Cerca nel sito
Viaggi Grecia isole Santorini informazioni utili

Grecia, cosa c'è da sapere per un soggiorno a Santorini

Informazioni utili per scoprire la perla delle isole Cicladi

Scorcio di Oia
©iStockphoto
Oia, villaggio di Santorini
COME ARRIVARE Santorini è raggiungibile in aereo anche da compagnie low cost, con voli diretti dai principali aeroporti italiani e via nave dal Pireo, porto di Atene, oltre che da molte altre isole della Grecia. Durante i mesi di luglio e agosto la frequenza di voli aerei e traghetti s’intensifica. L'aeroporto internazionale di Santorini (JTR) si trova nei pressi di Kamari, più precisamente a Monolithos, villaggio a pochi chilometri ad est di Fira, capoluogo dell’isola. Tra le città italiane che effettuano collegamenti diretti ci sono Bari, Bologna, Firenze, Genova, Napoli, Milano, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Verona.

COSA VEDERE I tramonti a Santorini sono tra i più famosi del mondo. Dalla raffinata Oia, dalla terrazza di una cantina di vini, da una barca, dalla vivace capitale, ovunque ci si trovi il tramonto è capace di conquistare chiunque con le sue sfumature di rosa. La caldera è un’attrazione unica nel suo genere, vero e proprio simbolo dell’isola, l’elemento che la rende unica ed affascinante. Originatasi oltre 10.000 anni fa in seguito al crollo della volta della camera magmatica di un vulcano, è ora un paesaggio di rara bellezza. I pittoreschi villaggi di Santorini sono famosi in tutto il mondo per la loro bellezza e unicità, grazie anche alla loro posizione panoramica sulla sommità delle alte scogliere. Fira, il capoluogo dell’isola, e Oia sono i villaggi più famosi, arroccati sul bordo della caldera, si affacciano sulle isolette di Palia Kameni, Nea Kameni e di Thirassia. I tradizionali villaggi di Imerovigli e Firostefani sono caratterizzati dall’architettura tipica delle isole dell’arcipelago delle Cicladi. Pyrgos, Megalochori e Vothonas sono villaggi tradizionali situati al centro dell’isola ed hanno mantenuto intatta la loro autenticità con le pittoresche piazze, i piccoli vicoli, i palazzi neoclassici e le tipiche case grotta di Santorini. Akrotiri è un villaggio tranquillo e piacevole che oltre alla stupenda vista e alla splendida Red Beach offre al visitatore la possibilità di scoprire il sito archeologico più importante dell’isola. L’eruzione vulcanica che originò la caldera ebbe anche l’effetto di conservare sotto uno spesso strato di lava un’antica città minoica, riportata parzialmente alla luce nel 1967. Gli scavi proseguono ancora oggi e si possono ammirare grazie ad una costruzione in vetro che protegge le rovine riportate alla luce. Tra i musei più interessanti il Museo di Thera Preistorica, a Fira, che espone antichissimi reperti provenienti dal sito archeologico di Akrotiri e foglie d’ulivo fossilizzate risalenti addirittura al 60.000 aC. L’Art space è la galleria d’arte allestita all’interno di una scenografica cantina, mentre Santozeum è un moderno centro culturale che ospita l’esibizione permanente “Pitture murali di Thera”, una collezione di fedeli riproduzioni delle pitture murali nell’antica città di Akrotiri. Particolare è il Santorini Arts Factory, dove si trova una storica fabbrica di pomodori che è stata trasformata nell’originale Museo industriale del pomodoro.

Leggi anche: Santorini, nuove scoperte ad Akrotiri

COSA COMPRARE Santorini offre una ricca varietà di prodotti locali che vanno dall’ottimo vino, secco, "nychteri" ottenuto da uve non trattate e lasciate fuori tutta la notte ad asciugare, al vino rosso dolce "Vinsanto", che viene venduto in bottiglia o sfuso. L'isola è anche famosa per il suo purè di fave,per i capperi e i pomodorini. Tanti sono i negozi che vendono abbigliamento, articoli in pelle, oggetti d'arte, souvenir, legno intagliato e ceramiche, articoli fatti a mano, tappeti lavorati a maglia e tessuti con disegni belli e originali. Nelle gioiellerie di Tira si vendono gioielli in oro o argento e altri articoli.

DA SAPERE Una delle caratteristiche di Santorini è quella di spostarsi a bordo di asini e muli, che portano i visitatori dal vecchio parto alla principale cittadina, essendo parte integrante del folklore locale.

CURIOSITA’ A Santorini c’è un rito che si ripete ogni giorno per cogliere la luce fino all’ultimo minuto: turisti e i locali si danno appuntamento attorno alla chiesa di San Nikolaos di Oia, dove si dispongono sull’orlo di una impressionante scogliera a falce di luna, alta più di 900 metri sul mare, per restare in silenzio ed attendere l’ultimo raggio di sole prima di salutarlo con un lungo applauso.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Grecia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100