Cerca nel sito
valle d'aosta giochi tradizionali sport itinerari

Cosa c'è da sapere sulla rebatta valdostana

La rebatta è uno sport tradizionale dalle origini antiche che si gioca in diverse zone della regione

valle d'aosta sport giochi
Courtesy of ©Patafisik/Wikimedia Commons CC BY SA 3.0
Ingresso all'area verde per gli sport tradizionali di Brissogne
LA TRADIZIONE
Antico gioco valdostano, la Rebatta, come il fiolet e il palet, è uno sport tradizionale le cui origini si perdono nel tempo. Secondo le più accreditate ricostruzioni, questi sport popolari rappresenterebbero l'evoluzione di antichi rituali della civiltà agropastorale diventati, nel tempo, giochi tradizionali e, solo in epoca più moderna, agli inizi del XIX secolo, trasformati in sport veri e propri con regole codificate ed una certa professionalizzazione. Per conferire maggiore rigore alle regole ed alle competizioni e per salvaguardare questo sport considerato un elemento del patrimonio culturale valdostano, nel 1957 è stata istituita  Federaxon Esports de notra tera l'Associazione Valdostana Rebatta (Asociachon Valdohtena Rebatta) nell'ambito della Federaxon Esports de Nohtra Tera. Da allora si è assistito ad una notevole evoluzione dello sport sia dal punto di vista del livello tecnico e delle prestazioni degli atleti sia da quello degli attrezzi necessari per praticarlo, divenuti sempre più standardizzati ed ergonomici.
 
LE CARATTERISTICHE
La rebatta viene definita una "disciplina di lancio di palla con bastone" si gioca in un campo lungo 200 metri e largo 70 a lisca di pesce suddiviso in sezioni di almeno 15 metri di ampiezza che convergono nell'area di lancio delle dimensioni di 3x2 metri e che consentono di misurare la distanza raggiunta dalla pallina con il lancio. La palla viene chiamata rebatta ed è quella che dà il nome allo sport. Un tempo era in legno, oggi è in metallo o in legno chiodato per aumentarne il peso. Lo scopo del gioco è lanciarla il più lontano o possibile colpendola con una mazza chiamata masetta o leima, lunga dai 100 ai 140 centimetri e formata da una testa detta maciocca ed un manico detto baton. La pallina viene appoggiata su un supporto a forma di pipa chiamato fioletta o levau dal quale viene alzata con un primo colpo di mazza (toccata), e poi lanciata lontano con un secondo colpo (battuta). Si tratta di uno sport sostanzialmente individuale perchè, anche nella versione a squadre, sul campo è sempre presente un solo giocatore per volta ed anche il punteggio è calcolato facendo una somma dei risultati ottenuti individualmente dai vari membri della squadra.
 
IL TERRITORIO
L’Associazione Valdostana Rebatta comprende diverse sezioni che coincidono con i comuni di residenza dei giocator, identificando, di fatto, le zone della regione in cui viene praticato lo sport e in cui si svolgono i campionati. Tra le più note si annoverano quella di Valpelline e quella di Doues.

GLI INDIRIZZI
Il gioco coinvolge circa 400 giocatori suddivisi in 14 società sportive che si affrontano in campionati generalmente giocati durante il periodo primaverile ed estivo ma talvolta anche in quello autunnale. Le competizioni si svolgono nelle diverse zone della regione in cui si pratica lo sport e dove si trovano i campi che, per regolamento, devono essere situati in terreni quanto più possibile pianeggianti e privi di ostacoli, compatibilmente con la morfologia dei territori montani valdostani.

Leggi anche:
Gran Paradiso: haloterapia vista ghiaccio
La Valle d'Aosta in una zuppa

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione Valle d'Aosta
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100