Cerca nel sito
Sant'Elena attrazioni

Sant'Elena, i motivi per scoprire questo angolo remoto d'Inghilterra

Cosa rende speciale l'isola sperduta dove morì Napoleone Bonaparte

Veduta dell'isola di Sant'Elena
©iStockphoto
Sant'Elena, veduta
Longwood House, la casa dell’esilio di Napoleone
Napoleone potrebbe essersi lamentato di Sant'Elena quando è stato imprigionato nella Longwood House appositamente costruita. Ma è probabile che il residente più famoso dell'isola non sia vissuto qui abbastanza per apprezzare a pieno le numerose attrattive dell'isola. Longwood offre una grande panoramica sulla vita dell’Imperatore francese e sulla morte misteriosa attraverso una vasta collezione di manufatti e documenti. Da non perdere i giardini: sono stati piantati usando i disegni che Napoleone progettò durante il suo esilio.

Tomba di Napoleone 
Alla sua morte nel 1821, Napoleone chiese di essere sepolto sulle rive della Senna in Francia. Ma il suo avversario, il governatore britannico, insistette perché fosse sepolto a Sant'Elena, a Sane Valley. Le sue spoglie furono restituite in Francia nel 1840, ma la sua tomba vuota e senza contrassegni rimane un luogo sacro a Sant’Elena.

Scopri di più su Napoleone grazie a questi consigli

Osservatorio di Edmund Halley
La posizione di Sant'Elena vicino all'Equatore e l'altezza delle colline sopra il livello del mare permette che quasi ogni stella in entrambi i cieli del nord e del sud possa essere vista in qualche momento dell’anno. Associare questa particolarità ai cieli chiari e scuri e si capisce perché l’astronomo Edmund Halley, quello della celebre cometa, ha passato il 1676 e il 1677 nell'isola guardando verso l'alto, catalogando il Cielo del Sud. Decine di astronomi hanno seguito la scia di Halley e l’isola sta lavorando per diventare uno dei migliori siti di osservazione delle stelle al mondo a portata di turisti.

Diana's Peak
Risalendo a 823 metri sul livello del mare, Diana's Peak è il punto più alto di Sant’Elena. Affiancato da Mount Actaeon a est e Cuckhold’s Point a ovest, le cime sono collegate da un sistema di sentieri ben sviluppato che conduce attraverso una foresta di felci arboree e boschi di conifere.

Jamestown
Fondata nel 1659 dalla British East India Company, la capitale dell'isola sembra un villaggio inglese trasportato attraverso un oceano e poi incuneato in una fessura vulcanica circondato dal mare da una parte e scogliere da entrambi i lati. La biblioteca è la più antica dell'emisfero australe ed ospita un’eccellente collezione di volumi. Da non perdere un tè al Consulate Hotel, ricco di cimeli dell’’isola, il Castello, l'edificio governativo per il Territorio britannico d'oltremare di Sant'Elena, l’isola di Ascensione e il Tristan da Cunha che vanta uno splendido giardino. Un must per i visitatori è la ripida scalinata di 699 gradini che da Jamestown arriva fino a Half Tree Hollow.

Plantation House
La residenza del Governatore conta 35 camere ed offre una grandiosa panoramica di oltre 200 anni di storia dell’isola.

High Knoll Fort
Situato sopra Half Tree Hollow, con vista a 360 gradi sull'isola e sull'oceano, l'High Knoll Fort offre alcuni dei migliori panorami dell'isola. Costruito nel 1790 e ampliato dai Royal Engineers 100 anni dopo, il forte fu progettato per contenere l'intera popolazione dell'isola in tempi di conflitto. Invece ha ospitato prigionieri di guerra e animali in quarantena e, più recentemente, festival musicali e altri eventi.

Leggi anche: Regno Unito: Isola di Sant'Elena, cosa è cambiato

Lemon Valley Bay
E’ uno dei siti di picnic e snorkeling più suggestivi dell'isola. Accessibile in barca o da un ripido sentiero di 1,5 miglia dalla pianura di Rosemary, la baia è dotata di un'area barbecue e un molo che invita a tuffarsi nelle acque cristalline.

Sandy Bay
Dopo aver guidato lungo una tortuosa strada forestale dal fertile centro dell'isola, si arriva alla Sandy Bay, la baia di sabbia nera fiancheggiata da scogliere nude costellate di rari promontori di roccia verde-grigio. Alcune delle prime fortificazioni dell'isola sono state costruite qui.

Il Papanui
Il vascello SS Papanui di 131 metri aveva appena superato Sant'Elena quando scoppiò un incendio e, tornando a Jamestown, fece appena in tempo a scaricare i 484 a bordo prima che una caldaia esplodesse ed affondò per 13 metri. Quando le acque sono calde e limpide è visibile anche dalla riva, ma in realtà è una meta ambita per gli appassionati sub.

Cattedrale di San Paolo
Un semplice edificio gotico in stile inglese antico, la Cattedrale di San Paolo fu costruita nel 1850 usando la pietra scolpita a Londra e portata come zavorra su velieri. All'interno della chiesa ci sono memoriali di due chiese precedenti, mentre i luoghi di sepoltura casuale contengono le reliquie di persone che si sono ritrovate a Sant'Elena nel corso degli anni: governatori, coloni originari, schiavi africani liberati.

The East India Company Wharf
Considerato uno dei migliori esempi di un molo della Compagnia delle Indie Orientali rimasto, è un punto di ritrovo per residenti e turisti. Con edifici storici costruiti sui lati della scogliera, un'ampia passeggiata e un facile accesso all'acqua, il lungomare è un luogo eternamente piacevole per guardare il tramonto.

Museo di Sant'Elena, Jamestown
Grazie ad una società storica attiva, la ricca storia di Sant'Elena è esposta al Museo di Sant'Elena . Con una vasta gamma di mostre temporanee e permanenti, i visitatori possono vedere reperti tra cui il telescopio Napoleon preso in prestito mentre era sull'isola, strumenti fatti a mano e intagli dei prigionieri della Guerra Boera, e schermi che si concentrano su oggetti provenienti da scavi archeologici in tutta l’isola.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100