Cerca nel sito
San Francisco estate 2016 viaggi 

San Francisco: le cose da fare in estate

Tutto l'anno è una destinazione attraente, ma con la stagione pià calda offre il meglio di sè con gallerie d'arte e nuove caffetterie all'aperto

Veduta su San Francisco
©iStockphoto
Veduta panoramica di San Francisco
PERCHE’ ANDARE City by the Bay: con la sua meravigliosa baia, San Francisco è una destinazione capace di offrire anche di più di quello che ci si aspetta. Non è solo hippy, funicolari o Golden Gate. Oggi si ritaglia un ruolo di primo piano per quel che riguarda la gastronomia, l’arte, l’imprenditoria e la vita notturna. Le sue atmosfere la rendono la più europea delle città d’oltreoceano e la sua fama è legata alla vocazione tollerante e cosmopolita: accanto agli edifici storici si alternano meraviglie moderne in una miscela perfetta tra passato e futuro. 

DA NON PERDERE Le principali attrazioni da non perdere durante una visita a San Francisco sono l’isola di Alcatraz, al centro della baia, celebre perché ex sede dell’omonimo carcere di massima sicurezza dove sono transitati figure di spicco tra cui Al Capone; il Bay Bridge, ovvero il San Francisco-Oakland Bay Bridge, un ponte sospeso della Interstate 80 freeway che attraversa la baia; il Golden Gate, simbolo cittadino nonché uno dei ponti più celebri del mondo; il De Young Memorial Museum, che si trova nel Golden Gate Park, che ospita varie opere d’arte americana, arte africana, arte orientale ed arte delle civiltà precolombiane; il Pier 39, vero e proprio centro commerciale costruito sul molo, celebre per la presenza di tanti leoni marini; la Tranamerican Pyramid, la più alta costruzione della città, caratterizzata dalla particolare forma piramidale con base quadrata; Lombard Street, la strada più tortuosa del mondo, nel tratto di Russian Hill tra Hyde Street e Leavenworth Street, che è composta da ripidi tornanti con una pendenza che arriva al 20%. In estate, poi, il must è dedicarsi ai locali più alla moda come il Felix, con i suoi piatti di grandi dimensioni che propongono pietanze stagionali, il cui ambiente è caratterizzato da fioriere che pendono dal soffitto e carte da gioco messicane alle pareti. E’ tornato, dopo una ristrutturazione che gli ha conferito un nuovo look, il SFMoma, il museo che ospita la già grande collezione statunitense di fotografia. Il Wildhawk SF è una bar audace che si offre con la sua atmosfera sexy aiutata dai dettagli colorati in bianco e nero lucido, interrotti da episodi verde smeraldo e composizioni floreali viola. Il Mac Daddy è il locale giusto per gustare le prelibatezze prive di glutine, mentre il RoofTop è una garanzia per chi ha voglia di mangiare nuovi piatti americani con vista impareggiabile sul Monte Diablo. Per chi ama le atmosfere da bistrot l’indirizzo giusto è Le Chat Rouge, per un trionfo di brioches, madeleines e macarons. Imperdibile per gli amanti di musica lo Stern Grov Festival, in programma ogni domenica alle 14 in Sigmund Stern Grove, che si propone con concerti gratuiti di ogni genere. 

Leggi anche: SAN FRANCISCO: I QUARTIERI MISSION E CASTRO

CON CHI ANDARE Tutte le maggiori compagnie aeree europee effettuano collegamenti con San Francisco, con prezzi che partono dai 600 euro circa. Per un viaggio organizzato ci si può affidare ad un Tour Operator come I Grandi Viaggi che propone 12 giorni attraverso la California a partire da 1615 euro in camera doppia. 

COSA PORTARE Il periodo che va da giugno a settembre è il migliore per visitare San Francisco,  con un clima più secco e relativamente più caldo. Occorre però mettere in conto il fresco, e a volte anche un po' di freddo, di notte e nel primo mattino, e le nebbie mattutine, quindi ci vorranno una giacca e un maglione. Anche aprile, maggio e ottobre, pur se con maggiore probabilità di pioggia, sono periodi favorevoli, essendo miti e soleggiati, anche se di notte può fare freddo, soprattutto ad aprile, e inoltre in primavera le brezze pomeridiane sono abbastanza intense.

CURIOSITA’ Quando venne costruito, nel 1927, il Golden Gate era il più grande ponte sospeso del mondo con i 2710 metri di lunghezza, i 225 metri di altezza delle torri e i 67 metri sull’acqua. Originariamente dipinto con vernice rossa al piombo, in seguito diventò di colore arancione, ben visibile in caso di nebbia. Ci sono trentotto addetti verniciatori che costantemente controllano che la vernice sia in buono stato, affinché il ponte non si corroda.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione California
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati