Cerca nel sito
HOME  / sport
Lombardia Sondrio Dove fare trekking

Valchiavenna, a spasso tra i borghi

Il pacchetto "A spasso tra i borghi" propone un affascinante percorso ad anello tra Chiavenna e i suoi dintorni

valchiavenna
©alexstorn/iStock
Valchiavenna
Con i suoi ritmi distesi, i parchi immersi nella natura e gli antichi borghi tutti da scoprire, la Valchiavenna consente di trascorrere piacevoli giornate di tranquillità sulle Alpi lombarde e, quest'anno, permette di farlo in modo diverso e coinvolgente grazie ad interessanti iniziative che garantiscono la possibilità di concedersi una vacanza all'insegna di lunghe giornate all'aria aperta, lontani da assembramenti ed in piena sicurezza. In questa stagione, poi, la valle offre il meglio di sé regalando a chi sceglie di esplorarla scenari mozzafiato incastonati tra le vette alpine. Naturale continuazione della Valtellina, con la quale confina a sud-est, la Valchiavenna è una magnifica vallata lombarda che si estende praticamente al centro della catena alpina dividendo, così, le Alpi Occidentali da quelle Orientali, innalzandosi sino agli oltre 2.000 metri del Passo dello Spluga e spingendosi sino al confine con la Svizzera. Chi la visiterà si accorgerà che questa incantevole valle solcata dai fiumi Mera e Liro, non ha da offrire soltanto le rinomate stazioni sciistiche, considerate un vero paradiso dagli amanti degli sport invernali (scopri qui la Skiarea Valchiavenna Madesimo e Campodolcino), ma anzi si rivelerà una meta davvero perfetta anche per chi cerca una piacevole vacanza autunnale dai ritmi slow in cui sono la natura e i borghi ricchi di storia a farla da padroni. Chi ama passeggiare non potrà resistere, ad esempio, all'iniziativa “A spasso tra i borghi”, un pacchetto turistico che propone un affascinante percorso ad anello adatto proprio a tutti che invita i turisti a vivere un'autentica full immersion nella natura e nei borghi tipici della valle, come Pianazzola, Savogno e Uschione.

Valchiavenna
 
Un weekend tra natura e relax

Questo rilassante long weekend all'insegna della natura e del relax comprende tre pernottamenti in camera doppia con colazione, nelle localita? di Pianazzola, Savogno e Uschione, 3 packet Lunch forniti dalle strutture ospitanti, carte trekking e materiali utili per non perdere nessuna delle tappe più interessanti dell'itinerario e l'ingresso al Mulino di Bottonera o al Parco botanico Paradiso, e a Palazzo Vertemate Franchi. Natura e cultura si fondono alla perfezione in questo splendido percorso che consente di esplorare Chiavenna e i suoi dintorni camminando e perdendosi nei boschi per ammirare il panorama dall'alto degli antichi nuclei che la circondano: Pianazzola, Savogno e Uschione. Ed è, infatti, proprio a Chiavenna che prende il via l'itinerario di “A spasso tra i borghi”. Al cospetto della “chiave delle Alpi”, lo sguardo viene subito rapito dalla sponda lavorata a vigneti che sovrasta la città. In cima, raccolto in poche case, sorge il pittoresco borgo di Pianazzola, baciato del sole anche d’inverno e adagiato in un punto panoramico, dal quale di gode di una magnifica vista su tutta la Valchiavenna e la Val Bregaglia. Occorrono circa 45 minuti e 2,5 km di cammino lungo la mulattiera che si snoda dall'abitato di Chiavenna per raggiungerlo, ed una volta a destinazione si avrà la sensazione di trovarsi in un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato. Un'esperienza unica che fa da preludio ad un prosieguo ancora ricchissimo di bellezze ed emozioni.

