello moderno della cittadina.

GLI INDIRIZZI
Ad annunciare l'apertura del Carnevale di Ronciglione è il "campanile" del tetto del Municipio che dà il via a sfilate, rituali allegorici e goliardici, grandi appuntamenti di musica, danze e gastronomia locale. Per assistere a tutto questo bisogna semplicemente girare per le vie del centro storico della cittadina che fanno da teatro a tutti i gli eventi tradizionali di questo antico ed affascinante Carnevale.

Leggi anche:
Tra i castagneti di Canepina si omaggia il Marrone dei Monti Cimini
Tuscia viterbese: due cuori e una capanna
La Tuscia val bene un agriturismo

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE





Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100