Cerca nel sito
Duomo di Milano: le statue della facciata

Milano, cosa rappresentano le statue del Duomo?

La terza chiesa cattolica del mondo ospita diverse statue curiose: ecco quali

Duomo di Milano
©iStockphoto
Statue del Duomo
Basilica Cattedrale Metropolitana della Natività della Beata Vergine Maria: in pochi conoscono il vero nome del Duomo di Milano, simbolo del capoluogo lombardo. Cosi come pochi sanno che si tratta della terza chiesa cattolica nel mondo, dopo la Basilica di San Pietro in Vaticano e la Cattedrale di Siviglia. Quello che la contraddistingue, oltre ai marmi bianchi, è l’imponenza della facciata in stile gotico per cui è giustamente famosa: cinque campiture che fanno intuire la presenza delle navate, sei contrafforti sormontati dalle guglie, cinque portali con le finestre soprastanti, le decorazioni a bassorilievo e poi le statue, numerose, che troppo spesso non vengono ammirate con la giusta attenzione. Esse, infatti, non rappresentano solo santi, martiri e figure bibliche.

Leggi anche: Palazzo Castiglioni, il triondo del Liberty milanese

Una delle più curiose risale al 1810 ed è opera di Camillo Pacetti, artista neo-classico, che ha rappresentato “La Legge Nuova”: nonostante le dimensioni ridotte si può scorgere una certa somiglianza con la Statua della Libertà di New York.. Entrambe hanno infatti la torcia nella mano destra alzata e il capo cinto ed identificano un ingresso, essendo questa del Duomo collocata proprio nel balcone centrale sopra al grande portone d’ingresso e quella americana alle porte di New York. A destra del portone centrale, nella parte bassa del fregio in marmo, compare quello che assomiglia al cucciolo di un dinosauro e che, più verosimilmente, altro non era che la rappresentazione del Drago Tarantasio, inserito per ricordare una leggenda che narra di un crudele e pericoloso drago divoratore di bambini, sconfitto grazie al capostipite dei Visconti di Milano che, in seguito, inserì nel suo stemma un Biscione con un neonato in bocca.

Scopri di più su Milano con STILE.IT

C’è poi tutta la serie di statue dei vari personaggi famosi. Si riconoscono, tra le più celebri, Dante Alighieri, Arturo Toscanini, il Re Vittorio Emanuele. Quella di Benito Mussolini, in seguito alla caduta del Fascismo, venne camuffata con l’aggiunta di barba e turbante. Alle spalle della Madonnina si può riconoscere Primo Carnera, il pugile famoso per essere il primo vincitore italiano del titolo mondiale pesi massimi, che fa parte di un gruppo di quattro coppie di pugili, tra i quali c’è Erminio Spalla, che terminata la carriera sportiva ha intrapreso quella di attore, recitando anche in Miracolo a Milano. Altre chicche che si possono scorgere tra una guglia e l’altra una giovane donna di fronte ad un uomo seminudi, racchette da tennis, attrezzi da montagna, palle da rugby, piccioni fino ad un elmo romano.
Saperne di più su Segreti d'Italia
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100