Savogno
 
Bisogna camminare un po' di più per percorrere la seconda parte di questo splendido anello immerso tra le montagne. Da Pianazzola si imbocca un sentiero diretto verso est che attraversa i castagneti sino a raggiungere Cranna, un autentica gemma incastonata sulle Alpi lombarde. Proseguendo lungo il percorso, non occorre camminare molto per raggiungere Savogno con le sue case in pietra raccolte attorno alla chiesa di Sant'Antonio Abate e San Bernardino, dove si può godere della vista da uno dei più suggestivi terrazzi naturali della zona. Da non perdere una passeggiata alla scoperta dei vicoli strettissimi e delle scalette in pietra, delle balconate e del profumo d'erba tagliata. I 6 chilometri di cammino si riveleranno, dunque, estremamente piacevoli e ricchi di sorprese. Il moderato dislivello consentirà proprio a tutti di camminare in tranquillità godendo della bellezza dei paesaggi e degli scorci.

Cascate dell'Acquafraggia
 
Al mattino sarà un piacere svegliarsi circondati dalle montagne che incorniciano Savogno e riprendere il cammino alla volta di altrettante bellezze. L'itinerario prosegue lungo la mulattiera che conduce alle cascate dell’Acquafraggia (di cui vi abbiamo parlato qui) che offrono scenari incantevoli tra cui trascorrere una rilassante giornata all'insegna della natura. Ma il cammino deve proseguire ed imboccando la ciclopedonale che conduce sino all'abitato di Prosto si potrà ammirare Palazzo Vertemate Franchi, una delle ville rinascimentali più belle della Lombardia. Si scende, quindi, sino alla suggestiva Piazza della Chiesa di Prosto, dove artigianato e tradizione sono di casa. Da non perdere una visita ai laboratori della pietra ollare e dei biscottini di Prosto. A questo punto il sentiero sale e si immette nella riserva naturale del Parco Marmitte dei Giganti per poi raggiungere il villaggio di Uschione. Tutta l'area presenta visioni paesaggistiche di particolare bellezza, aspetti geomorfologici imponenti ed affascinanti che danno origine ad un ambiente tra i più singolari dell'arco alpino, ricchi di testimonianze di millenaria attività antropica, contenuti storici e preistorici di grande interesse. L'antico borgo di Uschione è un luogo idilliaco da scoprire in ogni suo scorcio: un campanile che guarda la valle, baite in sasso ben sistemate, fontane, il fresco dei boschi tutt'intorno. Un semplice percorso che raggiunge i suoi 800 metri di quota ed uno strepitoso panorama sulla val Bregaglia e le sue montagne.

Chiavenna
 
Chiavenna, la “chiave delle Alpi”

L'ultima notte trascorre tra il silenzio e le bellezze di Uschione e consente di ricaricare le energie per intraprendere l'ultima parte del percorso, quella che chiude l'anello di “A spasso tra i borghi”. Con una camminata di circa 3 km si fa ritorno a Chiavenna dove ci si potrà concedere una passeggiata alla scoperta del grazioso centro storico. Chiavenna occupa da sempre una posizione strategica all'incrocio tra le strade che scendono dai passi del Maloja e dello Spluga e la direttrice verso Como e Milano. Si può cominciare, ad esempio, passando davanti al Castello di Chiavenna, risalente al XV secolo, per poi proseguire nel cuore del centro dove si incontra subito Palazzo Salis, una splendida villa settecentesca dotata di un teatrino dall'acustica perfetta. Passeggiando tra ristoranti e negozi in un batter d'occhio ci si trova dinanzi alla chiesa e alla Porta di Santa Maria, un elegante arco di trionfo preziosamente decorato da affreschi barocchi e sormontato da fiaccole scolpite nella pietra ollare. E' impossibile, infine, resistere alla tentazione di scattare una quantità di foto panoramiche dal punto più alto del Parco Botanico del Paradiso, dal quale si gode di una vista mozzafiato sull'intera cittadina.

Leggi anche:
Scimudin: il "piccolo formaggio" della Valtellina
Valchiavenna: cicloitinerari per tutta la famiglia

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su SPORT
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati