Cerca nel sito
artigianato artistico abruzzo lavorazione ceramica madia

Idee weekend in Abruzzo: 5 gite con gli artigiani

Dalla ceramica ai confetti passando per il tombolo, cinque itinerari per scoprire il volto artiginale più autentico della regione 

Tombolo
Courtesy of©seraficus/iStock
Tombolo
1. GUARDIAGRELE, LA CITTA’ DEGLI ARTIGIANI
Gioiello d’Abruzzo, Guardiagrele, realtà della provincia di Chieti nota anche come "la città degli artigiani" data la sua eccellenza nella lavorazione di metalli più o meno nobili, invita a scoprire il suo lustro tra le mura del Museo del costume e delle tradizioni dove ripercorrere la vita degli abitanti della zona tra '800 e '900 scoprendo così le origini di quello spiccato interesse per l’artigianato. VAI ALL’ITINERARIO



2. SULMONA, COME PROMESSI SPOSI
Il lato dolce dell’Abruzzo si gusta in quel di Sulmona, nota ai più golosi per la sua fama di patria dei confetti, delizie che rendono speciali occasioni quali battesimi, matrimoni e comunioni grazie alla sua ottima fattura che ha come protagonista la mandorla di Avola. Per chi, oltre ad avere fame di dolce ha anche sete di sapere, presso il Museo dell'Arte e della Tecnologia Confettiera, sito all'interno dello stabilimento confettiero Pelino, si scopre tutto quello che si vuole sapere sull’arte sulmonese. VAI ALL’ITINERARIO



3. SCANNO, L’ARTE DEL RICAMO
L’artigianato è donna in provincia dell’Aquila dove, in quel di Scanno, si scopre l'arte del merletto a tombolo, un pizzo fatto a mano i cui segreti si tramandano di generazione in generazione e si ammirano tra le mura di un prezioso centro di documentazione quale il Museo della Lana. VAI ALL’ITINERARIO



4. LE MADIE DI ARISCHIA
Grazie ai boschi di faggio, Arischia ha fatto la sua fortuna: facendo tesoro del legno, materia prima alla base dell'attività artigianale, abili lavoratori hanno dato vita a capolavori come le “arche”, ovvero le madie, mobili rustici per impastare e conservare il pane. VAI ALL’ITINERARIO

5. LA CERAMICA DI CASTELLI
La tradizione della ceramica da appuntamento in provincia di Teramo, in quel di Castelli là dove, grazie alla ricca presenza di argilla, acqua e legna, il borgo si è specializzato nella lavorazione della ceramica. I meriti vanno a una comunità di monaci benedettini in quanto furono proprio loro a iniziare la produzione che divenne a tutti gli effetti una vera risorsa per questa terra, a testimoniarlo è il Museo della Ceramica. VAI ALL’ITINERARIO
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per Paese Italia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100