Cerca nel sito
Valencia Las Fallas 2013

Scoppiettante Valencia

48 ORE - Scoprire la città spagnola nel momento dell'anno più vivace e giocoso grazie a Las Fallas, celebrate con i grandi pupazzi di cartapesta e giochi d'artificio. LE FOTO

Las Fallas ninot
©Damian Corrigan
E’ incominciato lo scorso 24 febbraio con la Cridà, l’invito ufficiale a unirsi ai festeggiamenti da parte della Fallera Mayor, la Regina di Las Fallas: stiamo parlando della festa più allegra e scoppiettante di Valencia, che fino al 19 marzo offre un motivo in più per andare alla scoperta di questa bellissima e sorprendente città spagnola. Las Fallas è la tradizionale celebrazione che ogni anno vede come protagonisti i ninot, pupazzi di cartapesta, e la falla, veri e propri monumenti a cui si lavora per l’intero anno. Il culmine dei festeggiamenti è previsto nella settimana dal 15 al 19  marzo, quando il cielo valenciano si illumina di luci e colori con spettacolari fuochi d’artificio: con la Nit de Foc del 18 si potrà assistere ad un’esibizione di fuochi unica al mondo, mentre il 19 la conclusione dei festeggiamenti segna l’inizio ufficiale della primavera con il grande falò di Plaza del Ayntamiento, in cui vengono bruciati tutti i monumenti.

La terza città della Spagna per numero di abitanti è nota per essere patria della paella e del Sacro Graal, ed è pronta a rivelarsi al visitatore con le sue innumerevoli attrazioni. Prima di tutto la Città delle Arti e delle Scienze, che già dall’esterno è pronta a meravigliare con la sua avveniristica estetica grazie al progetto del celebre architetto Santiago Calatrava. Adagiata su un’area di 350 mila mq sul letto del fiume Turia, il moderno complesso comprende un cinema planetario, un museo della scienza interattivo e il più grande acquario d’Europa, l’Oceanografico, che da solo è capace di impiegare per la visita almeno mezza giornata. Si può scegliere di visitarla a più riprese, magari tornando verso il centro città a piedi attraverso i parchi originati dal letto del fiume Turia, dal quale hanno spostato il corso delle acque per farne suggestivi percorsi con piste ciclabili, parchi giochi, giardini e punti relax.

Chi si vuole intrattenere con l’arte non può mancare la visita al Museo delle Belle Arti, uno dei migliori della Spagna, che ospita opere di El Greco, Goya, Velazques, Ribera, Ribalta e tanti altri. Per la cena la scelta è davvero ampia, si passa dalle tipiche taverne spagnole ai raffinati ristoranti. Must gastronomico è naturalmente la paella, magari da gustare al Canela (Calle Quart 49; tel: 0034/ 963 917538; www.restaurantecanela.es), piccolo ristorantino dove si viene accolti con cortesia in un ambiente arredato con gusto: oltre alla paella preparata in vari modi si possono mangiare altre tipiche prelibatezze della cucina spagnola.

La mattina successiva si può vivere un’esperienza davvero suggestiva al Bioparco, che non si può certo definire un normale zoo: gli animali, infatti, qui non sono rinchiusi in gabbie ma vivono liberi in zone dedicate e delimitate da materiali naturali con rocce, dune di sabbia, tronchi di legno che ricreano i loro habitat tra cui savana africana, Africa equatoriale e Madagascar.

Dopo ci si può andare a rilassare a Playa de Malvarosa o a Las Arenas,  le due spiagge più famose di Valencia, facilmente raggiungibili in tram o in autobus. Il Paseo Maritimo è molto ben servito, e si può approfittare per una gradevole pausa pranzo o per una cena d’atmosfera sul mare.

Il pomeriggio si può dedicare ad una passeggiata al centro, per ammirare i maggiori monumenti: la Cattedrale, che custodisce il calice che Gesù Cristo, secondo la tradizione, utilizzò nell’ultima cena; Plaza de la Reina, Plaza Redonada e Plaza de la Virgen. Proseguendo verso Plaza Ayuntamiento si arriva a Plaza de Toros, accanto alla bella stazione ferroviaria di Estacion del Norte. Valencia è nota anche per i suoi splendidi ponti, tutti diversi tra loro, che permettono di attraversare il vecchio letto del Turia.

VALENCIA TRA FOLKLORE E PROGRESSO: LE FOTO

Offerte
Sul sito www.turisvalencia.es è possibile acquistare il  pacchetto speciale che a soli 45 euro include l’ingresso alla Città delle Arti e delle Scienze e la  Valencia Tourist Card. Sempre sul sito è possibile scegliere e prenotare il proprio hotel come il centralissimo 4 stelle Vincci Lys, che offre tariffe per due persone in stanza doppia a partire da 169 euro a notte.

48 ORE A:

Marktl am Inn, la città del "Papa emerito" Ratzinger
Zurigo, per la mostra di Chagall


Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100