Cerca nel sito
Edimburgo weekend Festival Fringe 2016 

Scozia: 48 ore ad Edimburgo con il Fringe Festival

Uno dei più grandi festival culturali richiama nella città scozzese migliaia di artisti

Veduta di Edimburgo
©iStockphoto
Veduta panoramica di Edimburgo
Ogni anno migliaia di artisti provenienti da tutto il mondo si ristorano all’Edinburgh Festival Fringe, in programma in questa edizione 2016 dal 5 al 29 agosto. Si tratta del più grande festival culturale del mondo perché abbraccia tutte le forme d’arte dal teatro alla commedia, dalla danza al musical, dal teatro fisico alle opere liriche ed ogni tipo di concerto. Aperto a qualsiasi performance, offre ampi spazi anche alle opere sperimentali che non sarebbero accettate in altre manifestazioni più tradizionale. Ecco quindi la possibilità di scoprire la capitale della Scozia sotto un’altra veste. Chi si vuole dedicare alla scoperta della città può iniziare in mattinata dalla Old Town, abbarbicata in una delle zone collinari, dove le alte abitazioni medievali si alternano agli edifici risalenti al XVI secolo che affacciano soprattutto su The Royal Mile, una strada di ciottoli lunga un miglio che inizia all’altezza dell’Holyrood Palace. Quest’ultimo edificio è nato come monastero nel XII secolo ed è stato trasformato, a partire dal Cinquecento, in residenza dei sovrani di Scozia.

Leggi anche: EDIMBURGO: 5 CONSIGLI PER ORGANIZZARE UN WEEKEND

Lo Scottish Parliament Building, sede del Parlamento scozzese dal 1999, è un edificio di architettura contemporanea, opera del famoso architetto di origine catalana Enric Miralles. Nelle immediatamente vicinanze, ai piedi dell’Arthur’s Seat, uno dei sette colli, non si può mancare la visita all’Our Dynamic Earth, un’esposizione permanente e interattiva sulla geografia e geologia del mondo. Il pomeriggio si continua con il Museum of Edinburgh, scrigno storico della città, o al Museum of Childhood, dove si divertono anche i bambini. Da non perdere il Mary King’s Close, un dedalo di stradine sotterranee che svelano la parte più cupa e misteriosa della città dove tutto è rimasto immutato dal XVII secolo. Di fronte si trova la St Giles Cathedral, eretta nel XII secolo in stile gotico, che si presenta con le sue enormi vetrate e, all’interno, un grandioso organo.

Leggi anche: EDIMBURGO DALL'ALTO 

Oltrepassato il Writers’ Museum in Lawnmarket, ultimo tratto del Royal Mile, si giunge il Castello di Edimburgo, che sorge su Castle Rock, altro colle urbano: è il monumento più visitato della Scozia e simbolo cittadino. Uscendo, sulla sinistra, un altro must è la tappa al National War Museum con le prigioni e le sale dei gioielli reali, dalla cosiddetta Stone of Scone, pietra del destino. Il giorno successivo lo si può dedicare al National Museum of Scotland, con collezioni di antichità scozzesi che raccontano la storia del Paese; alla National Gallery, tra le più importanti della Gran Bretagna, e alla New Town, nella parte nord della città, caratterizzata da larghi viali, eleganti piazze e palazzi georgiani ottimamente conservati. Qui, da vedere, ci sono la St. Mary’s Cathedral e la Scottish National Portrait Gallery al civico 1 della Queen Street, in un palazzo in arenaria rossa e architettura neogotica. 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Continente Scozia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati