Cerca nel sito
Portogallo Carnevale

Portogallo, i Carnevali più colorati

Via libera al divertimento sfrenato in terra lusitana che coinvolge abitanti e visitatori: gli appuntamenti da non perdere

Festa di Carnevale
©iStockphoto
Momento di festa
Sono settimane all’insegna del divertimento, dei colori e della vivacità quelle di Carnevale, ed anche il Portogallo non è da meno con i suoi eventi pronti a coinvolgere tutti. E’ l’occasione giusta per andare alla scoperta di località note e meno note, accomunate dalla tradizione delle celebrazioni. Ecco le tappe da non perdere.

Scopri le meraviglie naturali del Portogallo come quelle dell'Algarve



Sesimbra
Situata nel distretto di Setubal, Sesimbra è immersa in un paesaggio sospeso tra il mare e le foreste incontaminate del Parco Nazionale Arrabida regalando meravigliosi scorci su promontori scogliosi che si aprono sulle onde oceaniche. A fare da padrone sono le spiagge, specialmente Praia da California e Praia do Figuerinha, ma vale la pena approfittare delle tante proposte di itinerari per godere delle meraviglie naturalistiche del parco. Moltissimi sono infatti gli itinerari escursionistici da intraprendere a piedi o in bicicletta che portano a scoprire delle vere chicche come Cabo Espichel, un promontorio ad ovest della città, il faro arroccato, il Santuario de Nossa Senhora risalente al Settecento e la Cappella di Ermida da Memoria, fatta costruire in seguito all’apparizione della Vergine Maria ai pescatori nel XIV secolo. Qui c’è anche una zona contraddistinta da orme di dinosauro. Per quel che riguarda la città vera e propria immancabile è la tappa al Castello Moresco, raggiungibile in una mezz’ora di passeggiata dal centro perché posto su un’altura che sovrasta l’abitato. L’attrazione principale del castello è la magnifica Igreja Santa Maria do Castelo, piccola chiesa dalle semplici linee architettoniche esterne ma stupefacente al suo interno per le decorazioni di azulejos che vi si trovano. Le pareti sono infatti interamente ricoperte di azulejos e regalano un impatto visivo fuori dal comune. Le vie cittadine sono tranquille e caratteristiche, tutte concentrate nel piccolo borgo candido a pochi passi dall’oceano. Lungo la spiaggia risalta il massiccio profilo della Fortaleza Santiago, antica fortezza portoghese che vegliava sulla Praia do Ouro, diventata un’attrazione turistica grazie al locale al suo interno affacciato sul mare. A Sesimbra il carnevale, dal 22 al 25 febbraio, è in pieno stile brasilero ed anima tutto il paese trasformato per l’occasione, da tranquillo villaggio di mare, in una calamita che attrae con le suole e i gruppo di samba che percorrono le sue strade insieme agli spettacoli di pagliacci.



Torre Vedras
Nel distretto di Lisbona, Torre Vedras si presenta con uno dei Carnevali più popolari di tutto il Portogallo, in programma dal 21 al 26 febbraio. La sua caratteristica principale è quella di conservare una forte componente tradizionale, costituita da 13 carri allegorici di grandi dimensioni, gruppi di gente in maschera, i tipici “testoni”, giganti e Zés Pereiras, con le tradizionali grancasse e cornamuse. I Re del Carnevale, entrambi di sesso maschile, sono in genere personalità della regione. La coppia è accompagnata da una corteo in cui sfilano caricature di ministri e grottesche figure femminili chiamate le matrafonas, oltre a una caricatura della Guarda Real. La sfilata dei carri colorati è ovviamente uno dei momenti più divertenti della manifestazione, con le enormi caricature satiriche che percorrono le vie del paese. La loro preparazione richiede molti mesi e coinvolge tutti gli abitanti. Oltre che per il Carnevale, Torre Vedras è celebre anche per la presenza del Convento do Varatojo che già dal XV secolo faceva parte del patrimonio architettonico risultando uno dei più importanti edifici religiosi della regione. Del progetto originario conserva la facciata e il portale, con le decorazioni tipiche del regno di Alfonso V con capitelli con maschere, edera, grappoli d’uva, viti e foglie di quercia. La chiesa è a navata unica, decorata da pannelli di azulejos del Settecento e nicchie per confessionali, mentre gli altari laterali sono rivestiti in legno intagliato barocco. La zona più ricca della chiesa è la cappella maggiore, grazia alla sua volta a tutto sesto con cassettoni, alla presenza degli azulejos con la vita di Sant’Antonio, a diverse tavole, al chiostro gotico a due piani con decorazioni e la Capela de Nossa Senhora do Sobreiro, situata di fronte all’ingresso della chiesa. 



Madeira 
Madeira dal 19 febbraio all’1 marzo Funchal celebra il carnevale a suon di bande filarmoniche e marce carnevalesche. Una grande sfilata allegorica percorre le vie della città, mentre il martedì grasso un corteo di simpatici pagliacci, chiamato il corteo pasticcione, sfila di fronte agli abitanti che si lasciano contagiare dal clima di festa. L’isola è un vero e proprio giardino galleggiante che si staglia sulle acque dell’Oceano Atlantico, distante quasi 900 chilometri dalle coste portoghesi. Il centro storico della capitale, Funchal, si gira piacevolmente a piedi. Con la funivia, invece, si sale al Monte, dove c’è la Chiesa di Nostra Senjora del Monte. Da non perdere la visita al Jardim Botanico , dalle cui terrazze è possibile ammirare tutta la città, e il vicino Jardim dos Loiros per capire la ragione per cui Madeira è chiamata il Giardino delle Azzorre. Da visitare anche il paesino dei pescatori di Camara de Lobos e Cabo Girao, il più alto precipizio d’Europa, ma anche Santana e Sao Vicente dove si possono ammirare le tipiche casette col tetto in paglia immerse tra i vigneti e le piantagioni di banane.



Loures
Chi si trova nelle vicinanze di Lisbona, ma vuole fare un vero e proprio viaggio nelle tradizioni locali, non può che partecipare al carnevale di Loures, a soli 20 chilometri. I festeggiamenti iniziano il 22 febbraio, con il ballo e l’incoronazione dei re. Seguono giorni di follia e divertimento tra sfilate con i classici carri allegorici, moltissimi intrattenitori, musiche, balli e spettacoli di giocolieri. Il carnevale di Loures termina il 26 febbraio con la sepoltura del famoso D. Ocaráio, il re del carnevale. La regione di Loures è conosciuta come zona agricola e per la produzione vinicola. Dei tempi in cui la località era la zona di divertimento più frequentata dai nobili che vi edificavano le proprie tenute rimangono il Palazzo e Quinta do Correio-Mor e la Quinta do Conventinho che ospita oggi il museo municipale, che possiede un orto pedagogico, giardini di odori, laboratori per attività, sale per esposizioni di archeologia ed etnografia. 



Ma una vacanza in Portogallo significa anche un tuffo nella tradizione gastronomica, dove non mancano prodotti tipici. Tra questi spicca ovviamente il baccalà: scopriamone di più  
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Madeira
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati